Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un’altra lotta per i malati di covid-19: i benefici della disabilità

Ma alcune persone con sintomi di Covid prolungati se la cavano bene – anche senza risultare positive al coronavirus – se sono in grado di mostrare un calo significativo della loro salute e capacità di lavorare.

Stephen Trumpeter, 49 anni, non è stato in grado di svolgere il suo lavoro di meccanico industriale dopo aver sviluppato sintomi di Covid, tra cui tosse, febbre, dolori muscolari e perdita del gusto e dell’olfatto, nel febbraio 2020. Ha chiesto la disabilità nel dicembre 2020 ed è stato approvato sei mesi dopo.

Trumpeter, un veterano della Marina che vive a Idaho Falls, nell’Idaho, ha affermato di ritenere che ampie cartelle cliniche che documentano la sua salute passata e le sue frequenti visite a una clinica medica dei Veterans Affairs nel 2020 abbiano contribuito a mostrare l’entità della sua malattia, con la “nebbia del cervello” che continua. e altre difficoltà.

“Ho sentito incubi in cui devi essere negato tre volte e poi assumere un avvocato per comparire davanti a un giudice, e non ho dovuto fare nulla di tutto ciò”, ha detto. “Ho solo dovuto aspettare.”

La signora Tejeman ha affermato che determinare se le persone hanno diritto ai benefici ha più a che fare con il modo in cui i loro sintomi influenzano la loro capacità di lavorare rispetto a una diagnosi esatta. Ha detto che un test Covid positivo, sebbene utile, potrebbe non essere necessario se altre prove mostrano chiaramente un’incapacità di lavorare.

“Non ci sono due casi uguali, ogni caso è individuale”, ha detto. “Guardiamo gli esami del medico, le cartelle cliniche, i trattamenti precedenti e se hanno altre condizioni”.

READ  SpaceX vince il contratto della NASA per un lander lunare

Long-Covid ha dimostrato di essere simile ad altre malattie difficili da diagnosticare, tra cui l’encefalomielite (nota anche come sindrome da stanchezza cronica), la fibromialgia, l’artrite reumatoide e la malattia di Lyme post-trattamento – condizioni che possono anche causare affaticamento, memoria e problemi articolari Dolore.