Giugno 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Super Brignoni batte il record italiano battendo il St. Anton

Super Brignoni batte il record italiano battendo il St. Anton

Rilasciato in: la media:

Sant’Antonio (Austria) (AFP) – La sciatrice italiana Federica Brignone ha ottenuto il record di 21 vittorie finali della sua carriera e la prima della stagione con una splendida corsa nel SuperG nella località austriaca di St. Anton sabato.

Brignone, la campionessa assoluta nel 2020, ha resistito a una vivace sfida svizzera, cronometrando 0,54 secondi più veloce di Joanna Heylin e 0,66 secondi più veloce della campionessa olimpica Lara Gut-Behrami.

La gara è stata cambiata dalla discesa e poi accorciata a causa delle abbondanti nevicate di questa settimana.

Mikaela Shiffrin, che ha eguagliato il record di Lindsey Vonn di 82 vittorie in Coppa del Mondo, deve ancora gareggiare ma è ancora avanti nella classifica generale.

La vittoria ha significato che Brignone è diventata la prima donna italiana a vincere 21 gare di Coppa del Mondo, ottenendo un pareggio con la compagna di squadra Sofia Joggia, che è uscita illesa dopo essere caduta a metà gara.

“Sono davvero soddisfatto e orgoglioso di quello che ho fatto oggi sulla pista”, ha detto Brignone, che ha corso dopo una sola vittoria nella top-10 nelle precedenti cinque sprint di questa stagione.

“Ho iniziato la stagione davvero male con la velocità e con i pattini veloci non avevo fiducia. Ora sto tornando sapendo che posso fare quello che voglio con i miei pattini”.

Brignone ha commesso un piccolo errore all’inizio, ma lo ha messo in un angolo della sua mente mentre ha strappato il percorso in una sezione finale tagliente.

“Volevo davvero attaccare e non ho commesso un grosso errore, ma prima di Esval ero vicino alla rete”, ha detto.

READ  Jorginho: da bambino influente a icona italiana | Caratteristica | Notizia

‘ E ho detto: ‘Oh, ho perso molto tempo’, quindi ho davvero provato ad andare e provare a spingere fino alla fine e sapevo che avrei potuto fare la differenza qui.

“Da dopo Eisfall fino alla fine, sono stato davvero in grado di spingere ogni curva, non restare indietro, non scivolare, e stavo davvero mantenendo la mia velocità.”

Haehlen è stata la sorpresa sul podio, eguagliando il miglior secondo posto in carriera, ottenuto in discesa alle finali della Coppa del Mondo della scorsa stagione a Meribel, superando Gut-Behrami al terzo posto.

“Non potevo crederci quando ho tagliato il traguardo e ho visto il numero due perché al cancello numero cinque ero quasi fuori”, ha detto Helen.

“Penso che questo sia il Super G. Devi spingerlo al limite e lavorarci fino alla fine”.

Un’altra italiana, Elena Cortoni, ha mantenuto la leadership nella classifica del superG dopo tre eventi nonostante sia arrivata solo 13°, anche se è stata raggiunta a 140 punti dalla norvegese Ragnhild Moynkel, che ha chiuso sesta quel giorno.

La seconda nave, Super G St Anton, è prevista per le 09:30 GMT di domenica.