Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Spalletti trasuda la vera identità dell’Italia. Le vibrazioni Dick-Italia sono più forti del 2012

Spalletti trasuda la vera identità dell’Italia.  Le vibrazioni Dick-Italia sono più forti del 2012

Federico Chiesa ha avuto un ritorno di fiamma. Quando l’Italia ha segnato il gol più veloce nella storia degli Europei contro l’Albania, lo ha riportato a Wembley mentre la sua squadra era in vantaggio sull’Inghilterra. L’occasione era diversa, la prima del torneo rispetto alla finale di tre anni fa, ma l’atmosfera era ostile. Il Dortmund sembrava Tirana. Tre quarti del Signal Iduna Park era di un rosso ribelle, pieno di albanesi drappeggiati e vestiti con bandiere. qeleshe, uno zucchetto bianco senza montatura.

E’ stata una situazione molto negativa – ha detto Chiesa -. L’abbiamo superata subito. Lo abbiamo preso come uno shock positivo per il sistema.

Potrebbero sorgere dei dubbi. Riccardo Calafiori, compagno di difesa centrale di Alessandro Bastoni, non è stato convocato fino alle partite di riscaldamento. “Ci sono state molte emozioni”, ha detto. Dopotutto, questa è solo la sua seconda partenza in Azzurro.

Nicolò Parella è in forma dopo essersi ripreso da uno stiramento al tendine del ginocchio nelle ultime due settimane. È stata una piacevole sorpresa vederlo in fila. Ma rimanevano domande su quale ruolo avrebbe giocato. “Solo il nostro calcio può salvarci”, ha detto Spalletti. Negli ultimi nove mesi ha cercato di implementare un marchio di calcio che è stato intermittente.

“Vogliamo fare qualcosa di duro che sia veramente gratuito”, ha detto filosoficamente. “Dare ai giocatori la libertà di espressione e il loro talento e allo stesso tempo essere una squadra organizzata. Se c’è troppa imprevedibilità, sarà troppo sorprendente per i nostri avversari. Dopo essersi radunata in Vestfalia, l’Italia ha dominato. Le cime a volte assomigliavano a quelle tratteggiate travi gialle che incombono su questa vecchia arena. Un giornalista ha chiesto a Spalletti subito dopo la partita: Riuscirai a vincere gli Europei?

READ  L'Associazione di Amicizia Italia-Cuba festeggia il suo 62° anniversario

“Tutti dicono sempre la stessa cosa. I dirigenti della Federcalcio lo fanno adesso: ‘Mister, l’importante è vincere’. È così da quando ho iniziato ad allenare i ragazzi. ‘Vincere è importante’. Non sono d’accordo. L’importante è giocare bene. Questo è l’unico modo.” Galleggia più che mai in Italia. Dal 2012 la Nazionale Dick-Italia di Cesare Prandelli gioca a calcio controculturale nella misura in cui l’Italia non è controculturale. Roberto Mancini ha vinto gli Europei nel 2021 grazie alla forza di Marco Verratti e Jorginho nel possesso palla, alla spinta di Leonardo Spinazzola e agli incisivi uno contro uno di Federico Ceesa. L’Italia ha incalzato con l’intensità della fiamma azzurra.

È prematuro dire che l’annata 2024 sia un’evoluzione. Ma l’Italia ha completato 750 passaggi contro l’Albania, di cui 186 nel terzo finale. Jorginho ha dato istruzioni ai difensori e ai centrocampisti intorno a lui su dove passare. È uno dei soli tre giocatori italiani ad aver segnato un secolo di partite con più di 100 passaggi.

Il pareggio di Bastogne ci ricorda quanto bene l’Italia utilizzasse i calci piazzati tre anni fa. Il vincitore di Parella sono i tortelli puri non tagliati. A volte il gioco dell’Italia è affascinante da guardare, soprattutto quando Calafiori va in avanti e Federico DiMarco e Chiesa forniscono larghezza quando David Fratessi supera Gianluca Scamacca. Tuttavia, Spalletti, da sempre gran lavoratore, trovava alcuni narcisisti.

“Ci siamo davvero piaciuti”, ha detto. “Ho visto tante cose belle, ma devono portare da qualche parte. Non possono essere la fine.

Spalletti voleva più palloni dietro. L’Italia ha saputo giocare con la stampa albanese e trovare l’uomo libero. Ma invece di colpire e giocare un altro passaggio spacca-difesa, l’Italia ha tenuto la palla, ha passato all’indietro e ha ripartito. Una palla lunga sopra ogni tanto non fa male, ha commentato Spalletti. Così facendo, sembrava uno chef tre stelle Michelin con un hamburger ogni tanto. “Dobbiamo essere più cinici nelle prossime partite”, ha ammesso Bastoni. A salvarli dovrebbe essere lo stile di calcio italiano, piuttosto che il portiere Gizio Donnarumma, che ha avuto la meglio nei minuti di recupero quando al suo ascellare Ray Manaj è stato negato un gol e all’Albania un punto. “Il pareggio sarebbe stata una decisione sbagliata”, ha concluso Chiesa.


(Kevin C. Cox/Getty Images)

L’esterno della Juventus torna a destra, riprendendo il ruolo che ha giocato agli ultimi Europei. La UEFA ha premiato Ceesa come migliore in campo, ma i complimenti sarebbero dovuti andare a Spalletti. Ha raccontato di aver sentito la stessa cosa più e più volte prima della partita su quanto poco tempo avevano i giocatori per prepararsi. Spalletti invece insiste di non poterlo usare come scusa perché gli Azzurri in ogni momento si erano presi tutto quello che voleva. La Spagna rappresenta un concetto completamente diverso dall’Albania. Le vibrazioni Dick-Italia sono ancora più forti di quanto lo fossero nel 2012. Brandelli, Mancini e Spalletti hanno, nell’ultimo decennio, rivelato la vera identità dell’Italia. È meno catenaccio. Anche Dolce Vita e La Grande Bellezza. Questa è l’Italia.

READ  L'Opera Vivaldi ottiene la sua prima scena a Ferrara, in Italia, circa 300 anni dopo

(Lars Barone/Getty Images)