Settembre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sostieni la reale importanza di Trump nelle elezioni locali? | Donald Trump

Quando il Partito Repubblicano ha iniziato a prepararsi per le elezioni di medio termine del 2022, sembrava… Donald Trump Hai capito tutto.

L’ex presidente degli Stati Uniti aveva sicuramente un’ascia da macinare repubblicani Gli si era opposto in passato e le imminenti primarie del partito erano un luogo in cui poteva affermare la sua ancora potente influenza e vendicarsi dei suoi potenziali avversari.

Nel modo in cui avrebbero dovuto andare le cose, Trump stava ricordando agli elettori la sua stretta presa sul Partito Repubblicano approvando i suoi candidati preferiti e attaccando i suoi avversari. Ciò ripopolerebbe i ranghi del partito con lealisti e alleati, e nel processo eliminerebbe alcune delle più grandi spine dalla sua parte.

Avanti veloce attraverso mesi di raccolta fondi, alcune elezioni speciali e una manciata di annunci di candidati e cose che semplicemente non vanno secondo i piani.

In Alaska, ad esempio, la senatrice Lisa Murkowski, l’attuale repubblicana e frequente critica di Trump, ha già uno sfidante repubblicano primario – approvato dall’Alaska Republican Party – ma lo sfidante non ha ancora raccolto fondi significativi dal partito. Senatore.

In Texas, Trump è entrato nel ballottaggio del Partito Repubblicano nel sesto distretto congressuale dello stato solo per vedere il candidato repubblicano. non l’ha fatto Certificazione per vincere. In Alabama, il membro del Congresso Moe Brooks, che Trump ha approvato in una primaria multicandidata, ha visto aumentare il numero di donazioni ricevute nell’ultimo trimestre dell’anno. Ma questo aumento non significa che Brooks abbia ottenuto più soldi. Prima dell’approvazione di Trump, Brooks ha raccolto $ 168.000. Dopo l’approvazione, Brooks ha raccolto circa $ 100.000, secondo Roll Call.

READ  Le autorità hanno detto che 5.000 migranti dal Marocco sono arrivati ​​nell'enclave spagnola di Ceuta in un giorno

Se il piano per i prossimi due anni era che l’impero Trump rispondesse, era come se l’impero Trump non rispondesse.

Ciò non significa che sostenere Trump non abbia senso nella politica repubblicana ora. O che tutti i candidati che sostiene hanno perso. In Ohio, il lobbista del carbone sostenuto da Trump Mike Carey ha vinto le primarie repubblicane per il 15° distretto congressuale dell’Ohio, sconfiggendo un avversario sostenuto dal senatore Rand Paul. Trump, sulla scia delle primarie, ha scelto di richiamare l’attenzione su questo.

“Pensi che Rand Paul si scuserebbe per aver speso quasi un milione di dollari per un altro candidato alla quindicesima corsa al Congresso in Ohio dopo aver già approvato Mike Curry?” Trump ha detto in una nota.

Ha aggiunto chiaramente: “Pensi che abbia imparato la lezione?”

Trump è anche desideroso di cercare di rafforzare i candidati più in grado di sconfiggere il suo acerrimo nemico. Nella corsa per il seggio del deputato del Wyoming Liz Cheney, Trump era pronto a incontrare un potenziale sfidante, secondo il Politico. L’ex presidente ha ripetutamente esortato i repubblicani a radunarsi attorno a un solo rivale e a ridurre il campo delle primarie per aumentare le possibilità che Cheney, forse il più importante critico di Trump nel partito, perda la rielezione.

Tuttavia, è chiaro che l’approvazione di Trump non decide più l’esito delle primarie del GOP.

Allo stesso modo, Trump ha tentato di dimostrare il suo controllo sul Partito Repubblicano esortando i legislatori a Capitol Hill ad opporsi al disegno di legge sulle infrastrutture dell’amministrazione Biden, ma senza alcun successo decisivo. Alla fine, 19 senatori repubblicani, incluso il leader repubblicano della Camera, si sono uniti ai democratici per presentare il disegno di legge.

READ  Riapertura della bolla di viaggio neozelandese al New South Wales; Identificato l'uomo del barbecue di Sydney Covid; Christine Holgate inizia un nuovo lavoro con Toll Global Express, il suo concorrente dell'Australia Post

Il senatore Mitch McConnell del Kentucky, anche leader repubblicano Lei disse In un’intervista con il Wall Street Journal, Biden “merita molto credito per aver reso i democratici aperti a un accordo bipartisan su questo disegno di legge” – un segno che uno dei repubblicani più potenti del paese non ha paura di ignorare Trump. Appelli urgenti.

Sarah Longwill, stratega repubblicana ed editrice del sito web di destra Bulwark, ha avvertito che ciò non significa che sostenere Trump non abbia senso.

La sua approvazione vale ancora qualcosa per una certa percentuale del partito, ha detto Longwill. “Tuttavia, non penso che la sua approvazione sia importante o meno come avere lo stesso effetto di quando ti attacca. Ma non funziona ovunque”.

Tuttavia, ci sono molti repubblicani che sono riluttanti, a dir poco, a influenzare l’autorità di Trump, in parte per il potenziale di irritarlo, e in parte per evitare di alienarsi il segmento dell’elettorato repubblicano che ancora lo ascolta. Insomma, il supporto di Trump è importante, ma – soprattutto nelle complesse gare interne – non è tutto e la fine di tutto.

“Nella misura in cui Trump continua a sostenere alcuni candidati estremisti, il suo sostegno da solo non può tagliare il traguardo”, ha aggiunto Longwill.