Ottobre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una settimana in rassegna – 17/09/21

Specialità

È stata un’altra settimana ribassista per le principali valute nella settimana terminata il 17NS Settembre. Il CAC40 ha aperto la strada al ribasso, scendendo dell’1,40%, con gli indici DAX30 e EuroStoxx600 che hanno registrato perdite rispettivamente dello 0,77% e dello 0,96%.

I dati economici dell’Eurozona non sono riusciti a supportare le principali valute, sebbene le statistiche tendano ad essere positive.

I dati economici deludenti provenienti dalla Cina a metà settimana hanno sollevato preoccupazioni sul mercato per le prospettive economiche.

La produzione industriale in Cina è aumentata del 5,3% su base annua ad agosto rispetto a un aumento previsto del 5,8%. A luglio la produzione è aumentata del 6,4%.

Gli investimenti in immobilizzazioni sono aumentati dell’8,9% contro il previsto 9,0%. A luglio, gli investimenti in immobilizzazioni sono aumentati del 10,3%.

Mentre i numeri dalla Cina hanno sollevato più bandiere rosse, i dati economici dagli Stati Uniti hanno impressionato, aggiungendo all’incertezza politica.

I nervosismi del mercato in vista della decisione politica del FOMC della prossima settimana e delle aspettative hanno portato a perdite per il DAX30 alla fine della settimana.

statistiche

I dati economici riguardano la crescita dei salari, la produzione industriale, il commercio e l’inflazione finale per l’Eurozona.

Anche i dati definitivi sull’inflazione per Spagna, Francia e Italia sono usciti, ma hanno avuto un leggero impatto sulle principali valute.

in 2seconda abbreviazione Su base trimestrale, i salari sono diminuiti dello 0,4% anno su anno, invertendo parzialmente l’aumento del 2,1% registrato nel trimestre precedente.

Positivi invece i dati sulla produzione industriale e sul commercio.

La produzione è aumentata dell’1,5%, invertendo il calo dello 0,1% rispetto a giugno, con l’avanzo commerciale dell’eurozona che è passato da 17,7 miliardi di euro a 20,7 miliardi di euro.

READ  Il Fondo Monetario Internazionale afferma di aver tagliato le sue previsioni di crescita globale a causa dell'aumento dei rischi

Alla fine della settimana, i dati definitivi sull’inflazione dell’Eurozona erano in linea con i dati preliminari. L’inflazione annuale dell’Eurozona è aumentata dal 2,2% al 3,0% ad agosto.

dagli Stati Uniti

Ad agosto, l’inflazione core annua è scesa dal 4,3% al 4,0% contro le attese del 4,2%. Sebbene sia stato più debole del previsto, il 4% ha continuato a rimanere al di sopra dell’obiettivo del 2% della Fed, lasciando sul tavolo il tapering.

A metà settimana, i numeri della produzione industriale e manifatturiera nell’Empire State di New York sono stati positivi sul mercato.

Giovedì, tuttavia, le vendite al dettaglio, il PMI manifatturiero della FED di Filadelfia e le richieste di disoccupazione sono state di maggiore importanza.

Ad agosto, le vendite al dettaglio sono aumentate dello 0,7% rispetto a un previsto calo dello 0,2%. Le vendite al dettaglio principali sono aumentate dell’1,8% rispetto a un calo dello 0,1%. A luglio, le vendite al dettaglio sono diminuite dell’1,1% e le vendite al dettaglio principali dello 0,4%.

Anche i numeri del settore manifatturiero sono stati ottimisti, con il PMI manifatturiero della FED di Filadelfia che è passato da 19,4 a 30,7 a settembre.

Tuttavia, i numeri delle richieste di disoccupazione non hanno impressionato, con 300.000 in meno di quelli rimasti fuori portata. Nella settimana che termina 10NS A settembre, le richieste di disoccupazione iniziali sono aumentate da 312K a 332K. Gli economisti si aspettavano un aumento a 330mila.

A fine settimana è migliorata anche la fiducia dei consumatori, seppur moderatamente. A settembre, l’indice di fiducia dei consumatori del Michigan è passato da 70,3 a 71,0, meno del previsto 72,0.

motori di mercato

di DAXÈ stata una settimana mista per il settore automobilistico. Continentale diminuito del 10,98%, con Volkswagen Concludendo la settimana in calo del 3,40%. BMW e Daimler Ha chiuso la settimana in rialzo rispettivamente dell’1,44% e del 2,88%.

READ  Il settore bancario può assorbire una crisi economica molto grave

È stata anche una settimana mista per il settore bancario. Banca tedesca È aumentato del 2,64% mentre Commerzbank È diminuito dello 0,18%.

di CACÈ stata una settimana mista per le banche. Bnp Paribas È salito dell’1,36% in controtendenza. Credit Agricole e Société Générale rispettivamente del 2,59% e dell’1,48%.

È stata anche una settimana mista per il settore automobilistico francese. Stellantis NV È aumentato dello 0,63% mentre Renault È diminuito dell’1,71%.

Air France – KLM Ha trovato il supporto tanto necessario, in aumento del 2,29%, mentre Airbus Ha chiuso la settimana con una perdita dell’1,15%.

Nell’indice VIX.

È tornata in rosso per molto rumore Nella settimana terminata il 17NS Settembre, terminando una serie di 2 guadagni settimanali consecutivi.

Dopo un balzo del 27,67% rispetto alla settimana precedente, il VIX è sceso dello 0,67% per chiudere la settimana a 20,81.

I 2 giorni in rosso di 5 sessioni, che hanno incluso un calo del 6,58% mercoledì, hanno portato al ribasso. Tuttavia, il rally dell’11,34% di venerdì ha limitato la tendenza al ribasso per la settimana.

Durante la settimana, il Nasdaq è sceso dello 0,47%, con il Dow e l’S&P500 che hanno chiuso la settimana in calo rispettivamente dello 0,07% e dello 0,57%.

la prossima settimana

È una settimana relativamente impegnativa a venire Calendario economico.

Le statistiche chiave includono i PMI preliminari del settore privato di settembre per Francia, Germania e zona euro.

Alla fine della settimana, influenzeranno anche i numeri IFO tedeschi per il clima economico.

Dagli Stati Uniti, sarà una settimana più tranquilla ma più toccante.

Sul fronte dei dati economici, i PMI del settore privato per settembre e le richieste di disoccupazione settimanali influenzeranno.

READ  Torna un ristorante italiano a Texarkana con un locale in centro

Tuttavia, l’evento principale di questa settimana è la decisione di politica monetaria e le prospettive della Federal Reserve.

Con la Fed che dovrebbe restare fedele alla politica, aspettatevi che le prospettive economiche e politiche della Fed siano fondamentali.

Questo è incredibile Articolo – Merce Postato originariamente su FX Empire

Altro da FXEMPIRE: