Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

19 stati degli Stati Uniti fanno causa all’amministrazione Biden per l’autorizzazione al vaccino COVID-19

La Florida ha intentato una causa giovedì, portando a 19 il numero di stati che contestano il mandato dell’amministrazione Biden in quattro tribunali federali.

Biden ha sostenuto che i mandati generali sui vaccini aiuteranno a porre fine alla pandemia mortale, ma i repubblicani in tutto il paese si sono opposti ai requisiti di vaccinazione e hanno minacciato di presentare sfide legali simili.

Il Texas ha intentato una causa simile venerdì presso la corte distrettuale federale della corte federale di Galveston, in Texas, cercando di bloccare l’applicazione del mandato.

Diciotto stati stanno cercando di fermare l’autorizzazione del presidente Joe Biden di un vaccino COVID-19 agli appaltatori federali.a lui attribuito:GT

“L’amministrazione Biden ha ripetutamente espresso il suo disprezzo per gli americani che scelgono di non farsi vaccinare e ha ripetutamente e abusivi eccessi federali per imporre qualcosa che non vogliono agli americani”, ha affermato il procuratore generale del Texas Ken Paxton, un repubblicano.

“Il governo federale non ha il potere di privare gli individui della loro scelta di ottenere un vaccino o meno. Se il presidente pensa di essere a corto di pazienza, sta chiaramente sottovalutando l’impazienza dei texani i cui diritti vengono violati”.

Un certo numero di stati ha anche affermato che avrebbe contestato il piano di Biden di far emanare all’Amministrazione per la sicurezza e la salute sul lavoro degli Stati Uniti una norma che imporrebbe i vaccini a tutte le aziende private con 100 o più dipendenti.

“Non permetteremo all’amministrazione Biden di eludere la legge o costringere i georgiani che lavorano duramente a scegliere tra il loro sostentamento o questo vaccino”, ha affermato il governatore repubblicano Brian Kemp della Georgia.

READ  Premio Nobel per la pace 2021

Il Partito Democratico della Georgia ha definito la causa una “pericolosa trovata politica”.

Giovedì la Florida ha intentato una causa separata contro il mandato federale. Tutte le cause legali affermano che il presidente non ha l’autorità per emanare la regola e viola il Procurement Act.

Le cause legali sostengono anche che la regola viola il potere del decimo emendamento di trattenere gli stati, utilizza illegalmente la spesa federale per costringere gli stati e che 60 giorni di commento pubblico non sono stati adeguatamente consentiti.

La causa guidata dalla Georgia, ad esempio, sostiene che tale regola può sopravvivere solo se il Congresso la trasformerà in legge.

“Biden ha mostrato ancora una volta un netto disprezzo per lo stato di diritto nel prendere il potere da un Congresso che non glielo ha mai dato”, ha detto il procuratore generale repubblicano dell’Alabama Steve Marshall.

Gli stati sostengono che troppi lavoratori federali a contratto si dimetteranno, il che significa che gli stati dovranno scegliere tra violare i contratti a causa di una forza lavoro ridotta che non può fare tutto il lavoro o violare i contratti trattenendo dipendenti non vaccinati in violazione del federalismo. Regole.

Tutti tranne due degli stati che hanno fatto causa seguono la media nazionale nel loro tasso di vaccinazione. Solo il New Hampshire e la Florida superano la media nazionale.