Gennaio 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un addetto alle pulizie in un’area non autorizzata potrebbe essere accusato dopo l’attacco di una tigre allo zoo americano

Le autorità stanno valutando le accuse per un uomo che è stato aggredito da una tigre dopo essere entrato in un’area non autorizzata ore dopo in uno zoo di Naples, in Florida, senza lasciare al vice altra scelta che uccidere il gatto in via di estinzione.

Jack Mulvina, presidente e CEO dello zoo di Napoli ai Caribbean Gardens, ha affermato che i pensieri dei funzionari dello zoo sono per l’uomo gravemente ferito – identificato come il 26enne Rosenquist River di Napoli – che sta affrontando un arduo processo di recupero. Ha notato che Rosenquist, che ha lavorato per un venditore di pulizie commerciali, ha ripetutamente detto al centralino del 911: “Mi dispiace”, mentre chiedeva aiuto.

“I nostri pensieri e i nostri desideri sono con River Rosenquist, la sua famiglia e i suoi medici per quella che sarà una guarigione molto difficile”, ha detto Mulvina. “È stato un brutto errore, una decisione sbagliata, ma gli auguriamo solo buona guarigione e voglio dirlo con il cuore”.

Mulvina ha reso omaggio allo sceriffo della contea di Collier che ha ucciso la tigre. Dopo l’incidente, l’amministratore delegato dello zoo ha incontrato la sua squadra di armi, che sarebbe stata inviata se l’attacco fosse avvenuto durante le ore dello zoo. I suoi membri gli hanno detto che avrebbero preso la stessa misura del deputato.

“Il loro vice ha cercato di distrarre Tiger prima, come puoi vedere dal filmato, e hanno affrontato una decisione molto difficile – e noi sosteniamo quella decisione”, ha detto Mulvina.

Mulvina ha detto che la società di pulizie per cui lavora Rosenquist pulisce in genere l’ospedale dello zoo, il rappresentante, il negozio di articoli da regalo e due bagni. I dipendenti di terze parti non dovrebbero entrare in determinate aree dello zoo.

“Il loro lavoro è molto specifico e non si troveranno in nessuna area in cui non dovrebbero essere”, ha detto.

Ha detto che Mulvina non era sicura del motivo per cui Rosenquist avesse scavalcato una barriera per i visitatori progettata per separare i frequentatori dello zoo da Echo, la tigre del Malawi di otto anni.

“Sospettiamo che fosse per animali domestici o per mangimi, ma non lo sappiamo con certezza. Solo River lo sa”, ha detto Mulvina.

La chiamata al 911 inizia con Rosenquist che urla: “Aiutami! Sono allo zoo di Napoli! Sono stato attaccato da una tigre, per favore, per favore!”

Per circa 9 minuti il ​​centralinista cerca di calmare Rosenquist mentre piange ad alta voce, chiedendo ripetutamente aiuto. Tra le sue urla, spiega che è proprio fuori dalla gabbia e la tigre gli sta tenendo la mano e sta per strappargli il braccio.

“Sto per morire! Per favore aiutatemi!” dice Rosenquist.

Il centralinista risponde: “Stanno venendo da te”, assicurandogli che stanno arrivando i deputati.

“Per favore aiutatemi! Non ho molto più tempo!” Rosenquist dice, aggiungendo: “Devi rilasciarlo! Devi rilasciarlo! Mi sta strappando il braccio! Per favore!”

L’uomo si scusa abbondantemente tra le sue richieste di aiuto. Dice che non respira molto. Il vice è arrivato e nel giro di un minuto ha sentito uno sparo e la chiamata è terminata.

Spese statali e federali possibili?

Secondo l’ufficio dello sceriffo della contea di Collier, Echo è scivolato nel retro della lattina dopo essere stato colpito. I rappresentanti hanno lanciato un drone e hanno scoperto che la tigre non rispondeva.

Un veterinario dello zoo ha calmato Echo come misura di sicurezza ed è entrato nella gabbia dove ha trovato la tigre morta.

“Il nostro vice ha fatto tutto il possibile in questa situazione e alla fine ha preso l’unica decisione possibile che avrebbe potuto salvare la vita di quest’uomo”, ha detto lo sceriffo Kevin Rambosek. “Questo è stato un tragico incontro in una struttura zoo di classe mondiale”.

Anche l’Ufficio di coordinamento delle operazioni civili (CCSO) è di prim’ordine, ha affermato Mulvina, lodando il tempo di risposta “eccezionale” del vice.

Una dichiarazione rilasciata dall’ufficio di polizia reale dell’Oman ha affermato che sta lavorando con i pubblici ministeri federali e statali per indagare sull’incidente e “l’indagine determinerà se verranno presentate accuse penali”. Lo zoo conduce le proprie indagini. Mulvina ha rifiutato di commentare la possibilità di accuse, dicendo: “Francamente, il nostro obiettivo in questo momento è sui nostri dipendenti”.

Mentre lo zoo prevede di aprire venerdì con un contenitore ecologico vuoto, Mulvina ha voluto dare al suo personale spazio per il lutto, ha detto. Perdere un Eko è come perdere un membro della famiglia e i consulenti del dolore torneranno utili. Ha detto che i ranger del parco erano emozionati venerdì e non avrebbero avuto nessuna delle conversazioni che normalmente danno ai visitatori.

Mulvina ha detto che il personale dello zoo sta facendo schizzi del contenitore, indirizzando i visitatori al sito web dello zoo e spiegando cosa è successo. Vogliono anche creare un fondo di conservazione per proteggere le tigri malesi in natura.

Echo è arrivato allo zoo nel dicembre del 2019. Le tigri malesi si trovano solitamente nella penisola malese e all’estremità meridionale del Tailandia, secondo sito web dello zoo. Il sito web dello zoo ha affermato che sono in pericolo di estinzione e affrontano minacce tra cui il bracconaggio e la perdita dell’habitat.