Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sponsor Pulse Insight | Analisi della serie W negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Italia

portato a
ero prima

Pulse sponsorizza i dati e ha analizzato il campionato singolare femminile della W Series e le prestazioni in tre mercati principali.

Sponsor Pulse Insight |  Analisi della serie W negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Italia

Con tutto il clamore che circonda la seconda stagione della classe W Series monoposto, abbiamo deciso di dedicare il pezzo dello sponsor di questo mese Pulse Insight alla crescente competizione automobilistica e alla salute delle sue partecipazioni negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Italia.

Serie W negli Stati Uniti

Il motorsport come sport è indubbiamente cresciuto in mercati come gli Stati Uniti. Sebbene l’industria automobilistica americana sia solitamente dominata da catene come Nascar, Formula 1 e IndyCar, ciò non significa che altri titoli non abbiano trovato il loro posto in mezzo a tutto questo. NHRA Drag Racing, AMA Pro Road Racing, MotoGP e, naturalmente, la W Series sono riusciti a ritagliarsi un po’ di spazio in un mercato sportivo relativamente affollato in cui il motorsport continua a costruire una presenza.

Negli Stati Uniti, più di 59 milioni di persone hanno partecipato alla W Series almeno una volta nell’ultimo anno e il 43% di quel gruppo ha partecipato su base settimanale. La serie di corse giovanili in realtà si comporta meglio tra i maschi statunitensi rispetto alle femmine, con la proprietà che riceve un punteggio Pulse Sponsorship Chance di 14 quando filtrato dai dati demografici maschili (rispetto a un punteggio casuale di cinque per le femmine). Infatti, del 37 percento degli uomini americani che hanno interagito con la W Series nell’ultimo anno, il 50 percento interagisce con il farmaco su base settimanale e il 15 percento dichiara di essere entusiasta della competizione e di ciò che ha da offrire. Sebbene questi numeri non corrispondano del tutto ai numeri tracciati dalla National Football League (NFL) o dalla National Basketball Association (NBA) al momento, è comunque incoraggiante vedere quanto bene sia andata la competizione motoristica femminile negli ultimi anni. Era in giro.

Serie W del Regno Unito

Con cinque piloti attuali della Serie 18 W dal Regno Unito, c’è sicuramente una serie di opportunità per le proprietà e gli sponsor di connettersi con i consumatori britannici. Secondo i dati di Sponsor Pulse, la serie di corse non ha ancora raggiunto il suo pieno potenziale, ma mostra qualche speranza come una valida opportunità di sponsorizzazione per i marchi.

La W Series ha appena iniziato la sua seconda stagione, supportando la Formula Uno

Del 18% dei consumatori britannici che hanno assunto il farmaco nell’ultimo anno, uno su tre ha preso la W Series su base settimanale. Anche se sarebbe l’ideale ampliare questa gamma per raggiungere una percentuale maggiore del mercato, riuscire a raggiungere un’ampia fetta di pubblico 52 volte l’anno è sicuramente un traguardo allettante per i potenziali sponsor. Inoltre, la serie W del Regno Unito si comporta meglio tra i 25 ei 39 anni, con il 30% dei consumatori in quella fascia di età che ha interagito con la competizione negli ultimi 12 mesi.

Serie W in Italia

Non a caso, gli sport motoristici occupano un posto speciale nel cuore degli appassionati di sport italiani. Formula Uno, MotoGP e Scuderia Ferrari sono state tutte classificate tra le prime dieci proprietà commerciabili nel paese in base ai risultati di SubsorPulse Opportunity. Con questa attrazione per gli sport motoristici in generale, la Serie W beneficerà in modo significativo sul mercato con la sua recente decisione di aumentare la partecipazione degli sponsor e passare a un campionato a squadre a partire dal 2022.

Ad oggi, il 23 percento dei consumatori italiani ha partecipato al farmaco nell’ultimo anno e il 32 percento di quel gruppo partecipa su base settimanale. Sfortunatamente, la W Series ha solo un momentum rating del 7%, che è la percentuale di coloro che affermano che il loro interesse per il farmaco aumenterà nel prossimo anno. Con l’avvento del nuovo modello basato sul team e la decisione di introdurre gare di supporto per i fine settimana del Gran Premio di Formula 1, speriamo che questa metrica vedrà un aumento nel prossimo anno e inizi a guidare una maggiore partecipazione in un mercato in cui il motorsport è parte integrante dello sport. civiltà.

Senza dubbio, la Serie W ha dimostrato la necessità e l’appetito per una serie di corse tutta al femminile che permetta a queste atlete l’opportunità di competere e sfidarsi per i posti in competizioni come la Formula Uno. Nonostante sia entrata solo nella sua seconda stagione, la promessa mostrata da questo piccolo stabilimento non è solo perspicace per i direttori del marketing sportivo, ma anche fonte di ispirazione per coloro che si chiedono come potrebbe essere il futuro dello sport femminile.

Di recente, il mondo ha celebrato la Giornata internazionale delle donne nell’ingegneria e la nostra amica Georgina Yeomans di BlackBook Motorsport ha risposto a un video della Williams Racing affermando che “Le donne appartengono agli sport motoristici!”.

Siamo orgogliosi di dire che siamo d’accordo con Georgina su questo e, secondo i nostri dati, anche il resto del mondo lo è.


Per saperne di più sui dati sui consumatori internazionali relativi alla Serie W e ad altre competizioni motoristiche in tutto il mondo, visita il nostro sito web Qui.

READ  Venezia: un club costruito sull'acqua sale ai vertici del calcio italiano