Luglio 7, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

UniCredit sceglie il servizio per reperire un portafoglio di prestiti UTP da 1 miliardo di euro

MILANO, 2 dic (Reuters) – UniCredit (CRDI.MI) seleziona una società di recupero crediti per servire un portafoglio da 1 miliardo di euro (1,1 miliardi di dollari) di cosiddetti prestiti a rischio improbabile (UTP), una persona vicina al materia ha detto.

UniCredit, l’unica banca italiana che i regolatori considerano di importanza sistemica globale, ha rifiutato di commentare.

I mutuatari UTP non sono ancora indietro e i prestiti possono essere recuperati riportandoli in salute. Tuttavia, il processo di recupero è più complesso rispetto ai crediti deteriorati e richiede competenze specifiche da parte delle società di servizi del debito.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

UniCredit sta inviando barzellette ai principali attori del settore e ai peer più piccoli specializzati in prestiti UTP, ha affermato la fonte, indicando le società di servizi del debito doValue (DOVA.MI), Intrum (INTRUM.ST), Gardant, Prelios e Aurora Recovery Capitale.

La dimensione media del prestito è di 20 milioni di euro, ha detto la fonte, dopo che sono stati consolidati due portafogli che la banca stava valutando di cedere separatamente.

Come altri istituti di credito italiani, UniCredit negli ultimi anni ha costantemente ridotto l’onere dei crediti deteriorati, che a fine settembre rappresentavano il 4,5% del totale dei prestiti, ovvero 20,7 miliardi di euro (23 miliardi di dollari). Di questi, poco più di 13 miliardi di euro erano prestiti UTP.

UniCredit, guidata dall’amministratore delegato Andrea Orsel da aprile, svelerà un nuovo piano industriale il 9 dicembre ($ 1 = € 0,8826)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a reuters.com

Segnalato da Valentina Za; Montaggio di Jason Neely

READ  GMIS ha collaborato con Confindustria italiana per potenziare la capacità industriale

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.