Luglio 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Ue, Monti: “L’Italia deve votare per Ursula van der Leyen”

Ue, Monti: “L’Italia deve votare per Ursula van der Leyen”

In un’intervista a La Stampa, l’ex presidente del Consiglio Mario Monti ha detto: “Il presidente Meloni gli ha consigliato di applicare un principio che spesso ricorda a se stesso: agire nell’interesse nazionale italiano, che è diverso dal capo del gruppo politico europeo”. Certo – aggiunge – a livello di Unione, lavorare per l’interesse comune europeo significa solitamente realizzare buona parte dell’interesse nazionale. , l’alternativa non è auspicabile”.

Monti fa un esempio: “Il ministro degli Esteri tedesco, con l’appoggio del cancelliere Scholz, ha creato un gruppo di pressione per rompere il principio dell’unanimità nelle decisioni della politica estera europea, che oggi è per lo più paralizzata dai veti. Il ministro Tajani si è detto favorevole. Nell’aula del Senato ho chiesto francamente al presidente Maloney quale fosse la sua posizione. La sua risposta: “Non sono favorevole all’annullamento del veto”. È un caso specifico di conflitto tra interesse nazionale e interesse di parte.”

“La stessa cosa – ha continuato l’ex premier – è accaduta anche nelle nomine europee. I leader dei principali partiti europei e Ursula van der Leyen non hanno gestito la questione nel migliore dei modi, ma la Meloni avrebbe dovuto accettare di sedersi al tavolo” come presidente del Consiglio italiano, fu chiamato”. Non è ancora chiaro se l’Italia voterà ancora a favore della nuova commissione van der Leyen: “Credo che supererà la prova e lo farà nell’interesse dell’Europa. Ci sono stati errori da parte di tutto il Consiglio europeo tra Il 9 giugno e l’ultima riunione, ma in questi cinque anni Van der Leyen è stato un buon presidente, e spero che abbiate i voti dei Verdi e parte dell’ECR per quelle ragioni che dicevo prima: gestire l’Europa e i suoi problemi, è necessaria un’ampia coalizione.

READ  La banca centrale italiana chiede un quadro per prevenire le corse di stablecoin

Il sì della Meloni garantirebbe un peso aggiuntivo all’Italia nella scelta del nuovo commissario. Nel documento Fornesina, citato dal nostro quotidiano due giorni fa, si legge che l’Italia deve puntare su mercato interno, industria e concorrenza. Due di questi tre gruppi di rappresentanti, indicati dai governi Berlusconi e D’Alema, erano il commissario Monti: “Il compito di un commissario non è quello di eseguire gli ordini che gli vengono dal governo, anche se vuole piegarsi. Noto che avrà qualche problema di interesse nazionale, e su questi temi il governo Meloni ha posizioni diverse: Forza Italia fa parte del mainstream europeo, se la Lega ne ha, sottolineerei l’importanza della qualità e della reputazione della persona proposta – se si occupa una posizione importante – conclude Monti – è molto importante avere la capacità di discutere con gli altri.

Leggi anche altre notizie Novità Nova

Clicca qui e ricevi aggiornamenti su WhatsApp

Seguici sui canali social di Nova News Twitter, LinkedIn, Instagram, telegramma