Dicembre 7, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Variante COVID Alpha rilevata in cani e gatti: gli animali domestici hanno avuto un esordio acuto di malattie cardiache, inclusa una grave miocardite

Un nuovo studio in cartella veterinaria Rivela che gli animali domestici possono essere infettati dalla variante alfa di SARS-CoV-2 (Il virus che causa COVID-19 negli esseri umani), che è stato scoperto per la prima volta nel sud-est dell’Inghilterra ed è noto come variante britannica o B.1.1.7. Questa variante ha rapidamente superato le varianti preesistenti in Inghilterra grazie alla sua maggiore suscettibilità alla trasmissibilità e all’infezione.

Lo studio descrive la prima identificazione della variante alfa di SARS-CoV-2 negli animali domestici; Due gatti e un cane sono risultati positivi al test PCR, mentre altri due gatti e un cane hanno mostrato anticorpi da due a sei settimane dopo aver mostrato segni di malattie cardiache. Molti proprietari di questi animali hanno manifestato sintomi respiratori diverse settimane prima che il loro animale si ammalasse e sono risultati positivi anche al COVID-19.

Tutti questi animali hanno avuto un esordio acuto di malattie cardiache, inclusa la miocardite acuta (infiammazione del muscolo cardiaco).

Variante animale alfa COVID

Un nuovo studio nel registro veterinario ha rivelato che gli animali domestici possono essere infettati dalla variante alfa di SARS-CoV-2. Credito: Dr. Frasin

“Il nostro studio riporta i primi casi di cani e gatti affetti dalla variante alfa del COVID-19 e mette in evidenza, più che mai, il rischio di infezione negli animali concomitante con SARS-CoV-2”, ha affermato l’autore principale Luca Ferasin, DVM. Ph.D. Ralph Veterinary Referral Centre, Regno Unito. “Abbiamo anche riportato manifestazioni cliniche atipiche caratterizzate da grave disfunzione cardiaca, una complicanza ben nota nelle persone con COVID-19 ma non precedentemente descritta negli animali domestici. Tuttavia, COVID-19 negli animali domestici rimane un caso di È relativamente raro e basato dalle nostre osservazioni, sembra che la trasmissione avvenga dall’uomo agli animali domestici, non il contrario».

READ  Lo scrittore Atlantic critica le nuove linee guida sulla maschera di CDC: Troppo timido, Troppo complicato, Troppo tardi

Riferimento: “Infezione con un virus B.1.1.7 variante SARS-CoV-2 rilevato in una coorte di cani e gatti con sospetta miocardite” di Luca Frassin, Matthew Fritz, Heidi Frassin, Pierre Piccoart, Sandrine Corbett, Mradig Aguileh e Vincent Legros ed Eric M. Leroy, 4 novembre 2021, disponibile qui. cartella veterinaria.
DOI: 10.1002 / vetr.944.003