Gennaio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Vacanze Italia: Buffa di Pereiro nelle Dolomiti è la solitudine del mondo

Puoi a malapena vederlo incastonato nella parte anteriore rocciosa di una remota catena montuosa, figuriamoci cercare di raggiungere la porta d’ingresso.

La casa più isolata del mondo, attaccata al lato di una remota catena montuosa, è vuota da 100 anni e il mistero rimane.

Situata a 3000 metri sul livello del mare nel mezzo delle tentacolari Dolomiti in Italia, l’eccezionale casa è incastonata nella facciata rocciosa laterale, il Sole rapporti.

La strana posizione dell’abitazione nota come Buffa di Perrero ha lasciato perplessi per decenni le persone che hanno ipotizzato come gli uomini del disboscamento possano avercela fatta.

Sorprendentemente, si ritiene che l’imponente proprietà sia stata costruita più di 100 anni fa durante la prima guerra mondiale.

Si dice che abili soldati italiani costruirono il rifugio come luogo di riposo mentre combattevano gli austro-ungarici attraverso il terreno accidentato.

Avrebbero usato il cuscino nascosto per immagazzinare rifornimenti e ripararsi dal nemico e dagli oggetti.

La splendida architettura poteva essere raggiunta solo da scale di corda e funivie improvvisate – o da un infido passo di montagna che solo i coraggiosi avrebbero osato scalare.

Si avvisano gli esploratori che il sentiero, che fa parte della Viata Ivano Dipona, richiede un “alto livello di preparazione” per l’arrampicata.

La via ferrata – italiana per “pista di ferro” – è attrezzata con scale d’acciaio, gradini e cavi costruiti nella montagna per consentire agli scalatori di utilizzare per navigare sezioni difficili.

Chi raggiunge la zona appartata può sbirciare all’interno del misterioso dipinto.

Ma a parte ammirare l’architettura e le viste panoramiche dall’alto, non c’è molto da vedere.

La stanza stretta e rivestita di legno era stranamente piena di numerose sedie di legno bianco, il che suggerisce che i soldati o gli avventurieri moderni semplicemente colgono l’opportunità di alzare i piedi.

READ  Contaminazione variabile Deltacron: il commissario per la sanità pubblica di Chicago spiega perché non è preoccupata per le segnalazioni del ceppo COVID

Il che ha senso, perché alcuni dei sentieri delle Dolomiti possono richiedere circa una settimana per essere percorribili.

La sezione di Auronzo del Club Alpino Italiano (CAI) – un gruppo che sovrintende ai sentieri escursionistici della zona – sembra essersi ispirata all’insolito, poiché hanno costruito un rifugio contemporaneo per rivaleggiare con questo storico rifugio.

Hanno commissionato un nuovo moderno paradiso escursionistico per viaggiatori stanchi che si trova lungo il sentiero Forcella Marmarole e può ospitare fino a 12 persone.

Un guscio è stato tenuto in posizione spettacolare da un elicottero mentre la sua posizione dà l’illusione che stia effettivamente cadendo da una vasta catena montuosa.

Gli esploratori possono salire su uno skilift così lontano prima di intraprendere l’estenuante trekking di cinque ore verso il meraviglioso santuario.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da il Sole Riprodotto con permesso