Ottobre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Xi Jinping: la Cina non costruirà progetti di carbone all’estero

“Gli Stati Uniti sperano di fare della cooperazione climatica un'”oasi” per le relazioni Cina-Usa, ma se l'”oasi” è circondata da un “deserto”, prima o poi l'”oasi” diventerà un deserto”, ha affermato il ministro degli Esteri cinese. Wang Yi. Kerry ha detto durante un incontro in Cina all’inizio di settembre.

La pressione internazionale per eliminare gradualmente l’energia a carbone sta crescendo rapidamente, con la questione sollevata non solo da Kerry, ma anche dal capo della COP26 Alok Sharma e dal primo ministro britannico Boris Johnson, nonché durante le riunioni del G7 e del G20.

I sostenitori dell’eliminazione graduale vogliono che i paesi ricchi rinuncino all’energia a carbone entro il 2030 e i paesi in via di sviluppo rinuncino entro il 2040. Il 14 settembre il governo degli Stati Uniti ha co-sponsorizzato una proposta dell’OCSE per porre fine al finanziamento dei crediti all’esportazione per i progetti di energia a carbone.

La Cina, il più grande produttore mondiale di gas serra, fa ancora molto affidamento sul carbone per il proprio fabbisogno energetico interno.

“È un grosso problema. La Cina è stata l’unico finanziatore significativo del carbone all’estero. Questo annuncio sostanzialmente pone fine a tutto il sostegno pubblico al carbone a livello globale”, ha affermato Joanna Lewis, esperta di Cina, energia e clima presso la Georgetown University. “

Il potenziale impatto sull’industria carboniera globale non è ancora chiaro.

La Cina non si è impegnata a riciclare le centrali elettriche a carbone. a lui attribuito:AP

Byford Tsang, analista politico di E3G, ha affermato che, sebbene questo sia un grande passo, non è una campana a morto per il carbone. Ha detto che ciò è dovuto al fatto che l’anno scorso la Cina ha aggiunto la stessa quantità di nuova capacità di carbone a livello nazionale che ha annullato all’estero. Ma Lewis ha affermato che i dati ufficiali del Ministero del Commercio cinese non hanno mostrato nuove centrali a carbone finanziate dall’estero nella prima metà del 2021.

READ  Un uomo con sindrome di Down viene cremato vivo in Cina; Donna accusata di un incidente alla McLaren Fall che ha ucciso Ivy Rose Hughes; Bambino trovato morto alla Perth Private School

Ciò che conta davvero, ha detto Tsang, è quando la Cina smette di costruire nuove centrali a carbone in casa e chiude quelle vecchie. Ha detto che farà parte di una spinta alle riunioni del G20 in Italia il mese prossimo.

Scarica

“La Cina è stata l’ultima persona in piedi. Se non ci sono finanziamenti pubblici per il carbone dalla Cina, non ci sarà alcuna espansione globale”, Justin Guay, direttore della strategia globale per il clima presso il Sunrise Project, un gruppo che sostiene una transizione globale dal carbone e combustibili fossili, ha detto della promessa di Xi. Poca o nessuna espansione del carbone.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha accolto con favore la mossa di Xi sul carbone e Biden si è impegnato a lavorare con il Congresso degli Stati Uniti per raddoppiare i soldi entro il 2024 a $ 11,4 miliardi (15,7 miliardi di dollari) all’anno per aiutare i paesi in via di sviluppo ad affrontare i cambiamenti climatici.

“Accelerare l’eliminazione graduale del carbone a livello globale è il singolo passo più importante per mantenere a portata di mano l’obiettivo di 1,5 gradi dell’accordo di Parigi”, ha affermato in una nota.

Non c’è stata risposta immediata dalla Casa Bianca o dall’ufficio di Kerry.

Ore prima, senza nominare la Cina, Biden ha affermato che la democrazia non sarà sconfitta dalla tirannia.

Scarica

“Il futuro sarà per coloro che danno alla loro gente la possibilità di respirare liberamente, non per coloro che cercano di strangolare la loro gente con il pugno di ferro”, ha detto Biden.

“Dobbiamo tutti sostenere e condannare il targeting e la soppressione delle minoranze etniche, razziali e religiose, che avvenga nello Xinjiang o nel nord dell’Etiopia, o in qualsiasi parte del mondo”, ha affermato, riferendosi alla regione della Cina occidentale dove le autorità hanno istituito una rete di campi di internamento per uiguri e altre minoranze musulmane. . La Cina nega le accuse di abusi nello Xinjiang.

READ  Olimpiadi di Tokyo 2021 | Tentato rapimento di Kristina Tsimanskaya Bielorussia, corridore in cerca di asilo, paure per tutta la vita

Le relazioni tra le due maggiori economie del mondo sono al punto più basso degli ultimi decenni a causa di questioni che vanno dai diritti umani alla trasparenza sulle origini del COVID-19.

C’è bisogno di “rifiutare la pratica di formare piccoli cerchi o giochi a somma zero”, ha detto Xi, un possibile riferimento al forum del Quartetto guidato dagli Stati Uniti in Australia, India, Giappone e Stati Uniti visto come un modo per rispondere a L’ascesa della Cina, che dovrebbe incontrarsi a livello di leader a Washington venerdì.

La scorsa settimana la Cina ha avvertito di un’intensificata corsa agli armamenti nella regione dopo che Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia hanno annunciato una nuova alleanza di sicurezza indo-pacifica, soprannominata AUKUS, che fornirebbe all’Australia tecnologia e la capacità di schierare sottomarini a propulsione nucleare.

Con Reuters, Associated Press