Dicembre 3, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una donna rivela messaggi spaventosi dall’uomo della manutenzione

La donna chiede di porre fine alla colpa della vittima dopo la condivisione Una serie di messaggi spaventosi Ricevuto da un addetto alla manutenzione.

Bee Jones, 36 anni, della Louisiana, ha postato su Twitter screenshot di messaggi in cui il lavoratore le diceva che sarebbe “venuta” nel suo appartamento solo per vederla in faccia.

“Buongiorno, ragazza”, iniziò. “Come stai.”

Una donna ha lasciato il suo appartamento dopo che un addetto alla manutenzione le ha inviato una serie di messaggi spaventosi che l’hanno fatta sentire insicura. Fonte: Twitter/ThunderCatHeaux

“Sto bene. Stai per dirmi che devi venire all’appartamento?”, rispose la signora Jones.

L’operaio ha risposto: “Sì, solo per vedere la tua faccia”. “Ho nostalgia di te.”

La signora Jones ha risposto: “Oh lol”.

“Sì. Posso entrare?”, chiese l’operaio non identificato, e la signora Jones disse: “No, signore”.

La signora Jones ha detto che l’uomo stava lavorando in un appartamento vicino dopo che i suoi vicini se ne erano andati e pensavano che potesse aver bisogno di andare a casa sua per aggiustare qualcosa in un’area comune.

La Jones ha detto a BuzzFeed: “Quando ho risposto ‘Oh lol’ è stato come una risata nella vita reale.

“Letteralmente non sapevo come rispondere a questo tipo di messaggio da qualcuno che non mi interessava. Anche la persona più carina può essere maligna”.

Schermate di messaggi spaventosi di un addetto alla manutenzione che ha detto di essere a casa della donna.  Fonte: Twitter/ThunderCatHeaux

In una serie di messaggi spaventosi, l’uomo le disse che era venuto solo per vedere il suo viso. Fonte: Twitter/ThunderCatHeaux

La situazione è diventata ancora più tesa quando l’operaio ha scritto: “Perché sono qui” e “Vengo”.

La signora Jones ha prontamente risposto: “No”.

READ  Airbnb è su un centro commerciale abbandonato rispetto alle stanze sul retro

“L’ho appena aperto”, ha scritto, seguito da uno dei tanti emoji ridenti.

“Chiamerò la polizia”, ​​ha avvertito, facendo indietreggiare l’uomo.

“Sono nel prossimo appartamento, smettila di inciampare”, ha detto.

La signora Jones ha detto che si sentiva insicura dopo il calvario e ha rotto il contratto un mese dopo.

“I proprietari erano una coppia che aveva una casa e l’aveva appena ristrutturata”, ha detto a BuzzFeed.

“Non gli importava di nient’altro che dell’affitto. Tutti gli inquilini hanno avuto diverse lamentele su cose diverse. Non è mai stato affrontato nulla.”

Una donna costretta a difendersi online

Dopo aver twittato sull’incidente, la signora Jones ha dovuto spiegare come l’uomo ha ottenuto il suo numero in un video separato.

“Molte di queste risposte chiedono come ha ottenuto il mio numero in primo luogo”, ha iniziato.

«Be’, vivevo solo in un edificio di quattro unità.

“Lui e il gestore della proprietà avevano tutti i nostri numeri di telefono… Non era perché gli ho dato il mio numero di telefono, non mi sono messo in contatto con lui, non ho avuto una relazione con lui che è peggiorata, non era niente del genere.

“Ha letteralmente usato il suo arrivo come uomo della manutenzione per molestarmi.”

Ha concluso il video dicendo: “Devi smetterla di incolpare la vittima”.

Altri parlano di prove spaventose

Altre donne hanno commentato il post, condividendo esperienze simili.

“Ricordo quando ero alle medie, un addetto alla manutenzione ha fatto irruzione nei nostri dormitori e ha sostituito il ventilatore a soffitto di mia madre con un ventilatore che lanciava una stella come [a] È rimasto sul soffitto e ha lasciato una nota su come voleva che lei vedesse le stelle”, ha scritto un utente di Twitter.

READ  Un presentatore televisivo che ha intervistato i talebani è fuggito dall'Afghanistan | Afghanistan

“È stato licenziato in seguito per aver rubato i soldi dell’azienda per comprare queste cose da dare ai residenti, come un ventilatore a soffitto. Una situazione molto spaventosa in seguito, ma all’epoca ero giovane e pensavo che il ventilatore fosse bellissimo”.

Un altro ha pubblicato che “un amico mi ha detto che un ragazzo di una concessionaria di auto è andato da lui [through] i suoi registri, ha trovato il suo numero e ha iniziato a scriverle. Era terrorizzata ma fortunatamente non aveva il suo indirizzo. Se le succede qualcosa, non saprò cosa fare”.

Hai un suggerimento per la storia? e-mail: newsroomau@yahoonews.com.

Puoi anche seguirci Sito di social network Facebooke Instagrame tic toc e Twitter Scarica l’app Yahoo News da App Store o app google.