Aprile 24, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sono dipendente dal viaggiare senza bagaglio registrato

Sono dipendente dal viaggiare senza bagaglio registrato

Da quando ne ho scritto l’anno scorso, sono diventato dipendente dal viaggiare solo con il bagaglio a mano.

Ho saltato le lunghe code al check-in e sono andato direttamente ai controlli di sicurezza e ai controlli di immigrazione.

Ho navigato oltre la folla rannicchiata attorno ai carrelli dei bagagli e ho sdoganato prima del pacco.

Ho potuto approfittare dell’Airport Drops, dove porto una piccola valigia con ruote morbide e una borsa da notte montata in alto.

Non ci sono borse grandi da trasportare su un vagone ferroviario o da sollevare sui portabagagli. Non più in piedi su binari affollati cercando di attirare l’attenzione di qualcuno che mi aiuti. Niente più spalle timide per il sollevamento di borse troppo pesanti o inadatte.

Poi c’erano i vantaggi inaspettati. In due occasioni ho rischiato di perdere il mio volo in coincidenza, che è un evento comune di questi tempi con molti ritardi dovuti a condizioni meteorologiche, carenza di personale e problemi meccanici. Entrambe le volte i bagagli sull’aereo non sono passati, ma siccome avevo tutto con me, mi sono risparmiata la lunga attesa per i bagagli che dovevano portare gli altri passeggeri.

Finora il ridimensionamento è stato sorprendentemente facile, poiché ho viaggiato principalmente in climi caldi dove sarebbero bastati alcuni vestiti leggeri e un paio di sandali. Finora non ho avuto la sfida di fare le valigie per un volo molto lungo o un viaggio in un clima freddo, il che significa portare vestiti e scarpe più pesanti.

Ci sono compromessi. Non posso più portare con me il mio fidato ferro da viaggio, perché è troppo pesante. I miei articoli da toeletta dovevano contenere meno di 100 ml e metterli in un sacchetto di plastica per superare i controlli aeroportuali. Porta un Kindle invece dei libri stampati che preferisco.

Se volessi ritirare una bottiglia di vino da un vigneto, so che non sarei in grado di passarla attraverso la sicurezza.

Non ho più il lusso di portare vestiti “per ogni evenienza”. Devo adattarmi in modo intelligente e aggressivo, lasciando andare le cose che potrei indossare solo una o due volte. Ma lo trovo molto liberatorio. Alla gente non importa, e nemmeno se ne accorge, se indossi lo stesso vestito tre o quattro volte.

Ho scoperto che l’importante è la compagnia aerea che scegli. Alcuni sono più generosi di altri in ciò che è loro permesso in cabina, e altri sono più vigili nel limitare ciò che porti.

Il bagaglio a mano pieghevole, che può pesare nove o 10 chili quando è pieno, non sarà ammesso in cabina su Jetstar, che credo pesa tutto accuratamente prima di portarlo a bordo. Ma le sue misure e il suo peso sono altrettanto buoni per Qantas, che consente ai passeggeri di classe economica 10 kg di bagaglio a mano più altri quattro chili di effetti personali, come una borsetta o una borsa per laptop, sui voli nazionali e internazionali.

Ciò che tende a tenermi entro questo limite è il fatto che sollevare sacchi da 10 kg sui pensili superiori è piuttosto faticoso, e preferisco mantenerlo il più leggero possibile. Inoltre, non voglio dare l’impressione di fregare gli assistenti di volo e di portarli via per il check-in nella stiva.

Ma finora non sono stato fermato o chiesto di pesare le mie borse. Anche durante l’ultimo viaggio con Virgin (sette chili), hanno lasciato passare la mia valigia con le ruote senza fare domande. A livello internazionale, sei appena passato, anche con le compagnie aeree ufficialmente soggette a restrizioni.

C’è poco da vantarsi. L’idea è di apparire professionali ed essere ben contenuti, non in borse disordinate e traboccanti. Portalo rapidamente negli armadietti e non prendere gli altri. I tuoi due chilogrammi in più non avranno importanza per gli assistenti di volo se sei un viaggiatore consapevole.

Anche la selezione della borsa è importante. Il tipo di guscio leggero con il lato con cerniera può contenere una quantità incredibile di vestiti, ma può pesare due o tre chili da vuoto, quindi devi stare molto attento a quanto ne metti. Ho anche una piccola ventiquattrore. Può essere posizionato sotto il sedile se necessario.

È abbastanza evidente in questi giorni che più persone che mai si sono attaccate a questo concetto. Gli armadietti superiori non diventano più grandi ed è una corsa frenetica per andare per primi e rivendicare quel prezioso spazio sopra la tua panca.

Ma non c’è niente come la sensazione rinvigorente di correre davanti a tutti quelli che aspettano nel nastro trasportatore dei bagagli mentre ti dirigi verso l’uscita.

lee.tulloch@traveller.com.au

Vedi anche: portare solo? Mi dispiace, ma non posso viaggiare senza un bagaglio registrato

Vedi anche: Consigli degli esperti su come viaggiare senza bagaglio registrato

READ  Un uomo scopre cos'è vile mangiando "pancake ai mirtilli" a colazione