Maggio 8, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un’isola caraibica ricoperta di cenere attende più potenziali eruzioni vulcaniche

La cenere ha coperto parti dell’isola di Saint Vincent nei Caraibi orientali e ha esacerbato le comunità con un forte odore solforico il giorno dopo l’eruzione del vulcano La Soufriere.

Più di 16.000 persone Sono stati costretti a evacuare nelle ore precedenti l’esplosione Molti rimangono in rifugi o fuggono verso altre isole vicine.

I lussureggianti villaggi caraibici il sabato si sono trasformati in versioni grigio scuro di villaggi alpini sotto una coltre di fuliggine fine, che aleggia anche nell’aria, bloccando la luce del sole e insinuandosi nelle case, nelle auto e nei nasi.

Ash cadde fino alle Barbados, a circa 190 chilometri a est di Saint Vincent.

Alcune persone hanno registrato le loro porte e finestre e ripetutamente spazzato via dalle loro case mentre guardavano un’altra eruzione dal vulcano.

“Sentiamo il rombo da qui e abbiamo visto lampi la scorsa notte”, ha detto Rukersha Jackson, una specialista di marketing di 22 anni che vive con la sua famiglia un po ‘fuori dalla zona di evacuazione che copre il terzo settentrionale dell’isola.

Una strada cittadina con macchine ricoperte di cenere e aria torbida.
La cenere copriva parti dell’isola, rendendo l’aria difficile da respirare.(

Reuters: Robertson S Henry

)

I paesi vicini, tra cui Antigua e Guyana, si sono offerti di aiutare spedendo rifornimenti di emergenza o aprendo temporaneamente i loro confini agli sfollati che trasportano quanti più oggetti personali possono in valigie e zaini.

Le compagnie di crociera si sono offerte di aiutare alcuni degli sfollati a lasciare l’isola, anche se questo non era previsto prima di lunedì.

Nel frattempo, almeno alcuni degli sfollati coperti di cenere sono fuggiti dalla zona sabato con piccole imbarcazioni dirette ad altre parti dell’isola principale.

Il vulcano continua a rimbombare

Il vulcano, che ha avuto la sua ultima grande eruzione nel 1979, ha continuato a bombardare e gli esperti hanno avvertito che le eruzioni potrebbero durare per giorni o settimane.

Una precedente eruzione nel 1902 uccise circa 1.600 persone.

“La prima eruzione non è necessariamente la più grande eruzione che questo vulcano causerà”, ha detto durante una conferenza stampa Richard Robertson, un geologo del Centro di ricerca sismologica dell’Università delle Indie occidentali.

Caricamento in corso

Per molti, le condizioni sono peggiorate durante la notte quando le case, le automobili, le strade e persino l’asfalto a est della capitale, Kingstown, all’estremità opposta dell’isola, a circa 30 chilometri di lunghezza dal cratere, sono peggiorate durante la notte.

L’isola di Saint Vincent possiede circa il 90% del territorio situato sulle 32 isole, Saint Vincent e Grenadine.

La maggior parte degli oltre 100.000 abitanti del paese vive intorno alla capitale.

Il primo ministro Ralph Gonçalves ha detto a NBC Radio, una stazione locale, che i funzionari stavano cercando di capire il modo migliore per raccogliere e smaltire le ceneri.

“È difficile respirare”, ha detto il signor Gonsalves, aggiungendo che mentre lo sfiato del vulcano diminuiva, rimaneva un grande pennacchio di cenere e fumo.

Ha chiesto alle persone di rimanere calme e pazienti e di continuare a proteggersi dal virus Corona, poiché ha festeggiato di non aver segnalato morti o feriti dopo l’eruzione.

“L’agricoltura sarà gravemente colpita e potremmo perdere alcuni animali, e dovremo riparare le case, ma se abbiamo la vita, e abbiamo la forza, allora la ricostruiremo meglio, più forte, insieme”, ha disse.

Il signor Gonsalves ha detto che potrebbero volerci fino a quattro mesi prima che la vita torni alla normalità.

Circa 3.200 persone alloggiavano in 78 rifugi governativi mentre quattro navi da crociera vuote erano nelle vicinanze, in attesa di trasportare gli sfollati nelle isole vicine.

Coloro che risiedono nei rifugi sono stati testati per COVID-19 e chiunque risulti positivo verrà trasferito in un centro di isolamento.

L’attività sismica ha fornito un avvertimento

La prima esplosione è avvenuta venerdì mattina, un giorno dopo che il governo ha ordinato l’evacuazione forzata sulla base degli avvertimenti degli scienziati che hanno notato una sorta di attività sismica prima dell’alba di giovedì, il che significa che il magma si stava muovendo vicino alla superficie.

Una colonna di cenere a più di 7 km nel cielo è esplosa, con fulmini che si sono schiantati attraverso la nuvola torreggiante venerdì in tarda serata.

Il Centro di ricerca sul terremoto dell’UWI ha riferito che una seconda esplosione ha inviato un’altra colonna di cenere nell’aria a circa 4 km nell’aria intorno alle 14:45 ora locale.

Caricamento in corso

Chili’s Rogers, che vive nella comunità di Piapo, una zona considerata sicura, ha detto di sentire il costante clamore.

“[It’s the] Per la prima volta assisto a un’eruzione vulcanica “.

Ash ha costretto molte cancellazioni di voli e scarsa visibilità per le evacuazioni in alcune zone.

I funzionari hanno avvertito che Saint Lucia e Grenada potrebbero vedere una leggera caduta di cenere mentre il vulcano alto 1.220 metri continua a crollare.

Si prevedeva che la maggior parte della cenere sarebbe stata diretta a nord-est verso l’Oceano Atlantico.

La Soufriere in precedenza ha avuto un’eruzione vulcanica a dicembre, spingendo esperti di tutta la regione a volare e analizzare, tra gli altri, la formazione di una nuova cupola vulcanica e i cambiamenti nel lago del cratere.

I Caraibi orientali hanno 19 vulcani vivi, inclusi due vulcani sottomarini vicino all’isola di Grenada.

Uno di questi, Kick ‘Em Jenny, è attivo negli ultimi anni. Ma il vulcano più attivo di tutti è Soufriere Hills a Montserrat. È scoppiata ininterrottamente dal 1995, devastando la capitale, Plymouth e uccidendo almeno 19 persone nel 1997.

AP

READ  La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti vota per fare di Washington uno stato, ma una battaglia al Senato incombe