Luglio 3, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

‘Stanley Ducy: Search Italy’ Stagione 2: cosa c’è nel menu a Londra

(CNN) – La ricerca dell’Italia di Stanley Dukey lo portò in un luogo inaspettato. Luogo con più italiani di Bologna o Pisa, gli antichi romani lo chiamavano la loro ultima frontiera.

Benvenuto a Londra.

Al di là della tradizionale cucina britannica, Ducy scopre una vivace scena gastronomica che è stata attaccata da generazioni di immigrati italiani. Con protta cremosa e pasta fresca fatta in casa, alcuni di questi piatti alternativi faranno concorrenza ai loro omologhi italiani.

“Questo è uno dei miei posti preferiti al mondo”, ha detto Ducy con orgoglio della sua città natale.

Di seguito una guida a dove puoi trovare alcuni dei cibi che Ducy ha mangiato a Londra. Ti sei perso il capitolo? Dai un’occhiata qui su CNNgo.

Lo chef che ha organizzato il matrimonio di Tucson

Stanley Ducy va a Sardoria, uno dei suoi ristoranti preferiti a Londra. Lo chef Francesco Massey gli ha preparato capesante scozzesi con ‘nduja’ (una salsiccia spalmabile piccante) e salsa verde. Non perdetevi le nuove puntate di “Stanley Tucci: Alla ricerca dell’Italia” su ET/PT la domenica alle 21.
La prima tappa è uno dei luoghi preferiti del Ducato in città: Sartoria.
Chef Francesco Massi Emigrato a Londra negli anni ’90 dalla Calabria, una delle zone più povere d’Italia. Ora supervisiona l’indaffarato personale di cucina di Sardoria.
Il ristorante ha una serie di specialità meridionali degli chef Lasagne alla pasta E Togliolini di astice. Quando ha sposato Felicity Blunt nel 2012, Doozy ha chiesto a Massey di ospitare il suo matrimonio.
A pranzo, Massey Ducey ha fatto scaloppine scozzesi.ந்துஜா (Una salsiccia spalmabile piccante) e salsa verde.

“Sono stato io a presentare Nduja a Londra”, ha detto Massey. “Ora puoi trovarlo ovunque. Ora è una parte importante della tua lista di ingredienti”.

READ  Quattro persone sono state arrestate in Italia per l'attentato, con più arresti in BN nel caso Maiorca

“È delizioso!” disse Tucci come una zucchina. “Sta succedendo molto.”

Poi, Ducey ha provato la liquirizia, la marmellata di cipolle rosse, il cavolfiore nero, il purè di olio d’oliva e il merluzzo nero con patate croccanti. Questo piatto è una canzone per le umili radici di Massey in Calabria, che è ricca di liquirizia e pesce.

La Chiesa ha trasformato il mercato

Mercato Mayfair È un ristorante italiano all’interno di una chiesa consacrata. Ha ristoranti e negozi di alimentari.

Tucci ha preso dei tagliarini, un nastro lungo, e poi per la cottura.

“È bellissimo, guarda il suo colore”, ha detto Tucci del giallo brillante.

Ha sollevato un chilo ed è andato a casa sua e ha iniziato a cucinare.

Pasta al limone con rucola londinese

Mentre erano a Londra, lo chef Genaro Gondaldo e Stanley Ducey hanno cucinato i Tagliolini al limone di Amalfi e rucola. Non perderti “Stanley Ducey: Search Italy” questa domenica alle 21:00 ET.

Per preparare il piatto, la coppia ha cotto un po’ di peperoncino e aglio in olio d’oliva. Poi hanno aggiunto in padella la pasta cotta con un po’ di burro e il succo di limone.

“Aw, guarda quello!” disse Gondaldo. “Scusa, ogni volta che cucino un po’ di pasta.”

Infine, lo hanno sormontato con il London Rocket, un parente stretto di Rucola.

Questo piatto potrebbe non essere tradizionale, ma mostra la scena culinaria in crescita a Londra.

“Aha. Mi piace con la rucola. È così buono. Non voglio parlarne o altro. Voglio mangiarlo”, ha detto Tucci.

Segui il pangrattato

Ducy ha collaborato con lo chef stellato Michelin e l’immigrato italiano di terza generazione Angela Hardnet Produrre, prodotto Anolini in Proto. Fu alla scrivania di sua nona che Hardnet imparò per la prima volta a servire questa pasta ripiena con un ricco brodo di pollo, che si trova comunemente a Natale.

Ha invitato Ducy a fare Anolini con la sua famiglia nella sua casa nell’East End di Londra.

READ  Haworth's Lifestyle Design acquisisce il marchio di design italiano Interni

Gli anolini sono farciti con sedano, carote, aglio, pangrattato e formaggio. Tradizionalmente, il pangrattato veniva intinto e usato come alternativa alla carne formigiano perché era così conveniente.

Il processo di preparazione dei ravioli è stato molto lento.

“A tutti piacciono i consigli di cucina veloce, ma una cucina davvero buona richiede tempo”, ha detto Hardnet.

Come aveva previsto, il loro duro lavoro ha dato i suoi frutti.

“È incredibile, assolutamente incredibile”, ha detto Ducy.

zio Mia

Ristorante La Mia mamma Ha portato mamme da diverse parti d’Italia a lavorare come loro chef. Ogni mese ci sono nuove mamme e un nuovo menu. Nell’edizione di questa domenica di “Stanley Ducey: Search Italy” Ducey ha visitato. Domenica alle 21:00 ET / PT.

A Chelsea, Ducey ha visitato una specie di ristorante che celebra l’arte della cucina casalinga.

La Mia mamma È il pensiero del ristorante siciliano Pepe Corsaro. Il ristorante porta diverse madri provenienti da diverse parti d’Italia. Ogni mese, una nuova lista di quattro o cinque chef mamma presenta un nuovo menu.
Quando Ducy visitò, era sotto la guida di tre mamme italiane del sud della Campania. Gli hanno insegnato un classico della domenica preferito: Rahu napoletano.
Questo piatto è una sinfonia di carne: costolette di manzo, braciole di maiale, salsicce e pezzi di carne a fette sottili. Diventa tutto marrone e viene poi cacciato nel vino rosso. Infine la carne viene cotta a vapore in uno strato di pomodori San Marzano fino a che non si stacca dall’osso.

“Rahu, bollito d’amore per sei ore, si scioglierà in bocca”, disse Ducy.

Connessione francese

quando Quo Vadis Ha aperto i battenti per la prima volta nel 1926, quando il cibo caldo francese era di gran moda nell’alta società londinese e gli immigrati italiani subirono discriminazioni.

Il proprietario originario del ristorante, Pepino Leoni, è stato uno dei massimi estimatori della cucina italiana.

Oggi il ristorante è gestito Lo chef Jeremy Lee, Chi ha preparato per Tucci due dei migliori piatti di Quo Vadis: Saltimbocca E Polo Principesa.

Le salse ricche e cremose mostrano l’influenza francese della cucina.

READ  Gazprom taglia le forniture di gas all'Italia, tagliata la Francia | Notizie | DW

“Francia e Italia hanno sempre gareggiato per la supremazia”, ​​ha detto Lee.

Il capoluogo della mozzarella

Il cervello dietro questo superlape di mozzarella è di proprietà di un immigrato italiano ed ex banchiere di investimento Simona di Vietri. Ha passato un anno a cercare in giro per il mondo il latte perfetto per fare la mozzarella.

Ha trovato il miglior formaggio disponibile dalle mucche britanniche.

“Mi piace il latte britannico”, ha detto de Vietri. “Il gusto è un po’ alto e il motivo è l’erba. Le mucche pascolano”.

La mozzarella di manzo britannica è più gialla della versione italiana.

“È così confortante”, ha detto Tucci durante il campione di formaggio. “Il suo calore e tutto ciò che lo riguarda. È così buono.”

Oggi, molti ristoranti a Londra abbracciano i formaggi locali.