Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Turista fa schiantare un drone contro un monumento a Roma nell’ultimo sfortunato incidente | Italia

Un turista è stato accusato di aver violato le rigide regole della no-fly zone dopo che un drone si è schiantato contro il tetto di un importante monumento nel centro di Roma nell’ultimo incidente turistico legato ai droni in Italia.

L’argentino, 39 anni, stava pilotando il suo drone in Piazza Venezia quando ha perso il controllo dell’ordigno e lo ha sparato schiantandosi contro il tetto di Palazzo Venezia, l’edificio del XV secolo dove il dittatore fascista Benito Mussolini ha consegnato alcune delle sue opere più famose. Parole.

Il drone è stato recuperato dal personale di sicurezza dell’edificio prima di essere confiscato dalla polizia, che ha informato il turista del suo mancato rispetto della no-fly zone sulla città, secondo quanto riportato dai media italiani.

Le persone che desiderano fotografare o fotografare la capitale italiana utilizzando un drone devono ottenere l’autorizzazione e registrarsi presso l’Enac, l’Autorità nazionale per l’aviazione civile. Guidare un drone nel mezzo di Roma e del Vaticano è completamente off-limits a causa di tutte le preziose reliquie.

Benito Mussolini si rivolge alla folla da Palazzo Venezia a Roma, in Italia, durante la proclamazione dell'Impero italiano nel maggio 1936.
Benito Mussolini si rivolge alla folla da Palazzo Venezia a Roma, in Italia, durante la proclamazione dell’Impero italiano nel maggio 1936. Foto: George Reinhart/Corbis/Getty Images

Tuttavia, i turisti sembrano essere ignari delle regole. La scorsa settimana due turisti messicani hanno fatto schiantare il loro drone contro la Torre Pendente di Pisa. Il fratello e la sorella hanno affrontato un’azione di polizia per aver violato le regole di divieto di volo intorno al famoso punto di riferimento della Toscana.

Nel 2020, un turista polacco di 40 anni ha fatto schiantare il suo drone all’interno del Colosseo nonostante fosse stato avvertito di non guidare il dispositivo all’interno della vecchia pista. Nel luglio dello scorso anno, un uomo di 61 anni è stato accusato di “attacco alla sicurezza dei trasporti” dopo che il suo drone ha sorvolato Roma a 2.000 metri di altitudine. L’uomo, che era un membro della pagina Facebook dei fanatici dei droni, è stato segnalato dopo che un pilota professionista ha visto il suo dispositivo.

Fortunatamente, non ci sono state segnalazioni di danni ai monumenti a causa dell’impatto dello schianto del drone. Anche le sanzioni inflitte non sono state segnalate, ma le multe per la violazione delle regole sui droni vanno da € 516 a € 64.000.

Iscriviti alla 1a edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00

Lunedì l’Italia celebra la Giornata della Liberazione, in occasione del 77° anniversario della liberazione del Paese dall’occupazione tedesca e dal regime fascista.

Mussolini tenne alcuni dei suoi discorsi più famosi dal balcone di Palazzo Venezia, tra cui la dichiarazione di guerra contro Gran Bretagna e Francia il 10 giugno 1940. L’edificio oggi ospita un museo.

READ  Un film congiunto "Italian Recipe" tra Cina e Italia apre l'Udine Asian Film Festival