Ottobre 22, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Taiwan respinge le offerte della Cina sui vaccini COVID, in mezzo all’aumento dei casi

La Cina si è offerta di inviare urgentemente vaccini COVID-19 a Taiwan per aiutarla a combattere il forte aumento delle infezioni da coronavirus, scatenando una risposta arrabbiata da Taipei e critiche a Washington, che ha affermato che i vaccini statunitensi non hanno restrizioni.

Cina e Taiwan, come sostiene la Cina, hanno ripetutamente combattuto durante l’epidemia.

Taipei ha accusato Pechino di diffondere notizie false e di cercare di limitare il suo accesso all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), mentre Pechino afferma che Taipei sta cercando di politicizzare l’epidemia per un guadagno politico.

Dopo mesi di relativa sicurezza dalla pandemia, Taiwan sta affrontando un picco di casi di COVID-19 e sta finendo rapidamente i vaccini, avendo ricevuto finora poco più di 700.000 di oltre 23 milioni di persone.

In una dichiarazione a tarda notte, l’Ufficio per gli affari di Taiwan del processo decisionale cinese ha detto di essere estremamente preoccupato per l’epidemia attualmente “dilagante” a Taiwan, indicando che aveva ripetutamente offerto aiuto all’isola.

Ha aggiunto che alcuni gruppi e persone a Taiwan chiedono l’acquisto di vaccini cinesi.

“Se necessario, siamo anche pronti a considerare attivamente l’invio di esperti di prevenzione e controllo delle epidemie a Taiwan, per condividere l’esperienza antiepidemica con i professionisti medici e sanitari di Taiwan.

Due operatori sanitari in camice verde e maschere stanno in cima a una fila di persone
Taiwan sta ora cercando di aumentare notevolmente la sua capacità di test e le forniture di vaccini. (

AP: Chiang Ying Ying

)

Ma in risposta, il Consiglio per gli affari continentali di Taiwan ha affermato che la Cina non aveva utilizzato nessuno dei canali esistenti tra i due paesi per fornire informazioni sui suoi vaccini e ha lasciato intendere che Pechino era dietro le difficoltà di Taiwan nell’ottenere più vaccini.

“Ogni volta che l’epidemia interna a Taiwan si intensifica, succede [China] Critica il nostro governo per aver ostacolato l’importazione di vaccini dalla terraferma “.

Taiwan ha ripetutamente affermato di non fidarsi dei vaccini cinesi, ed è stata irritata da ciò che afferma sono gli sforzi di Pechino per bloccare il suo accesso all’Organizzazione mondiale della sanità, inclusa l’assemblea ministeriale annuale dell’organizzazione che si è aperta lunedì.

Gli Stati Uniti dicono che non ci sono restrizioni sul nostro filmato

Un alto funzionario dell’amministrazione statunitense ha detto che la “forte partnership su COVID-19” tra Washington e Taipei continuerà, e ha ribadito che gli Stati Uniti abbandoneranno almeno 80 milioni di dosi in tutto il mondo entro la fine di giugno, più della Cina o della Cina. Russia.

“Soprattutto, le nostre dosi non sono soggette a restrizioni”, ha detto il funzionario, senza fornire dettagli su quante dosi Taiwan potrebbe ricevere.

“Stiamo condividendo i vaccini con il mondo e guidando il mondo in una strategia globale sui vaccini perché è la cosa giusta da fare”, ha detto il funzionario.

Cina, Russia e Stati Uniti hanno cercato di rafforzare l’influenza geopolitica dei loro paesi attraverso la cosiddetta diplomazia dei vaccini, sebbene il governo cinese abbia ripetutamente negato che stia usando i colpi per ottenere un vantaggio diplomatico.

La Cina considera il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen e i separatisti del Partito Democratico Progressista al governo intenzionati a dichiarare formalmente l’indipendenza dell’isola.

Tsai afferma che la Cina non ha il diritto di parlare a nome di Taiwan e l’ha condannata a causa dell’aumento delle attività militari vicino all’isola nell’ultimo anno, che è continuato anche con l’aumento dei casi di coronavirus nelle battaglie di Taipei.

Reuters

READ  Israele mostra che i casi di COVID-19 potrebbero esplodere una volta che la vita tornerà alla normalità quando vaccinati all'80%