Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Skywatch: Giove e Venere danzano, e arriva la primavera, e con essa un addio

Skywatch: Giove e Venere danzano, e arriva la primavera, e con essa un addio

commento

Stasera, spegni la TV. Esci subito dopo il tramonto: vedrai i pianeti Giove E Venere Comincia ad apparire nel cielo della prima serata a sud-ovest.

Nelle prossime notti, notate come quei pianeti sembrano avvicinarsi, come amanti persi da tempo che corrono l’uno verso l’altro in un terminal aeroportuale, solo al rallentatore. Dalla nostra prospettiva terrestre, si stanno abbracciando – o, in termini di astronomia, il 2 marzo, secondo l’Osservatorio navale degli Stati Uniti. Poi si incrociano.

L’essere più affascinante e splendente è TerraSecondo l’osservatorio, Venere è accanto ad essa, che può essere vista a -3,9 gradi. Mentre il gigante gassoso Giove è molto lontano, lo vediamo a magnitudine -2.1, che è abbastanza luminoso da essere visto da luoghi urbani con inquinamento luminoso.

Per tutto il mese di marzo, Giove cade nel cielo occidentale. Per un po ‘, il pianeta si nasconderà vicino sole – ma appare in tarda primavera come pianeta mattutino.

Il pianeta Venere abbaglia lo skygazer occidentale per il resto della primavera fino a metà estate.

nuovo mese luna Spettacolo 21 marzo. Cerca un frammento della giovane luna mentre passa davanti a Giove il 22 marzo sull’orizzonte occidentale, la sera, e poi passa davanti a Venere il 23-24 febbraio.

Trovare Marte In alto nel cielo australe della costellazione il Toro. Questo puntino rosso è luminoso a un valore pari a zero. Cercalo sopra la grande costellazione Orione. Il primo quarto di luna passerà sul Pianeta Rosso il 27-28 febbraio. Un mese dopo, la falce di luna si è avvicinata a Marte il 26-27 marzo, per poi allontanarsi il 28 marzo.

READ  Un nuovo tipo di frattale è stato scoperto nel ghiaccio magnetico: ScienceAlert

La stagione invernale si ritira a favore di alberi emergenti, come Equinozio di primavera Arriva il 20 marzo alle 17:24, secondo l’osservatorio. Questo segna l’inizio astronomico della primavera. In effetti, questo è quando il sole sembra attraversare l’emisfero settentrionale, ma ricordate, nella realtà fisica, il sole rimane stazionario. Noi qui sul pianeta Terra siamo quelli in movimento.

Ma prima della primavera, mentre i giorni bui dell’inverno svaniscono, cambiamo di nuovo i nostri orologi: domenica 12 marzo alle 2 del mattino, gli orologi devono ufficialmente spostarsi di un’ora all’ora legale.

Il mese di marzo inizia a Washington con 11 ore e 20 minuti di luce diurna, secondo l’Osservatorio, e il mese termina il 31 marzo, e cadiamo in 12 ore e 36 minuti di luce diurna.

Grazie per i lettori. È stato il piacere di essere la tua guida turistica giornalistica verso i cortili celesti, dato che sto terminando alcuni decenni di scrittura di questa colonna.

Questa impresa è iniziata sulla pagina Style Plus l’altro giorno, e voglio ringraziare gli editori originali, Peggy Hackman e Bill Smart, per la loro fiducia. Grazie alle mie attuali e sempre simpatiche redattrici Jane Vines e Ann Bartlett.

Grazie, astronomo Jeff Chester dell’Osservatorio Navale, per la tua generosità e pazienza nello spiegare la meccanica celeste e per avermi mantenuto sulla via dell’accuratezza cosmica.

Come è stato per milioni di anni, i nostri cieli cambiano costantemente. Per favore, divertiti. Mentre il poeta romano Virgilio ottiene il merito originale per aver coniato la frase – per le stelle – per favore concediti il ​​​​suo latino: Ad astra.

* 11 marzo – Goditi i cieli di fine inverno all’Udvar-Hazy Centre del National Air and Space Museum di Chantilly. Guarda il cielo attraverso i telescopi forniti dai membri del Northern Virginia Astronomy Club. Ritrovo alla fermata del bus del museo, 18:30-20:30 airandspace.si.edu.

READ  Il segnale radio alieno Blc1 di Proxima Centauri trovato da Breakthrough Listen finalmente spiegato

* 11 marzo – “Stars in Accretion Disks Orbiting Black Holes”, un discorso tenuto da Alex Dittmann, uno studente laureato presso l’Università del Maryland, al National Capital Astronomers Meeting. 19:30 solo online. Per accedere visita Capitalasteronomers.org.

* 12 Marzo – Se l’astronomia è il campo dei tuoi sogni, mantieni le distanze. L’astronomo Pete Gural spiega come misurare i parsec e le unità astronomiche in modo da poter parlare di anni luce. All’incontro dell’Astronomy Club of Northern Virginia, stanza 3301, Exploration Hall, George Mason University. 19:30 Per dettagli o per partecipare virtualmente: novac.com.

* 17 marzo – “Comete, centauri e oggetti transnettuniani”, una conferenza di Walter Harris dell’Università dell’Arizona. È ospitato da PSW, precedentemente noto come Philosophical Society of Washington. 20:00 Canale YouTube: PSW Science. 20:00 Dati personali: pswscience.com.

* 18 marzo – “Astronomia per tutti” allo Sky Meadows State Park nella contea di Fauquier, con telescopi forniti dai membri del Northern Virginia Astronomy Club. 18:30-21:30 GPS: 11012 Edmonds Lane, Delaplane, Virginia, 20144. Info: novac.com. Costo del parco: $ 10.

* 30 marzo – “Isotopi basati sulla Terra a supporto delle missioni spaziali”, conferenza di Mark Chebanek dell’Office of Chief Health and Medical Officer della NASA. 20:00 Museo nazionale dell’aria e dello spazio nel National Mall. i dettagli: airandspace.si.edu. Per partecipare di persona o online, registrati su tinyurl.com/bdekx49m.