Novembre 27, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Verso la qualificazione: in Italia, gli editori di libri di testo scolastici raschiano gli atteggiamenti di genere: Asahi Shimpan

Mamme e papà vanno a lavorare in cucina. Ragazzi confusi e molto coraggiosi, bambine timide ed eleganti. Uomini che possono ottenere qualsiasi lavoro vogliano: astronomi, avvocati, postini, cuoche….mamme e casalinghe a tempo pieno o, più raramente, insegnanti di scuola e parrucchiere. Sono gli stessi degli anni ’50? Può sembrare di sì, ma fino a qualche anno fa non era raro trovarli in tutti i libri di testo delle scuole elementari d’Italia.

Ancora oggi, conoscere quei libri antichi sembra di fare un viaggio al momento giusto. Negli ultimi anni, gli editori di libri di testo hanno deciso di prendere una direzione diversa. “Oggi il libro di testo scolastico non può essere integrato senza tenere conto dell’orientamento di genere. È un bene che le persone prendano molto sul serio questo cambiamento”, ha affermato Irene Beammy, educatrice di genere e docente presso l’Università di Firenze.

Negli ultimi quattro anni, la signora Beammy ha anche lavorato come consulente per Obi-Wan Barita (Mission Equality), un progetto che riunisce due editori italiani, Rizoli Education e Centro Study Ericsson, che hanno adottato termini interni consensuali per produrre un serie di illustrazioni che forniscono una rappresentazione uguale per entrambi i sessi.

Gli estratti dell’intervista sono i seguenti:

Domanda: Per il tuo libro A Sex Education: You Read Gender Stereotypes nei libri di testo della scuola primaria (Educacion Cestista. Lo scopri?

raggio: In primo luogo, sotto la rappresentazione di donne e ragazze: solo il 37 percento delle storie presenti in quei libri presenta una donna in un ruolo principale. La sessualità nascosta in quei libri mostra che può avere conseguenze di vasta portata. Durante i laboratori che frequento regolarmente nelle scuole, le donne hanno meno probabilità di leggere quei libri e alcune rispondono: “Ovviamente, sono meno importanti”.

READ  MLS Page per completare lo straordinario passo avanti dell'Italia

Ci sono molti tipi simili. In queste storie, raramente vedrai donne che lavorano; Tutte le ragazze sono timide, eleganti, brave studentesse, mentre i ragazzi sono coraggiosi e attivi, a volte aggressivi. È come esplorare antichità di tempi molto antichi.

K: Secondo te le cose sono migliorate da allora?

raggio: Se guardo i libri di testo oggi, direi di sì. Ma nel 2016, due ricercatori, Cristiano Corsini e Irene Sierre, hanno utilizzato una fase di analisi simile nei libri di testo più recenti, i cui risultati erano davvero pessimi, e le cose sembravano peggiorare.

K: Perché pensi che i libri di testo non possano scuotere le posizioni di genere?

raggio: Gli editori si rivolgono a un pubblico specifico, a un pubblico scolastico, il che rende molto difficile accogliere il cambiamento. Le scuole italiane sono uno specchio tardivo di quanto sta accadendo nel Paese e non riescono a stare al passo con tutti i cambiamenti avvenuti nella nostra società. Per prima cosa, non dobbiamo dimenticare che la maggior parte degli insegnanti viene formata negli anni ’70 e ’80, e quindi porta quella cultura nelle loro classi.

In secondo luogo, non è stata fornita alcuna formazione specifica sulle questioni di genere agli insegnanti più anziani o più giovani. C’è un aspetto emotivo in questo. Una madre con un’armatura Merende per bambini, ragazzi coraggiosi e bambine impegnate con i loro giocattoli. È quasi una rappresentazione mitica, ma allo stesso tempo una delle più rassicuranti. Gettare quella cultura nel piatto e consigliare qualcosa di nuovo è più facile a dirsi che a farsi.

K: “Opioido Barita” prova a farlo però. Sei il loro principale consigliere: qual è esattamente il tuo ruolo?

READ  9 Consigli Per Vincere Alle Slot Online

raggio: Ho guidato un team che ha delineato alcune linee guida pratiche che i nostri editori devono implementare come criterio di base. Il mio lavoro ora è modificare ogni libro, pagina per pagina, senza sforzo.

K: Cosa significa questo?

raggio: Percorro le galee con un bel pettine a denti. Mi pongo domande del tipo: quanti insegnanti e insegnanti sono inclusi? Uomini e donne sono uguali nei ruoli principali nelle storie? Sono identici? Guardo il libro nel suo insieme, non mi concentro su un paragrafo. Se ho problemi con qualcosa, lo faccio notare agli editori poiché vengono citati stereotipi espliciti o indesiderabili.

Ma in generale miro a ottenere l’aspetto generale del libro. Scendo a controllare e leggere la sua lingua. Ad esempio, rimuovo tutte le istanze di mascolinità dalle istruzioni per i compiti. Mi piace usare “discussione con i tuoi compagni di classe” o “con i tuoi compagni di classe” invece del solito “discussione con i tuoi compagni di classe”. Alla fine, invio i miei consigli all’assistente editore, il cui compito è correggere tutte le incongruenze.

Dopo alcuni mesi, ricevo una nuova calligrafia, faccio la verifica finale, questa volta tenendo conto delle immagini e degli esempi. Poi, quando tutto è al posto giusto, il libro viene inviato alle tipografie.

K: Il tuo lavoro significa spesso eliminare, piuttosto che aggiungere?

raggio: No, questo non basta per eliminare l’omogeneità. Il nostro obiettivo è creare qualcosa di nuovo chiamato “contro-descrizioni”. Ma come li usi è importante. Per me non esiste libro migliore in cui tutte le mamme astronaute e tutti i papà sono impegnati a preparare la cena in cucina dove i maschi si vergognano e tutte le bambine sono così [feminist icon] Pippi Calzelunghe.

READ  Partita Romania - Italia della Coppa del Mondo "Billy Jean King Cup" in programma a Cluj-Napoca il 16 e 17 aprile 2021

Il miglior libro è quello che può fornire una rappresentazione plurale della realtà perché la diversità culturale è un passo verso il raggiungimento dell’uguaglianza. Non abbiamo bisogno di libri che mostrino la visione invertita del mondo: sarebbe totalmente pianificato. Nel nostro mondo, così come ci sono ragazzini emotivi e ragazzine sportive, ci sono tante mamme lavoratrici che sono scienziate, avvocate o post-donne: perché non illuminarle?

***

Questo articolo è pubblicato come parte di “Towards Equality”, uno sforzo internazionale e collaborativo per riunire 15 media internazionali per evidenziare le sfide e le soluzioni per raggiungere l’uguaglianza di genere. Asahi Shimbon partecipa a questa campagna guidata da Sparknews.