Maggio 26, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sulle tracce di un nuovo profumo allettante

Sulle tracce di un nuovo profumo allettante

“Abbiamo messo la bellezza grezza della natura al centro delle nostre creazioni”, ha detto Guichard, 47 anni, mentre ci maciniamo sorseggiando champagne dai flauti, accarezzando il cane (il puntatore maculato francese chiamato Nuts) e ammirando il chitarrista (il lungo uomo dai capelli e scalzo in lino bianco) . “Ogni componente ha molti aspetti. Decido con quale giocherò e quale sviluppo presenterò”.

Gli ospiti della raccolta della tuberosa della Matiere Premiere bevono champagne mentre inalano i fiori che li circondano.

“I miei nonni piantavano rose, gelsomino e verbena in questa zona”, continua allungando il braccio. “Ricordo mio nonno in piedi davanti alla bilancia, all’ombra, a raccogliere i frutti per pesare il raccolto. Il profumo dei fiori si mescolava al profumo della terra, dei sacchi di iuta e della benzina delle macchine agricole. Volevo continuare il loro impegno per la conoscenza del territorio di coltivare fabbriche di profumi”.

Al mattino ci legheremo dei pouf intorno alla vita e ci uniremo a due raccoglitori di giarrettiere locali, due robuste zingare che Gichard conosce fin dall’infanzia, che strappano teste di tuberosa dai loro steli, si fanno strada lungo i corridoi delle piante e svuotano la nostra tana cesti di vimini. I fiori verranno poi consegnati ad un’azienda locale e trasformati in un “assoluto”, rivelando il loro potere floreale, e il loro lato sensuale goduto attraverso una tecnica poco utilizzata: insaziabile L’arte di bloccare il profumo nell’olio.

Priva di coloranti, lasciata invecchiare e confezionata in un flacone artigianale, la rosa francese profuma proprio come deve odorare: come un campo di tuberosa in una sera d’estate a Grasse.

Il fiore francese e i fiori raccolti che hanno ispirato la sua creazione. Alessio Jaquin

È un’industria di profumeria lenta, in stile Guichard. Scavato esteticamente in profondità in questi terreni ecologici ed ecocertificati, dove cresce anche da solo Rosa Centifoliala rosa cavolosa gonfia usata in Radical Rose senza genere di Matiere Premiere, dove presto inizierà a coltivare lavanda.

READ  SSD Portatile Buffalo SSD-PG - 2021 Recensioneمر

Iscritta nel 2018 come patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO per la brillantezza dei suoi profumi, Grasse ospita dozzine di aziende del settore, tra cui Chanel e Dior. Ma il ritorno all’agricoltura biologica e alle pratiche arcaiche, alla bellezza grezza nel senso migliore e più semplice, è ciò che contraddistingue Matiere Premiere.

Lo scrittore cerca di raccogliere i fiori di tuberosa dagli steli con la mano.

Guichard vive tra Grasse, dove è nato, e Parigi, dove il suo appartamento si affaccia sui Giardini del Lussemburgo. Un fanatico dell’hockey su prato e un amante dei libri (cita il classico racconto del 1953 di Gene Juno L’uomo che ha piantato alberi come lettura preferita), Guichard ha trascorso del tempo in Inghilterra, studiando economia prima di formarsi alla Givaudan Perfumery School di Parigi: suo padre, Jean Guichard, il “naso” dietro il profumo di successo di Obsession e Lulu, è un ex regista. Poi ha lavorato a Givaudan, New York.

Per diversi anni è stato uno dei migliori profumieri del gruppo di bellezza giapponese Takasago, per il quale ha creato fragranze tra cui Burberry Hero.

“Sono stato fortunato che Takasago mi abbia dato la libertà di fondare la mia azienda e trascorrere del tempo nel sud della Francia”, ha detto Guichard, la cui icona della moda francese Karen Roitfeld ha chiamato in suo onore la sua fragranza unisex 2019 Aurélien. “Mi hanno persino suggerito di costruire il mio laboratorio. Ho chiesto a mia madre, Beatrice, una scultrice che lavora il metallo e il marmo, se potevo farlo nella proprietà. Ho chiesto se poteva condividerlo”.

Fila dopo fila di profumi e campioni Matier Premiere in mostra al laboratorio Guichard.

È il giorno dopo la rivelazione della grande tuberosa. I capolini vengono colti, il pranzo è a lunghi tavoli sotto le tende bianche e ci sediamo all’interno dell’atelier di Guichard, un piccolo edificio scavato nello stile degli edifici in pietra adiacenti e sul retro, il quartier generale appartato con la sua e grande piscina. – La dimensione delle statue esterne.

READ  Il creatore di mod Gary pensa di vietare i nazisti

Dalla finestra sporge dal pavimento un sacchetto di fronde metalliche rosse: la firma di Beatrice Guichard Le erbe di avena Sculptures (“The Tall Grass”), variazioni dell’installazione in mostra permanente in piazza del Louvre a Parigi.

Il Guichard Lab ha pareti bianche, leggero e calmante. C’è ancora grande pubblicità che mostra Crystal Saffron, una nuova innovazione, la bottiglia in cima a un mucchio di zafferano rosso intenso prodotto, mi è stato detto, nel nord della Grecia. Tutti e dieci i profumi in anteprima sono allineati su un tavolo di legno. Ci sono pipette, contenitori di vetro, bilance da laboratorio, strisce assorbenti. Mentre Guichard spruzza, sento odore: muschio parigino, legnoso e botanico, estratto dal seme di ambretta dal Perù.

Il raccolto di tuberosa di quest’anno andrà a produrre il prossimo lotto di fiori francesi. Alessio Jaquin

Poi, Neroli Oranger, un fiore d’arancio puro e puro della Tunisia. Falconskin, scuro e accattivante, è realizzato in legno di betulla dalla Finlandia. Santal Austral, una sensuale fragranza legnosa bianca distillata da DSO (Dutjahn Sandalwood Oils) nell’Australia occidentale.

“Sappiamo che non tutti i migliori prodotti provengono da Grass. Ho ricercato materie prime da tutto il mondo e Dutjahn è stato un ottimo esempio di azienda del commercio equo con un prodotto straordinario. È pluripremiato, il 51% di proprietà di Prime nazioni [Martu and Wongi] Le persone. Lavorare con produttori internazionali etici che forniscono materie prime di alta qualità e aiutano anche lo sviluppo locale è al centro di ciò che facciamo”.

Quando si tratta di rilasciare la prossima fragranza Matiere Premiere, Guichard non ha fretta. Ogni innovazione richiede tempo. Tanto tempo: “Lavoro e annuso circa 50 diverse combinazioni al giorno. A volte mi ci vogliono 2.000 tentativi per creare un profumo. È un po’ come quando mia madre scolpiva il marmo. Riduce sempre il suo lavoro con esso”.

READ  Pixel 6a deve affrontare i primi problemi di sicurezza relativi al sensore di impronte digitali

“Voglio creare fragranze che lascino davvero una consistenza. Questo fa sì che le persone ti chiedano cosa indossi più volte al giorno. Questo crea legami ed evoca ricordi”.

Da un campo di tuberosa in una sera d’estate a Grasse, forse?

Guichard fece un sorriso. Dice “Oy”. “Ricordi del genere.”