Maggio 6, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un asteroide ha colpito la Terra nel 2018 e ora sappiamo da dove proviene

The Daily Beast

Trump è andato vicino a testimoniare nella causa dei manifestanti, accusando le sue guardie del corpo di aggressione

L’ex presidente Donald Trump si è avvicinato di un passo alla testimonianza in una causa intentata da un gruppo di manifestanti a New York sostenendo che le sue guardie del corpo li avevano aggrediti nel 2015 e, come riportato in precedenza dal Daily Beast, gli attivisti si sono riuniti fuori dalla Trump Tower per protestare contro i commenti offensivi di il candidato repubblicano per gli immigrati messicani. Quel giorno di settembre, poco dopo che i manifestanti si erano riuniti sulla Fifth Avenue fuori dal grattacielo, diversi membri della squadra di sicurezza di Trump avrebbero “attaccato” e distrutto striscioni di protesta davanti a una folla di giornalisti. Un mandato di comparizione che lo avrebbe costretto a testimoniare al processo civile nel Bronx ea pre-sedersi per una testimonianza videoregistrata. Nel 2019, i suoi avvocati hanno presentato ricorso contro l’ordine di un giudice di respingere la sua richiesta. Martedì, il dipartimento statale per gli appelli ha respinto l’appello di Trump come discutibile. “Questo appello riguarda il criterio appropriato per determinare se il presidente in carica può dover dare una testimonianza videoregistrata al processo su atti informali. La corte ha affermato nella sua sentenza, in una causa civile contro di lui o lei, che i diritti delle parti non saranno essere direttamente influenzato dalla nostra decisione “, e non ci sarà alcun risultato immediato del verdetto. ” L’avvocato Don Junior ha detto alla causa anti-sommossa di Eric Swallowell il 6 gennaio, Benjamin ha detto che Dictur, l’avvocato dei manifestanti,” Siamo soddisfatti la decisione della Divisione Appelli e attendo con impazienza di presentare la testimonianza del signor Trump al processo, come previsto non è stato ancora consentito l’accesso. ”All’avvocato di Trump per un commento. Allo stesso modo, la Corte d’Appello, la più alta corte dello stato, ha recentemente stabilito che la causa per diffamazione di Summer Zervos che vince Trump potrebbe andare avanti perché Trump non è più in carica e “le questioni in gioco sono controverse”. In questo caso, Trump ha descritto Zervos, un’ex concorrente di The Apprentice, come una bugiarda dopo che nel 2016 aveva affermato di averla toccata e baciata senza il suo consenso. Franco Cruz e Miguel Villalobos. (L’altro querelante, Johnny Garcia, è deceduto nel febbraio 2019). Trump, la sua campagna presidenziale e l’Organizzazione Trump sono sulla lista degli imputati, così come le guardie del corpo di Trump, tra cui l’aiutante di lunga data Keith Schiller, Gary O’Hare, Edward John Dick, Jr. e il personale di sicurezza. Indicato come John Doss 3 e 4. I pubblici ministeri, descritti come “un gruppo di attivisti per i diritti umani di origine messicana”, hanno redatto striscioni satirici sullo slogan della campagna di Trump con le parole “Trump: Make America Racist Again!” Indossavano anche vesti e cappucci bianchi dopo che la Galizia aveva appreso che l’ex leader del Ku Klux Klan David Duke aveva appoggiato Trump, e nel pomeriggio del 3 settembre 2015 Trump ha tenuto una conferenza stampa all’interno della Trump Tower e giornalisti e manifestanti si sono radunati fuori. Cruz e Perez hanno aspettato su un marciapiede pubblico sulla Fifth Avenue, di fronte all’ingresso dell’edificio, e poco dopo che Cruz ha indossato la sua uniforme del KKK, ha affermato che O’Hare lo aveva spinto. Mentre Perez registrava l’incidente, Dick le avrebbe ordinato di interrompere le riprese e di togliersi il costume prima di prenderla per il polso e spingerla sul marciapiede verso Cruz, la vacca sacra. Scoppiano gli scontri su HDQ Trump con gli aiutanti di Trump che cercano di spostare i manifestanti anti-Trump Altro @ NY1— Josh Robin (joshrobin) 3 settembre 2015 La denuncia afferma che anche i giornalisti hanno iniziato a registrare e documentare la controversia. La Galizia e la Garcia sono arrivate con tre striscioni poco dopo questo confronto e hanno posizionato striscioni sul marciapiede davanti ai coltivatori di cemento. Secondo la causa, O’Hare e una guardia senza nome si sono immediatamente avvicinati agli uomini e li hanno gettati a terra. Quando la Galizia recuperò i suoi stendardi e li riportò su, Schiller si avvicinò alla Galizia rapidamente e minacciosamente prima di strappare a metà uno dei manifesti e camminare seguito da Galizia Schiller, che avrebbe ignorato le richieste della Galizia di restituire i suoi beni, raggiunse la sentinella per recuperare il suo marchio. Poi “Schiller ha oscillato e ha colpito la Galizia con un pugno chiuso sulla testa così forte che la Galizia è inciampata all’indietro”, afferma la denuncia. Poi, “una guardia senza nome ha messo le mani attorno al collo della Galizia nel tentativo di soffocarlo”, ha affermato la causa. Gli aiutanti di Trump hanno strappato i cartelli anti-Trump e hanno colpito il manifestante anti-Trump in arrivo @ NY1 – ​​Josh Robin (@ joshrobin) 3 settembre 2015 La denuncia includeva accuse di aggressioni e percosse, dolorose interferenze nella retorica politica, assunzioni, negligenza e abbandono , e la supervisione dell’abbandono.75 battaglie giudiziarie che l’ex presidente eletto ha affrontato nel novembre 2016 mentre si preparava a trasferirsi alla Casa Bianca. La sentenza della corte d’appello di martedì arriva un anno e mezzo dopo che il giudice della contea del Bronx Doris Gonzalez ha respinto la richiesta di Trump di revocare la citazione. Non ha specificato, come richiesto dalla Costituzione degli Stati Uniti e da altre leggi applicabili, che il presidente Trump era l’unica fonte di testimonianza disponibile “sui suoi collegamenti con gli accusati” e implicava che la testimonianza del presidente fosse “indispensabile” per le accuse degli attivisti . E questo mese, gli avvocati degli attivisti – Nathaniel K. Charney, Roger J. Bernstein e Doctor – hanno presentato una mozione per respingere l’appello di Trump come un “punto controverso” alla luce del suo ritorno allo status di cittadino privato. In un file del tribunale la scorsa settimana, hanno aggiunto che la testimonianza di Trump è rilevante perché “il presunto comportamento delle guardie di sicurezza è stato commesso in una direzione esplicita o implicita, con il consenso esplicito e tacito”. In effetti, la star televisiva è diventata presidente. Daily Beast. Hai un consiglio? The Daily Beast Here Ricevi ogni giorno le nostre notizie più importanti nella tua casella di posta Abbonati ora! Abbonamento Daily Beast: The Beast Inside approfondisce le storie che ti interessano. Ulteriori informazioni.

READ  Coronavirus negli Stati Uniti: gli Stati Uniti hanno la possibilità di superare l'epidemia, ma c'è una grande sfida davanti, dicono gli esperti