Maggio 26, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sintomi gastrointestinali? Potrebbe non essere covid, ma potrebbe essere norovirus.

Poiché i casi di Covid-19 continuano a diminuire negli Stati Uniti, i casi di un altro virus stanno tornando ai livelli pre-pandemia.

L’epidemia di norovirus, l’insetto responsabile della temuta influenza intestinale, è in aumento da gennaio, secondo il ministero della Salute. Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Da agosto 2021 fino all’inizio del mese scorso, il CDC ne ha segnalati 448 Focolaio di norovirus. Nello stesso periodo dell’anno precedente ne sono stati segnalati solo 78.

Dall’inizio di gennaio, il numero di focolai settimanali è aumentato da meno di 10 a più di 50. I dati si basano sui rapporti dei dipartimenti sanitari statali di Massachusetts, Michigan, Minnesota, Nebraska, New Mexico, Ohio, Oregon, South Carolina, Tennessee , Virginia, Wisconsin e Wyoming.

Non ci sono dati che suggeriscano che l’epidemia di norovirus sia in alcun modo correlata alla variante omicron di MERS-CoV.

Ma potrebbe essere possibile che la revoca delle restrizioni Covid possa aiutare a diffondere il virus. Il norovirus, che provoca vomito e diarrea, è altamente contagioso e si diffonde da persona a persona attraverso le superfici.

Robert Atmar, professore di medicina ed esperto di malattie infettive al Baylor College of Medicine di Houston, ha affermato di sospettare che l’aumento dell’epidemia possa essere un riflesso delle strategie di mitigazione del COVID a livello nazionale.

La mascherina, ad esempio, non è più necessaria nella maggior parte delle regioni del Paese. Sebbene il norovirus non sia diffuso dalle goccioline respiratorie, l’aumento dei casi potrebbe riflettere un rilassamento del controllo generale delle infezioni.

La diffusione del Norovirus è particolarmente fastidiosa, perché può diffondersi a miliardi Microparticelle di norovirus Sulle superfici e attraverso cibo o acqua contaminati. Bastano poche di queste particelle per far ammalare qualcuno.

READ  Un nuovo studio afferma che COVID lascia questo nel tuo corpo anche se sei asintomatico

“La concentrazione di virus nei campioni di feci è molto alta, quindi non ci vuole molta contaminazione microscopica per infettare le persone”, ha detto Atmar.

I focolai tendono ad essere più comuni nelle aree in cui le persone si radunano nelle immediate vicinanze, come le navi da crociera o gli asili nido.

Il modo migliore per evitare il norovirus, ha detto, è l’igiene delle mani vecchio stile. Cioè, lavati energicamente le mani con acqua e sapone per 20 secondi dopo aver usato il bagno e prima di preparare il cibo.

Ha aggiunto che quando si tratta di pulire le superfici, una soluzione di candeggina diluita è la soluzione migliore per disinfettare le aree interessate.

Seguire Salute della NBC Su Twitter & Facebook.