Giugno 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una massiccia tempesta solare crea aurore abbaglianti nell’estremo sud

Una massiccia tempesta solare crea aurore abbaglianti nell’estremo sud

Cape Canaveral, Florida (AP) – Un’intensa tempesta solare ha fatto brillare l’aurora boreale nel cielo a sud più del solito.

Un’esplosione di materiale surriscaldato dal sole alla fine della scorsa settimana ha emesso gas in fiamme noti come plasma verso la Terra a quasi 2 milioni di miglia all’ora (3 milioni di chilometri all’ora), ha detto lunedì la National Oceanic and Atmospheric Administration.

La Terra ha sentito il peso della tempesta domenica, secondo NOAA, mentre i meteorologi hanno avvertito gli operatori di centrali elettriche e veicoli spaziali del potenziale di interruzione.

L’aurora boreale è stata segnalata in alcune parti dell’Europa e dell’Asia. Negli Stati Uniti, i charter del cielo hanno ripreso scene dal Wisconsin, dallo stato di Washington, dal Colorado, dalla California, dal New Mexico e persino dall’Arizona, per lo più un bagliore rossastro piuttosto che il solito lampo verdastro.

“Non voglio che nessuna proiezione di queste tende verdi si muova avanti e indietro” così a sud, ha dichiarato Bill Murtagh, coordinatore del programma presso il NOAA Space Weather Prediction Center di Boulder, in Colorado.

Sebbene le condizioni siano migliorate, l’aurora boreale potrebbe essere ancora visibile fino al South Dakota e all’Iowa tra la fine di lunedì e l’inizio di martedì se il cielo è scuro.

Più a nord, lo spettacolo è stato migliore poiché le particelle energetiche interagiscono con l’atmosfera più vicino alla Terra, secondo Murtagh. Più a sud, la curvatura della Terra interrompe le scene più abbaglianti mentre le particelle interagiscono più in alto nell’atmosfera.

Murtagh ha detto che l’inquinamento luminoso a Boulder gli ha impedito di vedere l’aurora boreale domenica notte. Ma potrebbero esserci più opportunità con l’aumentare del ciclo solare.

READ  Come vedere le stelle cadenti

“Resta sintonizzato per ulteriori informazioni in arrivo”, ha detto.

Questa è stata la terza tempesta geomagnetica intensa dall’inizio dell’attuale ciclo solare di 11 anni nel 2019, secondo NOAA. L’agenzia prevede che il ciclo raggiungerà il picco nel 2024.

Le luci del sud, ha detto Murtagh, dovrebbero fornire prestazioni altrettanto buone per quelli laggiù.

___

La sezione Health and Science dell’Associated Press riceve il sostegno del gruppo Science and Education Media dell’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile per tutti i contenuti.