Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

A Sylvester Stallone non piacciono i produttori di “Rocky”

A Sylvester Stallone non piacciono i produttori di "Rocky"

La recensione di Sylvester Stallone del nuovo libro di memorie del produttore “Rocky Balboa” e “Creed” di David Winkler è un vero colpo. E non in senso positivo.

La star e sceneggiatore di “Rocky”, che non ha il merito di aver prodotto i film, sta facendo pressioni per i suoi “diritti” sul franchise vincitore dell’Oscar. Afferma di dovere una quota di proprietà più ampia dopo aver letto The Arrangement: A Love Story.

“Sai che amo leggere e ho letto migliaia di libri, ma devo dire che questo libro è il peggiore in assoluto!” Stallone ha scritto domenica a Instagram. “Se finisci la carta igienica, per favore.” [buy] Questo non ti deluderà. È molto assorbente…”

“The Order”, il libro di memorie di giugno di David Winkler sul diventare un “papà dello zucchero” (sì davvero), riassunto da Stallone come un “insopportabile burlone” scritto da “David Winkler dolorosamente privo di talento che è il figlio senza talento e notevolmente invadente dei produttori di Rocky e Creed”.

Il padre di David, Irwin Winkler, ha co-prodotto i film “Rocky” e ha anche lavorato come produttore per i film spin-off “Creed”, con una terza uscita prevista per novembre. Suo figlio e Stallone co-producono anche i crediti nei film “Creed”. Ma Stallone non ha crediti di produzione per i sei film “Rocky” che ha scritto e interpretato, quattro dei quali erano sequel che ha diretto.

I co-produttori di “Rocky”, Irwin Winkler, a sinistra, e Robert Chartoff, a destra, con Sylvester Stallone dopo aver ricevuto i Golden Globes agli Academy Awards del 1977.

(Agenzia di stampa)

L’icona d’azione di 76 anni è stata anche scaricata sulla famosa famiglia di Hollywood e sulla realizzazione del film di successo che ha lanciato la carriera di Stallone nel 1976 e nei decenni successivi. Ha detto di aver “visto a malapena” Irwin Winkler per tutti quegli anni, ma è “davvero rispettato e amato” da Robert Chartoff, che ha prodotto il primo film di “Creed” prima della sua morte nel 2015. (Chartoff e il suo partner di produzione Irwin Winkler hanno vinto il premio come miglior – Picture Oscar per il film, non Stallone.)

READ  L'astro nascente italiano Michelle Rendino si prepara per "The Man From Rome" del regista olandese Jaap van Heusden (esclusiva)

Stallone ha detto che Chartoff aveva “un vero talento e spirito, ma sfortunatamente è morto troppo presto… Se non fosse stato per Winkler ci sarebbero state almeno altre tre Rockies, sarebbe stato fantastico… Onestamente l’equipaggio è i peggiori non cattivi che abbia mai incontrato nel settore.” Cinema. Amerò per sempre i fan fedeli e continuerò a prendere a pugni.!!! Ricorda, è bello svuotare il tuo cuore…”

Stallone era sinonimo del famoso pugile Rocky Balboa, che ha creato nella sceneggiatura della sua nomination all’Oscar. Successivamente, Stallone è stato nominato per un Oscar come attore non protagonista quando ha ripreso il ruolo del famoso combattente Willy nel film Spinoff del 2015 con Michael Jordan nel ruolo del pugile titolare “Creed”.

Nel 2019, ha detto la star di “Rambo” e “The Expendables”. diverso che “non ha la proprietà di Rocky” ed era “furioso” per il fatto che la sua affermazione fosse stata respinta perché gli era stato invece permesso di recitare nel leggendario film The Underdog. Erwin Winkler ha detto a The Hollywood Reporter nel 1983 che il loro impegno nei confronti di Stallone era quello di recitare nel film e che i produttori dovevano mettere le loro case come garanzia per ottenerlo.

Stallone ha continuato a prendere a pugni dopo il suo primo post di domenica. La star ha condiviso uno schizzo di quello che sembrava essere Irwin Winkler sovrapposto a un serpente e ha descritto il lavoro come un “ritratto piuttosto interessante” del “grande” produttore.

“[A]Ter IRWIN ha il controllo di ROCKY per oltre 47 anni, e ora che è stato creato, mi piacerebbe davvero avere almeno il resto dei miei diritti, prima di trasmetterlo ai tuoi figli – immagino che sarebbe un gesto giusto da 93 Old Man di quest’anno? Ha scritto: “Questo è un argomento doloroso che mi mangia l’anima, perché volevo lasciare un po’ di Rocky ai miei figli, ma è sempre bello sentire i miei fedeli fan”.

READ  Il produttore di Gomora guida la Germania e l'Italia agli Sky Studios

Poi lunedì ha postato anche una grafica simile della famiglia Winkler, accogliendo i suoi follower al “Rock True Horror Show!!

“Siamo così felici che i produttori di Rocky, Irwin e Margo, Charles e David e l’intera famiglia allargata siano in uno stallone italiano molto sano, sanguinante e ben nutrito, mentre controllano tutti i film rock da quasi 50 anni! Benessere! KeepPunching !” ha scritto.

David ed Erwin Winkler hanno rifiutato di commentare lunedì quando sono stati contattati dal Times via e-mail.