Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Venezia: un club costruito sull’acqua sale ai vertici del calcio italiano

I giocatori del Venezia Football Club hanno festeggiato la loro promozione con una parata unica in tutta la città

La maggior parte dei titoli e delle promozioni vengono celebrati in un autobus scoperto. A Venezia lo fanno in gondola.

Immersa nella storia e nella cultura e famosa in tutto il mondo per la sua grandezza architettonica e i suoi distinti corsi d’acqua, la città italiana di solito non è associata a una squadra di calcio.

Tuttavia, dopo tre fallimenti in 10 anni – ognuno dei quali ha portato al rientro nel quarto livello del calcio italiano – tutto potrebbe essere destinato a cambiare.

Tornato in Serie A dopo 19 anni di assenza, il Venezia FC è in ascesa dopo un periodo turbolento nella storia del club.

I loro dieci uomini hanno resistito eroicamente nell’ultima gara di ritorno della scorsa stagione contro il Cittadella, prima che un gol al 93′ suggellasse la vittoria e scatenasse scene di giubilo tra giocatori e personale allo stadio Pier Luigi Pinzo, a solo un miglio di distanza. La famosa Piazza San Marco della città.

Quelle scene erano in qualche modo sul podio mentre i giocatori partivano, uniti da una processione di barche e salutavano i ponti mentre i fan mostravano la loro gratitudine a terra e in acqua, ai canali della città in una celebrazione unica del loro successo.

“Questo è il modo in cui il club ha sempre festeggiato”, ha detto a BBC Sport l’allenatore del Venezia ed ex attaccante Paolo Poggi.

“Vedere la felicità negli occhi dei giocatori, dell’apparato e dei proprietari e godersela con tutti i tifosi sui ponti – per me è stato come un sogno, è stato un sogno diventato realtà”.

Boggi, che ha iniziato e concluso la sua carriera calcistica con il club della sua città prima di assumere l’attuale incarico, ha aggiunto: “Se penso a quel momento mi sento molto felice, soprattutto dopo un anno difficile con il Covid.

READ  L'Inter Christian Eriksen sarà dimesso oggi dall'ospedale con dubbi sul suo futuro nerazzurro

“Negli ultimi 12 anni il club ha avuto tanti problemi, grossi problemi. Abbiamo perso un’intera generazione di tifosi, abbiamo perso lo spirito del club. Non è stato facile.

“Fortunatamente siamo ancora qui, ma avrebbe potuto essere diverso”.

I tifosi del Venezia salpano sulle barche per partecipare allo spettacolo
I tifosi si sono uniti ai giocatori del Venice FC in barca durante la loro promozione, mentre altri hanno guardato dai ponti

I festeggiamenti unici nelle strade e nei corsi d’acqua che seguirono la promozione di Venezia prevedevano un club sostenuto con passione, ma che avrebbe potuto facilmente svanire dall’esistenza.

I vincitori della Coppa Italia 1941 sono stati retrocessi dalla Serie A nel 2002 dopo la loro terza stagione in Serie A in quattro anni, e un periodo di relativa stabilità è crollato durante la notte quando l’allora proprietario Maurizio Zamparini ha fatto il tutto esaurito e ha portato con sé 12 giocatori – più l’allenatore – a Palermo .

Il club dovrà ricominciare in quarta divisione nel 2005, 2009 e 2015 mentre vacilla sull’orlo del collasso finanziario.

Tuttavia, dopo il fallimento per la terza volta in un decennio, la rinascita del nome del Venice FC nell’ottobre 2015 aprirà la strada a tre promozioni in sei stagioni.

Venezia festeggia la promozione
Il Venezia è arrivato quinto in Serie B nella stagione 2020-21 e ha vinto gli spareggi per promuovere

Salvato dall’ambizioso investitore americano Joe Takobina, la cui accattivante nomina dell’ex allenatore dell’AC Milan Filippo Inzaghi come allenatore ha assicurato successive promozioni in Serie B, il club ha completato il suo recupero sotto l’attuale presidente ed ex presidente del NYSE Duncan Niedrauer.

Da allora l’allenatore Paolo Zanetti è stato premiato per aver contribuito con un nuovo contratto fino al 2025 mentre il Venezia spera in un futuro più certo.

“Non ho mai avuto l’opportunità di giocare per il club in prima divisione, quindi unirsi a lui ora significa molto per me”, ha detto Boggi, che è nato vicino allo stadio e ha assistito agli allenamenti e alle partite ogni settimana prima del suo carriera. sembrare.

READ  Puigdemont un uomo temporaneamente libero; Il giudice italiano sospende la sentenza

“Il nostro obiettivo ora è far conoscere il club come la città in tutto il mondo”, ha aggiunto.

“Giochiamo nel secondo stadio più antico d’Italia, su un’isola, è qualcosa di unico al mondo.

“Vogliamo che i nostri tifosi si sentano orgogliosi della nostra squadra di calcio perché meritano di avere un club forte in questa città.

“Ora penso che tutto sia possibile. La cosa più importante è essere in Serie A ogni stagione, ovviamente. È una stagione molto cruciale e se possiamo rimanere in Serie A, penso che il futuro sarà luminoso”.

Paolo Poggi lavora per Piacenza
Durante la sua permanenza a Piacenza, Paolo Poggi ha segnato il gol più veloce nella storia della Serie A nel 2001. Ha stabilito il proprio record di otto secondi per 19 anni, fino a quando Rafael Leao del Milan ha segnato sei secondi dopo nel dicembre 2020.

Lo stadio Pier Luigi Pinzo, semplice casa del Venezia, fa pensare al difficile percorso che il club ha intrapreso per raggiungere la Serie A.

Si trova ai margini dell’isola principale di Venezia e la sua modesta capacità di 7.400 sarà la più piccola della divisione di una certa distanza.

Ma, circondato su due lati dall’acqua e accessibile solo in barca o passeggiando per la famosa città – che attrae più di 25 milioni di turisti in un anno tipo – suggerisce anche il potenziale di Venezia come marchio globale.

In effetti, non c’è esempio più grande del crescente fascino del club dell’ultima collezione di eleganti divise per la casa e attrezzatura per l’outdoor che è andata esaurita a poche ore dalla sua uscita.

Stadio Pier Luigi Pinzo
Lo Stadio Pier Luigi Penzo di Venezia è il secondo stadio di calcio più antico d’Italia

“Le partite sono molto diverse nel senso che dobbiamo portare una barca in campo”, l’attaccante scozzese Harvey St Clair, che si è unito al club nel 2018 dopo 12 anni al Chelsea, BBC World Service.

Il 22enne ha aggiunto: “È un posto davvero unico dove giocare le nostre partite e lo stadio ha molto carattere.

READ  Ramos e Donnarumma rafforzano il PSG, ma Mbappe resterà? | sport di bufalo

“Tutti tranne uno dei giocatori vivono sulla terraferma, quindi parcheggiamo le nostre auto e prendiamo una grande barca della squadra per tutto il giro di Venezia fino a Penzo”.

Il Venezia inizierà il campionato di Serie A in trasferta contro il Napoli domenica 22 agosto, anche se dovrà aspettare il 19 settembre per accogliere il ritorno del calcio di Serie A, contro lo Spezia.

“Sono curioso di vedere come sarà, di vedere come saranno i tifosi, come sarà il nuovo stadio, ma la cosa più importante per me è che giocheremo in casa nostra”. disse.

“Camminare allo stadio è la cosa unica quando vieni a vedere una partita qui. Ci sono piani per costruire un nuovo stadio e ciò potrebbe essere possibile in futuro, ma per ora, lo stadio che abbiamo è qualcosa che vale la pena guardare”.

“Se i tifosi sono emozionati quanto noi, penso che sarà una grande festa. Spero anche in un risultato, ovviamente”.