Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Wells Warren Gatland solleva preoccupazioni sul documentario Netflix Six Nations | Warren Gatland

Wells Warren Gatland solleva preoccupazioni sul documentario Netflix Six Nations |  Warren Gatland

Warren Gatland ha espresso preoccupazione per il nuovo documentario sulle Sei Nazioni del 2023 di Netflix. La serie promette “una visione dei vibranti momenti dietro le quinte” durante il torneo, ma Gatland si sente a disagio per la mancanza di supervisione editoriale e teme ciò che potrebbe essere rivelato quando le emozioni sono alte.

“Posso dirti ora che in un ambiente di rugby, quando parli di creare emozioni, il linguaggio usato non è sempre appropriato”, ha ammonito. “Soprattutto quando parli di paesi che giocano a vicenda”.

Gatland ha una lunga esperienza di lavoro con troupe cinematografiche e ci sono stati documentari dietro le quinte su tutti e quattro i suoi tour dei Lions britannici e irlandesi. Ma il management ha sempre avuto un certo controllo sul taglio finale. Il capo gallese si sente a disagio per la mancanza di garanzie simili da parte dei produttori Netflix una serie.

Ha spiegato: “In passato, quando avevamo la troupe coinvolta con i Lions e il Galles, ciò che era veramente importante era la loro capacità di creare un rapporto con i giocatori e lo staff tecnico, quindi è quasi come se diventassero una parte invisibile di esso.

“Poi ti ritrovi a svolgere la tua normale routine, a causa della fiducia che stai costruendo con loro. Quindi questa è la sfida con Netflix. Capisco in questo momento che non abbiamo alcun diritto editoriale e questo è un po ‘di una preoccupazione perché vuoi assicurarti di essere in grado di proteggerti.”

Gatland è stata catturata usando un linguaggio maturo sia dentro che fuori dalla telecamera nel corso degli anni. Il documentario dei Lions del 2009, Living With the Pride, presentava il suo discorso non letale prima del terzo test a Johannesburg, durante il tour del 2017 in Nuova Zelanda, e ha persino deciso di non imprecare durante le conferenze stampa dopo essere stato sorpreso a imprecare in un microfono dal vivo .

READ  Il fattore sorpresa è la chiave del successo del Napoli in Champions League

“A volte dici qualcosa di un po’ fuori luogo quando stai cercando di ottenere il meglio dai giocatori, o quando stai cercando di ottenere il meglio l’uno dall’altro”, ha detto Gatland. “Alcune delle cose dette negli spogliatoi potrebbero non essere cose in cui credi sempre, ma fanno parte dell’ottenere il meglio dalla tua performance. E poi diventi di nuovo tutti amici e amici.

“Quindi ci sono alcune cose di cui dobbiamo essere consapevoli, risolvere. L’ultima cosa di cui abbiamo bisogno è essere gentili nel modo in cui appari, ma mi rendo anche conto che dobbiamo anche proteggere noi stessi. Questo è molto importante.”

Tuttavia, la controparte italiana di Gatland, Kieran Crowley, era più entusiasta della serie prodotta dai produttori di F1: Drive to Survive. “Sarà fantastico per il rugby italiano. È nostro dovere promuovere il rugby. Penso che il rugby Test Match sia diventato noioso sotto molti aspetti, l’importante è vincere. E il rugby in generale sta attraversando momenti difficili, con lesioni alla testa, quindi penso che sia una grande iniziativa avere Netflix a bordo. Non abbiamo problemi con questo. Lo stiamo accettando. Dobbiamo solo tenere sotto controllo alcuni dei nostri ragazzi e assicurarci che non Non cercare di essere delle star del cinema”.