Gennaio 27, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

3 Capitani Carusa, competitivi, impegnati e compassionevoli

Matte Carusa di stagione. Essendo uno dei migliori wrestler da 126 libbre dello stato, il più anziano Brookfield ha un occhio sulla bilancia.

Il suo altro occhio sarà sulla deliziosa gamma di cibi che verranno serviti la vigilia di Natale a casa dei suoi nonni a Katona, New York

“Faccio del mio meglio per stare lontano dall’eccesso di cibo, ma come tutti dicono sempre in italiano, ‘Mangia! manga! “La tata dice sempre: ‘Tutto il giorno. Perdi peso domani.'”

La tata è Jane (Boetti) Carusa. Nuno è Pascual Carosa, nato a Solano Reggio di Calabria sulla punta dello stivale italiano, immigrato in America all’età di 17 anni e ha costruito una vita per sé e la sua famiglia come falegname e abile uomo d’affari. Quando morì all’età di 91 anni, il 1° agosto, la famiglia era passata da sei figli a 16 nipoti.

Tre dei primi cugini sono i leader dei loro sport quest’anno. Oltre a Matty, c’è Julia, il capitano della squadra di hockey e lacrosse di Ridgefield, e Angela, il capitano della squadra di calcio di New Fairfield.

Matty è il figlio di Joseph e Lisa. Julia, la cui sorella maggiore Bella gioca a hockey su prato al Providence College, è la figlia di John ed Elizabeth. Angela è la figlia di Pasquale e Deniane. E questa è la storia della vigilia di Natale di tre capitani diciassettenne, una famiglia atletica italiana, sette pesci e 16 calze.

Angela e Mattie sono arrivate a tre settimane di distanza. Julia è arrivata tre mesi dopo.

“Siamo fondamentalmente cresciuti insieme”, ha detto Julia. “Ang è la più dolce. Mi fa sempre ridere. Lei e Matty sono due delle persone più belle che conosca. Sono il tipo di persone che quando parli con loro, esci sempre sentendoti meglio con te stesso. “

“Siamo molto vicini”, ha detto Angela.

“E una competizione”, ha detto Matty.

Varie feste e celebrazioni, la famiglia Carrozza è da tempo raccolta a casa di Tata e Nonno. C’è una piscina per l’estate. E Julia ha notato che quando ci sono 16 nipoti, non mancano le feste di compleanno. I cugini più grandi di solito stavano insieme. Il gruppo più piccolo è pieno di ragazzi.

“Noi tre siamo una specie di gruppo di mezzo, cerchiamo i giovani e impariamo dai più grandi”, ha detto Angela. “Non avrei potuto chiedere cugini migliori. Sono divertenti, vivaci e…”

Angela ha rovesciato i fagioli sulla famiglia. La concorrenza si rivela un eufemismo.

“Quindi, è molto competitivo”, ha detto.

Giochi da tavolo. Giochi Wii. Spesso quando ci sono squadre, i tre cugini saranno compagni di squadra.

READ  La stagione ridicola è iniziata con la squadra TFC che si lega al famoso allenatore, il giocatore

Questo va in una competizione di altezza. Quando invecchiano, competono testa a testa. Hanno scattato foto per il confronto nel corso degli anni.

“Ho dormito il più veloce per primo”, ha detto Julia. Era, ‘Oh, Julia impiegherà così tanto tempo. “Okay, allora Angie è diventata più alta. Poi Matty ha avuto uno scatto di crescita ed entrambi siamo diventati troppo grandi. “

“Sono sempre stato il più giovane”, ha detto Matty, 5-6 anni. “Ora sono il più alto.”

“Penso che la competizione si sia praticamente fermata”, ha detto Julia.

Ehi, c’è sempre un Pictionary. E sempre a casa a Katuna.

Angela, che prende il nome dalla nonna, gioca a calcio da quando aveva cinque anni.

“Mia madre ha sempre voluto che giocassi a hockey”, ha detto Angela. “Ho giocato al college. Ho provato come altri cinque sport, ma ogni volta che tornavo al calcio. Non mi piaceva nient’altro. Ero così testardo”.

Basket e ballo. Nient’altro bloccato.

Giocare a calcio mi rende così felice”, ha detto Angela. “È il mio posto felice e lo è sempre stato.”

Angela ha due fratelli di 14 anni, Joseph e Nicholas.

“Fatto divertente, sono nati 3 anni e 1 giorno dopo la mia nascita”, ha detto Angela. “Quando ero piccolo, ho chiesto un fratello per il mio compleanno. Ne ho ricevuti due”.

Julia ha trascorso tre anni con la sua famiglia a Londra, giocava a calcio. Ha detto che l’hockey era più uno sport per i ragazzi lì. Quando è tornata negli Stati Uniti, ha frequentato diverse cliniche. Lei e Bella si sono innamorate dell’hockey.

Bella è stata due volte una seconda squadra di tutti gli stati e due volte una prima squadra di tutta la FCIAC. Julia, che giocherà nella Holy Cross, è stata recentemente nominata sia nella FCIAC che nella Prima Squadra All-State. Ha beneficiato della partecipazione agli eventi di reclutamento di Bella.

“Holy Cross era una delle sue opzioni e sono andata in una clinica lì in terza media”, ha detto Julia. “Ho amato il campus, la scuola, la comunità religiosa e l’allenatore. Sapevo che era quello che volevo a scuola”.

Julia si è impegnata per il primo anno di ottobre.

“Sono stata con mia sorella per gran parte della mia vita”, ha detto. “Ho pensato che sarebbe stato divertente fare a modo mio. Giocheremo l’uno contro l’altro l’anno prossimo, il che è emozionante”.

Il padre di Matty era solito lottare al liceo. combattere i suoi zii. Quando aveva cinque anni, è stato presentato come qualcosa che potrebbe voler perseguire in inverno.

READ  Il balsamo italiano sconvolge gli olandesi nel mondo del ciclismo | notizie sportive

“Mi sono innamorato subito di questo sport”, ha detto Matty, il cui fratello minore Danny è l’iniziatore di 113 libbre per Brookfield. “Ho davvero iniziato a fare clic alle scuole medie”.

Il wrestling è diventato una passione tutto l’anno. Partecipa ai campionati nazionali contro i migliori lottatori. È impegnato nel wrestling al Trinity.

Mattie è arrivato terzo a 113 sterline in Classe M come secondo anno. È arrivato sesto nel New England con una media di 113 l’anno scorso.

“Ho fame”, ha detto Carusa, che ha vinto il campionato CJ McCormack lo scorso fine settimana a Berlino con uno spillo in 17 secondi. “Voglio un titolo statale e un titolo del New England”.

Forse sono i geni, l’educazione o il duro lavoro. Forse tutti e tre. Sono intelligenti, allegri, competitivi e meticolosi. Materiale del capitano.

“In ogni allenamento, conduco il riscaldamento, gli allungamenti e tifo per la squadra”, ha detto Matty. “Dopo ogni allenamento, farò un piccolo discorso. Quest’anno abbiamo una piccola squadra ed è importante riunire tutti come una famiglia”.

Dal momento che praticano diversi sport, Julia ha detto che le piace parlare di varie competizioni e stili con i suoi cugini. Dal momento che vivono nelle vicinanze, c’è la possibilità di vedersi gareggiare a vicenda.

“Dobbiamo seguire un corso di guida (a Ridgefield)”, ha detto Julia, un capitano di hockey su prato di due anni. “Ho imparato a creare un ambiente inclusivo e ho imparato da mia sorella che era un capitano. La cosa principale per me è essere amichevole con tutti i tuoi compagni di squadra e aperto ad aiutarli. Inoltre, trovare un equilibrio tra essere gentile e sapere quando è tempo di concentrarsi.”

Angela, che non aveva deciso dove avrebbe frequentato il college ma era sicura che avrebbe giocato nel club o nel college football, era entusiasta di essere nominata uno dei quattro capitani di New Fairfield. L’amore per lo sport era una cosa. Un’altra cosa era aiutare gli altri ad amarla.

Ha detto che Gabriella Artbury e Irene Straw erano le voci. Jimmy Martin ha principalmente dato l’esempio.

“Il nostro allenatore (Adam Canal) mi ha chiamato la madre della squadra”, ha detto Angela. “Se qualcuno giocasse male, lo aiuterei. Ero lì per istruire soprattutto le ragazze. Ero sempre in grado di cercare persone. È molto diverso essere la persona che stai cercando. È stato un tale grande onore.”

Sebbene alcune misure di quarantena COVID ridurranno i numeri, Lisa Carosa ha affermato che la famiglia sarà composta da almeno 25 persone alla vigilia di Natale a Katona.

READ  Voci di trasferimento: Sancho, Lewandowski, Tony, Young, Lingard, Bill, Haaland, Doykhi

C’è una tradizione italiana della Festa dei Sette Pesci. Alimentari, calamari, ecc.

“Non è solo il solito tacchino e prosciutto”, ha detto Julia. “È una combinazione di tutti questi piatti che puoi provare. È una parte speciale e importante”.

“Grande albero, Babbo Natale segreto”, disse Matty, “piatti di cibo ovunque”. “Cannoli. Zebul”.

“In alcuni anni, con la famiglia allargata, avevamo 50 persone imballate”, ha detto Angela, che prepara i biscotti per dessert.

Un ricordo speciale, ha detto Julia, è stato quello di preparare in anticipo uno zeppelin di pasta fritta e zucchero a velo con la tata. Foto di nipoti seduti davanti al caminetto. La tata ha appeso 16 calzini con tutti i loro nomi. Gina, Alyssa, Michael, Isabella, Angela, Matthew, Julia, John B, Daniel, Joseph, Nicholas, John. Natalie, Victoria, Alex e Andrew. I tre cugini del capitano concordano sul fatto che le calze allineate siano uno spettacolo incredibile.

Questo Natale sarebbe stato diverso, certo, senza Nuno, senza Pasquale Carrosa.

“Ho parlato con la tata quel giorno”, disse Julia. “Sarebbe sicuramente molto difficile. Avere un sacco di famiglia lì aiuterebbe, ma erano i genitori di tutta la famiglia. Hanno tenuto tutto insieme. Non abbiamo messo molte decorazioni. Ci sarebbe stato un enorme divario lì, ma penso che con tutte le persone e tutto l’amore ci aiuteremmo a vicenda per trascenderlo.

“Ci rendiamo tutti conto di quanto sia importante la famiglia”, ha detto Mattie. “Penso che ci faccia amare questo Natale più che mai”.

Mentre era in Europa, Julia, allora novenne, ha potuto visitare la casa in cui Nani e Nono sono cresciuti in Calabria. Riuscì ad andare nella casa che la famiglia Pascual aveva costruito, prima che lui venisse in America e trovasse una famiglia che sarebbe diventata 16 Socks. Ha detto che era stupita di avere questa connessione e di vedere le loro vite prima di quelle che aveva visto solo in America.

“Quando lo abbiamo perso, è stato davvero difficile per noi”, ha detto Angela. “Ma il giorno prima che morisse, la maggior parte dei suoi cugini è andata a casa ed erano tutti lì a pregare per lui. Ci ha riuniti in un modo in cui non eravamo mai stati insieme prima. Ha fatto sì che tutto ciò che facevamo significasse così tanto per noi. Vuole che stiamo tutti insieme, quello era il suo unico desiderio Noi portiamo questo desiderio.

jeff.jacobs@hearstmediact.com; Signore salvala