Giugno 14, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

TikTok Australia ha avviato un processo di verifica dei fatti su se stessa. Ma racconta tutta la storia? | media australiani

TikTok Australia ha avviato un processo di verifica dei fatti su se stessa.  Ma racconta tutta la storia?  |  media australiani

L’app di social media cinese TikTok è stata recentemente presa di mira. Il governo australiano ha annunciato il divieto dell’app sui dispositivi di proprietà del governo all’inizio di questo mese. I divieti sono stati implementati a livello governativo in altri paesi occidentali tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Nuova Zelanda, Canada e Francia.

Lunedì, TikTok Australia ha pubblicato sul suo sito web un fact check autodescritto intitolato The Truth About TikTok: Separating Fact from Fiction. Sito TikTok e su Linkedin.

Tuttavia, il rapporto, Mito contro realtà, non ha raccontato l’intera storia. Abbiamo deciso di dare un’occhiata più da vicino ad alcune delle affermazioni dell’azienda.

Sulla proprietà cinese

Factcheck definisce un “mito” che “la società madre di TikTok, ByteDance Ltd, sia di proprietà della Cina”.

Nel tentativo di minimizzare la proprietà cinese, afferma che circa il 60% della sua società madre, ByteDance, è di proprietà di investitori istituzionali globali. Il resto è composto da dipendenti di tutto il mondo (20%), oltre al fondatore dell’azienda (20%), che TikTok descrive come “un privato che non fa parte di alcun paese o entità governativa”.

Ma questo conferma che è probabile che almeno il 20% dell’azienda sia di proprietà cinese. Una presentazione all’inchiesta parlamentare australiana sull’influenza straniera tramite i social media ha affermato che il fondatore dell’azienda, Zhang Yiming, “ha legami con le organizzazioni regionali del Fronte unito nel Fujian”. Il Fronte Unito del Partito Comunista Cinese è un’organizzazione governativa cinese che lavora per promuovere gli interessi del partito, in particolare all’estero. TikTok ha respinto il documento di ricerca che ha costituito la base della presentazione.

READ  Barack Obama torna alla Casa Bianca per celebrare l'Obamacare, osserva Willow, il gatto di Joe Biden

Aver sede in Cina

Il rapporto di Factcheck ha anche definito un “mito” che “TikTok e ByteDance abbiano sede in Cina”, affermando che “ByteDance non ha un unico quartier generale globale”.

ByteDance è stata costituita nelle Isole Cayman, ma nell’appello della società contro un ordine formale di cessione degli Stati Uniti nel 2020, ByteDance si è ripetutamente descritta come una società “con sede in Cina”.

“Manipolare” il contenuto

TikTok afferma di no[manipulate] Contenuti in un modo che avvantaggia il governo cinese o danneggia gli interessi australiani”.

Factcheck afferma che la società “non consente a nessun governo di influenzare o alterare il suo modello di raccomandazione” e che gli utenti possono “trovare un’ampia varietà di contenuti e opinioni espresse su determinate questioni o eventi politici, compresi quelli critici nei confronti del governo cinese”.

È difficile verificare queste affermazioni perché l’algoritmo di TikTok che regola ciò che gli utenti vedono nella loro pagina “For You” è segreto.

Dopo che il CEO di TikTok Shou Zi Chew è comparso davanti al Congresso degli Stati Uniti all’inizio di quest’anno, alcuni utenti hanno riferito di aver iniziato a vedere video pro-Chew nel loro feed, ma TikTok ha negato di suggerire che si occupasse di fornire contenuti pro-TikTok agli utenti. probabilmente era il risultato dell’algoritmo dell’app che rispondeva agli utenti con sentimenti pro-TikTok.

Salta la promozione delle newsletter precedenti

sulla censura

La società ha affermato di non censurare “i contenuti di TikTok per conto del PCC o del governo cinese”. Ma i documenti trapelati del moderatore ottenuti dal Guardian nel 2019 hanno rivelato che TikTok aveva incaricato i moderatori di monitorare i video che facevano riferimento a Piazza Tiananmen, all’indipendenza tibetana o al gruppo religioso bandito Falun Gong. TikTok ha sostenuto all’epoca che i documenti non erano aggiornati.

Legge sull’intelligence nazionale

TikTok ha definito un “mito” che “ai sensi del National Intelligence Act del 2017, il governo cinese possa costringere ByteDance a condividere i dati degli utenti australiani di TikTok”.

TikTok afferma che i dati degli utenti australiani di TikTok sono archiviati a Singapore, in Malesia e negli Stati Uniti e sono “soggetti alle leggi locali”, sostenendo che ciò proteggerebbe la legge cinese applicabile al di fuori della Cina.

Tuttavia, A.J Rapporto del dipartimento per la sicurezza interna Dice che la legge può essere applicata ai dati localizzati localmente in Cina o all’estero.

Raccolta dati

Almeno una delle affermazioni nel Factcheck di TikTok è ben supportata dalle prove disponibili: che l’app stessa “non è unica nella quantità di informazioni che raccoglie”. Le società di social media di tutte le scale raccolgono e condividono i dati degli utenti, una pratica che difendono come pratica standard in tutto il settore.

Come riportato da Guardian Australia la scorsa settimana, i divieti per i dipendenti del governo di scaricare l’app TikTok sui propri dispositivi di lavoro potrebbero diventare inefficaci a causa di queste pratiche di condivisione dei dati.