Settembre 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Veena Sahajwalla “Waste Queen” ha vinto il premio Eureka

Eureka Prize

La professoressa Vina Sahagwala, pioniere di una nuova generazione di materiali “verdi” e prodotti sostenibili, è stata una dei quattro ricercatori dell’Università del New South Wales a Sydney a ricevere ieri sera l’Eureka Prize 2022 dell’Australian Museum.

La professoressa Sagwala ha vinto il Premio Celestino Eureka per aver promosso la comprensione della scienza per il suo lavoro nel portare la scienza della sostenibilità a un vasto pubblico nella società.

Attraverso la sua ricerca e il coinvolgimento della società e dell’industria, la professoressa Sahgwala sta cambiando la mentalità della nazione per vedere i materiali indesiderati non come rifiuti, ma come una risorsa preziosa.

“È un onore incredibile ricevere il Premio Eureka 2022 per far progredire la comprensione della scienza. È un grande onore poter condividere con una comunità più ampia l’importante ruolo che la scienza svolge nella nostra vita quotidiana”, ha affermato.

“Senza la scienza, non saremmo in grado di godere della maggior parte delle cose che ora diamo per scontate. La scienza è più pervasiva che mai e il suo ruolo nella ricerca di soluzioni per cose come il COVID-19 e i nostri sprechi urgenti, sostenibilità e sfide climatiche, ha creato una più ampia sete di conoscenza e ottimismo.

“Io e il team del Center for Sustainable Materials Research and Technology presso l’Università del New South Wales (UNSW)SMART @UNSW) a collaborare con la società e l’industria per affrontare le sfide che dobbiamo affrontare per contribuire al raggiungimento di migliori risultati sociali, ambientali ed economici. “

Il professor Sahajwalla ha inventato una tecnica di iniezione di polimeri nota come “acciaio verde”, che è un processo per l’utilizzo di pneumatici di scarto nella produzione di acciaio. Nel 2018 è stata lanciata presso lo SMaRT Center la prima MICROfactory al mondo, in grado di trasformare componenti di rifiuti elettronici come smartphone e laptop scartati in materiali preziosi da riutilizzare.

READ  Acer ha appena aggiornato il Chromebook Classroom con uno schermo 3:2

L’impianto è stato il primo di una serie di fabbriche più piccole a convertire una varietà di flussi di rifiuti come vetro, plastica e legno in materiali e prodotti commerciali.

parlare con Revisione della gestione dei rifiuti All’inizio di quest’anno, il professor Sahajwalla ha detto che il riciclaggio non è la fine del gioco, è solo l’inizio.

Dovremmo dire ‘C’è un modo migliore per fare le cose? “Per me, il metodo migliore dovrebbe essere per lo scopo dell’umanità.

“Mentre comunico con molte persone ogni giorno, vedo che questi problemi generano un’enorme ondata che dobbiamo abbracciare per aiutare la nostra comunità ad affrontare collettivamente le sfide che dobbiamo affrontare e migliorare il nostro benessere ambientale, sociale ed economico”.

Professoressa Raina McIntyreE il Il Kirby Institute dell’Università del New South Wales ha ricevuto l’Eureka Award for Leadership in Science and Innovation; I ricercatori del Garvan Institute of Medical Research, parte del gruppo “NanoMslide” che comprende la La Trobe University, l’Università di Melbourne e il Peter McCallum Cancer Center, hanno vinto il premio ANSTO Eureka per l’uso innovativo della tecnologia; Il progetto di ripristino ambientale, che comprende il dottorando Casey Kirchhoff, il dottor Mark Uwe, il professore associato Will Cornwell, il professor Richard Kingsford e il dottorando Thomas Mesaglio, ha vinto l’Eureka Award for Innovation in Citizen Science dal Department of Industry, Science, Energy e Risorse.

Per maggiori informazioni visita: www.newsroom.unsw.edu.au

Storie correlate:

rivoluzione del riciclo

L’Università del New South Wales guiderà il nuovo centro di ricerca governativo sui rifiuti