Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un tribunale malese ha condannato Rosma Mansour, moglie dell’ex primo ministro Najib Razak, a 10 anni di carcere per corruzione

Un tribunale malese ha condannato l’ex first lady Rosma Mansour a 10 anni di carcere dopo averla giudicata colpevole di adescamento e accettazione di tangenti durante l’amministrazione contaminata dalla corruzione del marito.

Il verdetto è arrivato una settimana dopo che Najib Razak è stato incarcerato per il saccheggio di massa del fondo statale 1MDB.

Rosma è stata condannata per tre capi di imputazione per aver sollecitato tangenti e aver ricevuto 6,5 milioni di ringgit (più di 2 milioni di dollari) tra il 2016 e il 2017 per aver aiutato un’azienda a garantire un progetto per fornire pannelli solari alle scuole dell’isola del Borneo.

Dovrebbe rimanere fuori dal carcere su cauzione per appellarsi ai tribunali superiori.

Il giudice della Corte Suprema Mehmet Zeni Mazlan ha affermato che i pubblici ministeri avevano stabilito oltre ogni ragionevole dubbio che Rosma aveva sollecitato tangenti in modo corrotto e ricevuto una taglia per se stessa.

Ha detto che la sua difesa era solo una smentita.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per muto, frecce sinistra e destra per la ricerca, frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 37 secondi

L’ex premier malese perde l’offerta per evitare la prigione

L’ex primo ministro ha iniziato la scorsa settimana la sua condanna a 12 anni di carcere dopo aver perso il suo ultimo appello in uno dei cinque casi di corruzione contro di lui che hanno coinvolto diversi miliardi di dollari per il furto di 1MDB.

READ  Esplosione di una petroliera in Sierra Leone, uccidendo almeno 98