Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un intero mondo pronto a costruire la realtà virtuale non ha limiti

Un intero mondo pronto a costruire la realtà virtuale non ha limiti

Ci sono molte app di realtà virtuale che puoi prendere in considerazione e sono limitate dalla tua immaginazione.“Queste sono state le parole di John Goddard, Direttore del Marketing della Realtà Virtuale presso una grande azienda profondamente coinvolta nello sviluppo del futuro della realtà virtuale nel 2017. Quattro anni dopo, possiamo confermare che il mondo della realtà virtuale è ancora in rapida espansione Nell’etere compatibile con 3D Per navigare e socializzare ora, ci sono una miriade di app utili con decine di migliaia di persone che partecipano in una serie di modi diversi, il che non sorprende. Molte di esse sono ancora inventate.

Sebbene alcuni siano più semplici di altri – ovvero videogiochi e cinema – il mondo della realtà virtuale offre ora tutta una serie di applicazioni innovative, dalle sfilate di moda alle aste d’arte. Le qualità configurabili e inesauribili dello spazio virtuale lo rendono inoltre un ottimo candidato per ospitare, ad esempio, showroom di ogni tipo di prodotto, o meeting aziendali efficienti e coinvolgenti. Immagina per un momento di dover commentare un progetto con i tuoi colleghi, ognuno dei quali partecipa da sedi diverse in alcune città sparse per il mondo. Invece di guardare una presentazione sullo schermo condiviso durante una videochiamata, puoi trovarti all’interno dell’edificio che stai progettando, con la possibilità di modificarlo, e lavorare sul feedback fornito dal software in termini di dimensioni dell’installazione o radiazione solare in tempo reale. È proprio questo il servizio offerto da una piattaforma specializzata in soluzioni collaborative per meeting di design e review in ambienti di realtà virtuale. Alcuni dei piani offerti da questa azienda high-tech consentono l’integrazione con il software BIM, che rappresenta un balzo in avanti innovativo in termini di quanto è possibile nella collaborazione rafforzata, e non solo nell’architettura e nei progetti di costruzione.

READ  Chloe Chow è diventata la prima donna di colore a vincere l'onore della Directors Guild


“Il 2022 è l’anno in cui la spesa globale nel mercato della realtà aumentata e virtuale supererà i 200 miliardi di dollari”. Domenico Maiello, giovane architetto italiano che ha co-fondato la loro azienda, Marco Mangiamelli, conferma: I AM Architects, che costruiscono spazi fisici e virtuali per i loro clienti. Ad esempio: I AM ha allestito per un rivenditore di serramenti uno showroom di 800 mq, completamente contenuto in una memoria digitale, accessibile da una macchina nell’area lounge dei loro locali fisici esistenti. È stato un successo clamoroso. I clienti si sono dimostrati estremamente entusiasti della possibilità di provare un nuovo pezzo di tecnologia, oltre alla possibilità di regolare le proprie porte e finestre in tempo reale. Allo stesso tempo, i costi di produzione dello spazio sono rimasti molto bassi e l’azienda ha potuto evitare la necessità di costruzione fisica in qualsiasi altra area.


Foto da IO SONO | Architetti Italiani, tutti i diritti riservati

Secondo Milo, però, l’orgoglio e la felicità di I AM Architects è senza dubbio la creazione dei Frammenti Italiani: “Una collezione di nove spazi virtuali ispirati ai classici dell’architettura italiana. Il primo è stato scelto da Vogue Talents come cornice per la presentazione di una capsule collection online su The Dematerialized, in cui una selezione di abiti virtuali prodotti da cinque in su -e le aziende emergenti sono state esaurite in un batter d’occhio.” Anche la modella vestita in passerella era virtuale: un’intelligenza artificiale chiamata Kuki AI, disegnata da ICONIQ.


Immagini di Anastasia Edwards-Morel, Head of Digital Design di ICONIQ e Lauren Kunze, CEO di ICONIQ

Sarebbe impossibile esplorare in modo completo l’enorme potenziale di questo nuovo business, semplicemente perché l’elenco delle possibilità si allunga ogni giorno di più. Possiamo solo immaginare i confini che non sono stati ancora raggiunti attraverso la tecnologia immersiva. Sarà importante mantenere una stretta presa su pratiche di lavoro consapevoli ed etiche per evitare di scivolare in scenari “tecnologici a tutti i costi”, che potrebbero essere controproducenti. Detto questo, mentre attendiamo sviluppi, anche noi – proprio come Palmer Loki – non possiamo fare a meno di chiederci:Perché le persone non possono teletrasportarsi dove vogliono?

READ  Cinque (ipotetici) spettacoli da non perdere a maggio

Cib

Immagini per gentile concessione di:
sono architetti – www.i-am-architetto.com // Foto della stanza arancione da I AM | Architetti Italiani, tutti i diritti riservati
iconico – www.iconiq.ai // Immagini Kuki AI di Anastasia Edwards-Morel, Head of Digital Design di ICONIQ e Lauren Kunze, CEO di ICONIQ
selvaggio – www.thewild.com
Talenti popolari – www.vogue.it
immateriale – www.thedematerialised.com
Cookie AI – www.kuki.ai
Cormio, Marco Rambaldi, Niccol Pasqualetti, Vivita
Salvando McCulloch, Julian Tromer


[Video by I AM | Italian Architecture Makers, all rights reserved]