Dicembre 8, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Vladimir Putin dichiara la legge marziale nelle aree annesse dell’Ucraina poiché il comandante russo ammette che la situazione è “tesa” per le sue forze

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato la legge marziale nelle quattro regioni dell’Ucraina dichiarate dalla Russia: Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporizhia.

In osservazioni televisive ai membri del suo Consiglio di sicurezza, Putin ha anche ordinato al governo di creare uno speciale consiglio di coordinamento guidato dal primo ministro Mikhail Mishustin per lavorare con le regioni russe per far avanzare lo sforzo bellico in Ucraina e per conferire poteri di emergenza aggiuntivi ai capi di tutti gli stati. regioni della Russia.

Putin non ha immediatamente chiarito quali passi sarebbero stati presi in base alla legge marziale, ma ha detto che il suo ordine era in vigore da giovedì.

Il suo decreto concedeva alle forze dell’ordine tre giorni per formulare proposte concrete e ordinava la creazione di forze di difesa regionali nelle quattro regioni annesse.

Ciò è avvenuto quando il nuovo comandante delle forze russe in Ucraina ha offerto un raro riconoscimento della pressione a cui sono sottoposti dagli attacchi ucraini per riconquistare le regioni meridionali e orientali che Mosca afferma di aver annesso poche settimane fa.

“La situazione nell’area dell’operazione militare speciale può essere descritta come tesa”, ha detto al canale di notizie Rossiya 24 Sergei Surovkin, comandante dell’aeronautica russa, che guida le forze di invasione russe.

Dall’afflusso di truppe russe attraverso il confine ucraino il 24 febbraio in quella che Putin ha definito una “operazione militare speciale”, il conflitto si è concluso con una guerra di logoramento che è stata combattuta principalmente nell’est e nel sud.

Il generale Surovkin ha affermato che le posizioni delle forze russe a Kobyansk e Lyman a est e l’area tra Mykolaiv e Kryvyi Rih nella regione di Kherson sono costantemente sotto attacco.

Un uomo calvo pesante in uniforme militare siede su una sedia davanti a una variante della bandiera russa.
Il comandante russo in Ucraina, il generale Sergei Surovkin, partecipa a un’intervista alla televisione russa.(Il servizio stampa del Ministero della Difesa russo tramite AP)

Sembrava anche riconoscere il pericolo che le forze ucraine avanzassero verso Kherson, vicino alla foce del fiume Dnipro, sulla riva occidentale.

“La situazione in quest’area è difficile. Il nemico sta deliberatamente bombardando le infrastrutture e gli edifici residenziali”, ha detto.

Funzionari sostenuti dal Cremlino affermano che l’attacco a Kherson è “imminente”

In un’altra indicazione della preoccupazione russa, il capo della regione strategica di Kherson meridionale insediata dal Cremlino mercoledì ha esortato i civili a fuggire dall’area il prima possibile, citando un imminente attacco ucraino.

Le forze russe nella regione si sono ritirate di 20-30 chilometri nelle ultime settimane e rischiano di chiudersi sulla sponda destra o occidentale del fiume Dnipro di 2.200 chilometri che divide l’Ucraina.

Due soldati in tenuta da combattimento guardano una trincea in una foresta.
Soldati ucraini ispezionano le trincee scavate dai russi nella regione di Kherson.(AP Foto: Liu Corea)

La Russia conquistò la città nei primi giorni dell’invasione e l’unica grande città ucraina catturata dalle forze di Mosca rimane intatta.

I funzionari sostenuti dal Cremlino hanno detto, mercoledì, che si stavano preparando a difendere la città e hanno anche impedito ai civili di entrare nell’area per i successivi sette giorni.

“Nessuno sta per consegnare Kherson, ma è indesiderabile che la popolazione si trovi in ​​una città dove verranno condotte operazioni militari”, ha affermato il governatore della regione nominato dalla Russia, Vladimir Saldo.

“Ci aspettiamo un attacco e la squadra ucraina non lo nasconde”, ha aggiunto.

Il suo vice, Kirill Strimosov, ha detto che un attacco ucraino era imminente.

“Ti chiedo di prendere sul serio le mie parole e di prenderle nel senso: l’evacuazione più veloce possibile”, ha detto in un post a tarda notte su Telegram.

La televisione di stato russa ha riferito che i residenti di Kherson hanno ricevuto messaggi di testo che li avvisavano dell’urgente necessità di evacuare.

Se l’Ucraina riprendesse il controllo di Kherson, infliggerebbe un’altra grave sconfitta all’esercito russo e metterebbe alla prova l’impegno dichiarato di Putin a difendere quello che afferma essere territorio russo con tutti i mezzi disponibili, comprese le armi nucleari.

“Al momento, abbiamo capacità sufficienti per respingere gli attacchi e avviare un contrattacco, se la situazione tattica lo richiede”, ha detto Saldo alla televisione russa.

“La città resisterà, dobbiamo semplicemente proteggere i residenti pacifici. I soldati sanno cosa fare e moriranno”.

Una lunga fila di persone vestite con abiti invernali che trasportano borse su un marciapiede dall'aspetto industriale.
I residenti di Kherson si allineano sulle navi durante l’evacuazione della città mercoledì.(Izvestia tramite Reuters)

Ha detto che più di 5.000 persone hanno già lasciato l’area negli ultimi due giorni e che circa 10.000 persone verranno ricollocate ogni giorno per i prossimi sei giorni.

In risposta alle dichiarazioni dei funzionari su Kherson, mercoledì un consigliere presidenziale ucraino ha affermato che “la realtà può ferire”.

“È passato meno di un mese dal grandioso annuncio dell’annessione di Kherson e dal solenne concerto sulla Piazza Rossa, durante il quale l’autoproclamata ‘amministrazione cittadina’ è stata cerimoniosamente evacuata in attesa della giustizia ucraina”, ha scritto su Twitter Mikhailo Podolak.

“La realtà può farti male se vivi in ​​un mondo fantastico.”

Un altro funzionario ucraino, il capo di stato maggiore dell’ufficio presidenziale Andrei Yermak, ha accusato la Russia di organizzare uno “spettacolo di propaganda” con richieste di evacuazione e di aver cercato di intimidire i residenti di Kherson con quelli che ha descritto come comunicati falsi.

Putin rivendica scioperi alle infrastrutture come rappresaglia per l’attacco al ponte

La Russia ha lanciato nuovi attacchi contro obiettivi militari ed energetici in Ucraina, ha affermato mercoledì il ministero della Difesa russo nella sua dichiarazione quotidiana, aggiungendo che “tutti gli obiettivi identificati sono stati colpiti”.

Ciò fa seguito ai precedenti attacchi a Kiev e ad altre città ucraine utilizzando missili e droni nell’ultima settimana e mezzo, nella più grande ondata di attacchi aerei contro l’Ucraina dall’inizio dell’invasione.

READ  Funzionari nigeriani hanno affermato che il segretario generale dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, Muhammad Barkindo, è morto