Aprile 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

‘Un boom senza precedenti dei bambini’ di RSV

‘Un boom senza precedenti dei bambini’ di RSV

Le unità di terapia intensiva pediatrica del Massachusetts abbondano in quanto i medici affrontano una stagione insolitamente alta e precoce di virus respiratorio sinciziale, noto anche come RSV, così come altri virus respiratori circolanti. Il dottor Brian Cummings, MD, direttore medico del Dipartimento di Pediatria della Massachusetts General Children’s University, ha descritto la situazione come una “crisi del letto di degenza”. “Oggi nella nostra unità di terapia intensiva pediatrica, la nostra terapia intensiva è completamente piena. Abbiamo già sette pazienti fuori dall’unità di terapia intensiva pediatrica che di solito vengono trasferiti all’unità di terapia intensiva pediatrica ma sono costretti a curarli al di fuori di un ambiente di terapia intensiva tradizionale “, ha detto Cummings. Il dottor Paul Bedinger, responsabile della preparazione e della continuità presso il generale Brigham di massa, ha aggiunto che l’unità di terapia intensiva dell’ospedale aveva “una capacità del 150%” dato il numero di bambini in condizioni critiche affidati alle cure. Cummings ha detto che MGH ha visto circa 2.000 casi di RSV nel mese di ottobre e più di 1.000 nella prima settimana di novembre. La maggior parte dei casi viene curata in strutture di cure urgenti o nei reparti di emergenza e i pazienti possono riprendersi a casa, ma Cummings ha affermato che il sistema MGH si è preso cura di 250 pazienti affetti da RSV in ospedale oltre a quelli che hanno contratto altri virus circolanti. “Si stava intensificando ed era molto pericoloso”, ha detto. “Perché sta accadendo ora? Bene, negli ultimi due anni, i nostri bambini non sono stati realmente esposti a virus di routine”, ha affermato il dottor Alexi Arauz Boudreaux, capo associato di pediatria presso l’MGH Primary Care. “Ora che hanno smesso di coprirsi o di distanziarsi sociale, il loro sistema immunitario sta affrontando nuovi virus”. L’RSV è un comune virus del raffreddore, ma può essere causa di gravi malattie nei bambini più piccoli e negli anziani con un sistema immunitario indebolito. Il Centers for Disease Control and Prevention rileva che i bambini, in particolare quelli di età pari o inferiore a sei mesi e gli anziani di età pari o superiore a 65 anni, corrono un rischio maggiore di sviluppare infezioni gravi. “Deve esserci una presentazione più grave. I nostri pazienti, i pazienti più giovani, sono più a rischio di ricovero”, ha affermato il dottor Cummings. Cummings ha anche affermato che a causa del recente aumento dei ricoveri di pazienti virali, l’ospedale ha dovuto annullare alcuni interventi chirurgici sui bambini. “Sfortunatamente, questa settimana, abbiamo dovuto annullare gli interventi chirurgici pediatrici con grande delusione del nostro personale e delle nostre famiglie”, ha detto Cummings. “Ma questa è una realtà sfortunata ora perché dobbiamo prendere decisioni difficili su dove mettere i pazienti”. Infezioni gravi da RSV possono portare a polmonite o bronchiolite, che possono richiedere il ricovero in ospedale, e i dati federali mostrano che i casi di RSV di quest’anno in Massachusetts hanno superato il picco di casi dell’anno scorso. Gli adulti possono anche contrarre l’RSV e trasmettere il virus, ha detto in una recente intervista a NewsCenter 5 la dottoressa Helen Boucher, preside della Tufts University School of Medicine. Sebbene possano mostrare i sintomi del comune raffreddore, gli adulti infetti saranno contagiosi da tre a otto giorni e dovrebbero adottare misure per prevenire la trasmissione ad altri, in particolare alle persone ad alto rischio di infezione. La trasmissione del virus può essere prevenuta coprendosi tosse e starnuti, lavandosi spesso le mani con acqua e sapone, evitando il contatto ravvicinato con gli altri e pulendo le superfici toccate frequentemente come le maniglie delle porte, secondo il CDC. Al momento, non è disponibile alcun vaccino per RSV. Tuttavia, Pfizer ha affermato che la società sta concludendo una sperimentazione clinica che mostra buoni risultati e spera di ottenere l’approvazione del governo per il vaccino entro questo periodo il prossimo anno.

READ  Gli americani stanno cominciando a entrare in una vita post-pandemia man mano che altri vengono vaccinati

Le unità di terapia intensiva pediatrica del Massachusetts abbondano in quanto i medici affrontano una stagione insolitamente alta e precoce di virus respiratorio sinciziale, noto anche come RSV, così come altri virus respiratori circolanti.

Il dottor Brian Cummings, direttore medico della divisione di pediatria del General College of Children, ha descritto la situazione come una “crisi del letto di degenza”.

“Oggi nella nostra terapia intensiva pediatrica, abbiamo la terapia intensiva completamente piena. Abbiamo già sette pazienti al di fuori della terapia intensiva pediatrica che normalmente vengono trasferiti in terapia intensiva pediatrica, ma dobbiamo prenderci cura di loro al di fuori del tradizionale ambiente di terapia intensiva”. Cumming.

Il dottor Paul Bedinger, responsabile della preparazione e della continuità presso il generale Brigham di massa, ha aggiunto che l’unità di terapia intensiva dell’ospedale aveva “una capacità del 150%” dato il numero di bambini in condizioni critiche affidati alle cure.

Cummings ha detto che MGH ha visto circa 2.000 casi di RSV nel mese di ottobre e più di 1.000 nella prima settimana di novembre. La maggior parte dei casi viene curata in strutture di cure urgenti o nei reparti di emergenza e i pazienti possono riprendersi a casa, ma Cummings ha affermato che il sistema MGH si è preso cura di 250 pazienti affetti da RSV in ospedale oltre a quelli che hanno contratto altri virus circolanti.

“Si stava intensificando ed era molto pericoloso”, ha detto.

“Perché sta accadendo ora? Bene, negli ultimi due anni, i nostri bambini non sono stati realmente esposti a virus di routine”, ha affermato il dottor Alexi Arauz Boudreaux, capo associato di pediatria presso l’MGH Primary Care. “Ora che hanno smesso di coprirsi o di distanziarsi sociale, il loro sistema immunitario sta affrontando nuovi virus”.

READ  Scienziati: i dinosauri con le gambe agitavano la coda per correre i dinosauri più veloci

L’RSV è un comune virus del raffreddore, ma può essere causa di gravi malattie nei bambini più piccoli e negli anziani con un sistema immunitario indebolito. I Centers for Disease Control and Prevention riferiscono che i bambini, in particolare quelli di età pari o inferiore a sei mesi e gli anziani di età pari o superiore a 65 anni, hanno maggiori probabilità di sviluppare infezioni gravi.

“Più si è giovani quando si ha un’infezione, più è probabile che si abbia una presentazione più grave. I nostri pazienti, i pazienti più giovani, sono i più a rischio di ricovero”, ha detto il dottor Cummings.

Cummings ha anche affermato che a causa della recente ondata di ricoveri di pazienti virali, l’ospedale ha dovuto annullare alcuni interventi chirurgici pediatrici.

“Sfortunatamente, questa settimana, abbiamo dovuto annullare gli interventi chirurgici pediatrici con grande delusione del nostro personale e delle nostre famiglie”, ha detto Cummings. “Ma questa è una realtà sfortunata ora perché dobbiamo prendere decisioni difficili su dove mettere i pazienti”.

Una grave infezione da RSV può portare a polmonite o bronchiolite, che possono richiedere il ricovero in ospedale.

I dati federali mostrano che i casi di RSV di quest’anno in Massachusetts hanno superato il picco di casi dell’anno scorso.

Gli adulti possono anche contrarre l’RSV e trasmettere il virus, Dott.ssa Helen Boucher, preside della Tufts University School of Medicine, ha detto a NewsCenter 5 in una recente intervista. Sebbene possano mostrare i sintomi del comune raffreddore, gli adulti infetti saranno contagiosi da tre a otto giorni e dovrebbero adottare misure per prevenire la trasmissione ad altri, in particolare alle persone ad alto rischio di infezione.

La trasmissione del virus può essere prevenuta coprendosi tosse e starnuti, lavandosi spesso le mani con acqua e sapone, evitando il contatto ravvicinato con gli altri e pulendo le superfici toccate frequentemente come le maniglie delle porte, secondo il CDC.

READ  I cigni del Lago Eola risultano positivi tra i decessi

Al momento, non è disponibile alcun vaccino per l’RSV. Tuttavia, Pfizer ha affermato che la società sta concludendo una sperimentazione clinica che mostra buoni risultati e spera di ottenere l’approvazione del governo per il vaccino entro questo periodo il prossimo anno.