Agosto 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un possibile caso di vaiolo delle scimmie è stato segnalato nel New Mexico

Il Dipartimento della Salute del New Mexico ha segnalato il primo probabile caso di vaiolo delle scimmie nello stato. Il dipartimento sanitario statale afferma che la probabile persona con il vaiolo delle scimmie è tornata da un viaggio fuori dallo stato ed è possibile che la persona sia stata esposta per contatto. Il test iniziale è stato condotto venerdì dal Dipartimento della Salute e il test è stato inviato ai Centers for Disease Control and Prevention per conferma. Il ministero della Salute afferma che la persona che ha contratto il virus è isolata in casa e sta bene. Il Dipartimento della Salute afferma che i sintomi del vaiolo delle scimmie possono iniziare entro 21 giorni dall’esposizione al virus. I sintomi iniziano con sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, linfonodi ingrossati, brividi e/o affaticamento. I sintomi si sviluppano quindi in un’eruzione cutanea o piaghe. Queste eruzioni cutanee e piaghe si trovano spesso su mani, piedi, torace, viso o aree private. Il Ministero della Salute afferma che la maggior parte delle infezioni dura da due a quattro settimane. Le persone infette dovrebbero essere isolate a casa fino alla fine del periodo di infezione. Una persona con il virus non è più contagiosa una volta che tutte le croste sono cadute e si è formata una nuova pelle. Per ulteriori informazioni sul vaiolo delle scimmie, fare clic qui.

Il Dipartimento della Salute del New Mexico ha segnalato il primo probabile caso di vaiolo delle scimmie nello stato.

Il dipartimento sanitario statale afferma che la probabile persona con il vaiolo delle scimmie è tornata da un viaggio fuori dallo stato ed è possibile che la persona sia stata esposta per contatto. Il test iniziale è stato condotto venerdì dal Dipartimento della Salute e il test è stato inviato ai Centers for Disease Control and Prevention per conferma.

READ  Tempo permettendo, SpaceX proverà a lanciare oggi un prototipo dell'astronave

Il ministero della Salute afferma che la persona che ha contratto il virus è isolata in casa e sta bene.

Il Dipartimento della Salute afferma che i sintomi del vaiolo delle scimmie possono iniziare entro 21 giorni dall’esposizione al virus. I sintomi iniziano con sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di schiena, linfonodi ingrossati, brividi e/o affaticamento. I sintomi si sviluppano quindi in un’eruzione cutanea o piaghe. Queste eruzioni cutanee e piaghe si trovano spesso su mani, piedi, torace, viso o aree private.

Il Ministero della Salute afferma che la maggior parte delle infezioni dura da due a quattro settimane. Le persone infette dovrebbero essere isolate a casa fino alla fine del periodo di infezione. Una persona con il virus non è più contagiosa una volta che tutte le croste sono cadute e si è formata una nuova pelle.

Per ulteriori informazioni sul vaiolo delle scimmie, clicca qui.