Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Solo 3.500 dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie sono state messe a disposizione di Ga – Tufton

Con il vaccino contro il vaiolo delle scimmie molto richiesto e i paesi ricchi che divorano le dosi disponibili, la Giamaica riceverà solo 3.500 dosi entro la fine del mese.

Il ministro della salute e del benessere, il dottor Christopher Tufton, ha fornito l’aggiornamento durante la sessione della Camera di martedì. Ha affermato che l’acquisizione è stata facilitata dalla cooperazione con la Pan American Health Organization (PAHO) che questa settimana ha annunciato di aver acquisito 100.000 dosi dai produttori danesi.

“Si consiglia che i produttori di un vaccino contro il vaiolo che ha dimostrato di proteggere le persone dal neippox abbiano quantità limitate sul mercato e, in quanto tali, ci sono state fornite solo circa 3.500 dosi del vaccino. Va notato che potremmo non ottenere quella quantità, perché la domanda Il vaccino è molto alto con un’offerta limitata”.

Ha affermato che, al fine di massimizzare l’uso del vaccino e raggiungere gli obiettivi di contenimento, il gabinetto ha accettato di somministrare il vaccino in questa fase, come profilassi post-esposizione.

“Una volta che il vaccino raggiungerà il Paese, verrà somministrato solo a persone che sono a stretto contatto con un paziente diagnosticato. Tofton ha spiegato che quelle persone includerebbero gli operatori sanitari coinvolti nella cura diretta dei pazienti con vaiolo delle scimmie… e i contatti familiari dei casi confermati, compresi i partner sessuali.

Ha aggiunto che una volta che il paese riceverà più dosi di vaccino, il metodo per stabilire le priorità sarà perfezionato e il pubblico sarà informato.

“Il PAHO ci ha informato che non dovrebbero essere disponibili dosi aggiuntive per la Giamaica prima del 2023”, ha rivelato il ministro.

READ  Il telescopio spaziale James Webb della NASA rivela un terrificante vortice viola nel nostro universo

Nel frattempo, la direttrice della PAHO, la dott.ssa Carissa Etienne, ha affermato che l’organizzazione sta finalizzando gli accordi per ottenere 100.000 dosi di vaccini contro il vaiolo delle scimmie dall’azienda biotecnologica della Baviera settentrionale, per la distribuzione ai paesi membri dell’America Latina e dei Caraibi.

Etienne ha affermato che la PAHO si è assicurata un accordo attraverso la struttura del fondo rotativo, con Bavaria Nordic, che ha sede a Hellerup, in Danimarca. Ha affermato che ciò è avvenuto sulla scia delle richieste degli stati membri di supporto per ottenere le dosi, che sono state presentate durante una sessione speciale del comitato direttivo dell’APHO ad agosto, rilevando che ne sono state presentate 12.

“Stiamo ricevendo i dettagli logistici finali, come le stime di spedizione e assicurazione, e la consegna avrà la priorità in base alla situazione epidemiologica nei paesi. Quindi, le consegne parziali ai paesi che lo hanno richiesto inizieranno, ora, a settembre, rendendo la nostra regione la prima dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) a fornire vaccini contro il vaiolo delle scimmie agli stati membri”.

“I nostri sforzi consentiranno ai paesi di questa regione di avere accesso al vaccino, anche in piccole quantità, cosa che altrimenti non sarebbe stata possibile”, ha aggiunto.

La direttrice stava parlando durante il briefing digitale dell’APHO il 7 settembre, quando ha notato che la regione delle Americhe ha l’ininvidiabile primato di registrare il maggior numero di casi confermati di vaiolo delle scimmie a livello globale, da quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato la malattia Un’emergenza sanitaria di interesse internazionale nel mese di luglio. .

“Al 6 settembre sono stati segnalati più di 30.000 casi di vaiolo delle scimmie nelle Americhe, con la maggior parte dei casi concentrati negli Stati Uniti, Brasile, Perù e Canada. La maggior parte dei casi confermati finora sono tra gli uomini … anche se 145 sono stati segnalati”, ha detto ai giornalisti. Almeno un caso nelle donne e 54 casi tra le persone di età inferiore ai 18 anni.

READ  L'incredibile "immagine del telescopio spaziale" era in realtà una fetta di chorizo

Inoltre, ha affermato il regista, finora sono stati segnalati quattro decessi correlati al vaiolo delle scimmie in Brasile, Cuba ed Ecuador.

Il vaiolo delle scimmie è una malattia rara causata dal virus del vaiolo delle scimmie. Il virus del vaiolo delle scimmie è una malattia zoonotica che fa parte della famiglia di virus noti come poxvirus, che causa il vaiolo.

I sintomi sono simili a quelli del vaiolo, ma sono più lievi. Il vaiolo delle scimmie è raramente fatale.

Segni e sintomi della malattia includono febbre, brividi, forte mal di testa, affaticamento estremo, dolori muscolari e alla schiena, linfonodi ingrossati e un’eruzione cutanea che di solito compare da uno a tre giorni dopo l’inizio della febbre.

-30-