Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Settimana della moda indiana: insieme più potenti del dividere?

Settimana della moda indiana: insieme più potenti del dividere?

Cosa aspettarsi alla FDCI x Lakme Fashion Week, la prima e unica uscita fisica dello United questo mese

Cosa aspettarsi alla FDCI x Lakme Fashion Week, la prima e unica uscita fisica dello United questo mese

Per due stagioni, FDCI e Lakmé Fashion Week (LFW) – due dei più grandi enti di moda dell’India – hanno presentato un modello congiunto (figitale) per la Fashion Week. La prossima settimana, si uniscono di nuovo per la loro prima settimana della moda fisica (AW22), mentre le restrizioni sul coronavirus si allentano e l’India inizia a rimettersi in piedi.

Non più per le feste

Dieci anni fa, la Fashion Week era considerata un evento di “pagina 3” (un termine, in questa storia di Instagram la vita che abbiamo da allora in pensione), e i suoi eventi sono arrivati ​​sulle pagine delle feste dei giornali. A completare quell’immagine ci sono i momenti iconici dello spettacolo di Bollywood, i generosi clienti alcolizzati, gli spettacoli straordinari degli stilisti da sposa indiani e le sedi degli hotel. Il ronzio delle feste successive risuonerà nel backstage il giorno successivo.

Tuttavia, negli ultimi anni, le settimane della moda sono cresciute e si sono democratizzate, così come l’industria della moda indiana. Il processo di trasformazione degli organi di governo – con le multinazionali che acquistano quote di maggioranza nelle case di design indiane – ha cambiato il gioco della moda. Metaverse è la prossima realtà, impressioni digitali e accesso alla grande strategia. Focus su sostenibilità, crescita finanziaria, vendita al dettaglio e storytelling.

Design di Rahul Mishra per la mostra di apertura | Fonte immagine: FDCI x Lakme Fashion Week

“Dato che gli organismi (FDCI e LFW) mantengono la loro posizione individuale, speriamo di crescere una settimana della moda imparando e costruendo sui reciproci punti di forza”, Sunil Sethi, presidente del consiglio di amministrazione di FDCI, condivide insieme questa terza edizione, come hanno preso spunto da Fashion Weeks L’universalità offerta da un corpo.

Rahul Mishra va per primo

Il 22 marzo inizia la Delhi Fashion Week, quando Rahul Mishra, il primo stilista indiano alla Milano Fashion Week ed ex studente di moda all’Istituto Marangoni di Milano, ha presentato la sua collezione presso la casa dell’ambasciatore italiano. L’ambasciatore italiano in India, Vincenzo De Luca, è stato un forte sostenitore delle crescenti relazioni tra i due Paesi. Riteniamo che questa partnership aprirà più porte ai designer e alla condivisione delle conoscenze, nonché vetrine per i designer indiani in Italia”, afferma Jaspreet Chanduk, Head of RISE Fashion and Lifestyle che organizza LFW con Lakme.

Patta x Snit Verma

Patta x Sennet Verma | Fonte immagine: FDCI x Lakme Fashion Week

Molti spettri di cooperazione

Questa stagione è incentrata sulle associazioni, sia per i marchi giovani che per quelli veterani, e il calendario è ricco di partnership. Ci sono Nexa x Tarun Tahiliani, Bata x Suneet Verma, Boat x Huemn e Lakmé Salon x Varun Bahl. RealMe e John Jacobs collaboreranno rispettivamente con Shantanu, Nikhil e Shivan & Narresh. I giganti delle calzature sportive, Adidas Originals, forniranno le sneakers per i modelli Khanijo e Antar Agni.

Magazzino l’ultimo giorno

Tornano in scena anche i distributori automatici in stile magazzino. I designer affiliati alla FDCI saranno invitati a vendere le loro linee vintage con uno sconto di circa il 70% l’ultimo giorno della Fashion Week.

Mentre i nomi e il denaro suonano bene, che dire della creatività sfrenata e dei principi guida? “Per un settore giovane come il nostro, la percentuale dei costi per gli sponsor aiuta a sovvenzionare i costi per i designer”, spiega Chandock. È particolarmente entusiasta delle società di fibre che forniscono collaborazioni più sinergiche, aiutando la più ampia comunità della moda ad affrontare alternative consapevoli. Questa versione vedrà la collezione Sathya Paul di Rajesh Pratap Singh che utilizza i tessuti R-Elan™ realizzati con bottiglie in PET riciclate. e tencel Luxe con il suo sostituto in seta collaborerà con JJ Valaya.

fatto in India

“La cosa importante che è emersa dalla pandemia è uno spostamento dell’attenzione dal mercato internazionale al mercato interno”, osserva Sethi. I mercati stanno mostrando un forte aumento del potere d’acquisto con l’avvento del retail e ora le fashion week mirano a fornire soluzioni prima ai buyer indiani, poi Stagioni della moda.

Soham Acharya per Alpona Designs, FDCI x Pearl Academy, realme x Shantanu, Nikhil

Soham Acharya per Alpona Designs, FDCI x Pearl Academy, realme x Shantanu e Nikhil | Fonte immagine: FDCI x Lakme Fashion Week

Pista post-pandemia

La sede di Delhi, il Major Dhyan Chand National Stadium, dispone anche di uno spazio “Atelier” oltre alla solita area del palco principale, che fornisce assegnazione di gruppo e disposizione dei posti a sedere.

Ottieni con la tecnologia

Due anni dopo l’inizio della pandemia hanno sollevato molte domande sulla moda. A che servono le indicazioni quando abbiamo passato così tanti mesi in pigiama? E piattaforme come Instagram e Tik-Tok, con i loro video di design e idee di moda, rimangono forme popolari di contenuti sponsorizzati. Il fatto che Tik-Tok, la piattaforma di condivisione video, sia il partner ufficiale del Festival di Cannes di questa stagione, dimostra che i video sono la migliore esperienza di Generazione Z al mondo. Anche FDCI x LFW lo capisce e anche gli spettacoli della Fashion Week saranno trasmessi in streaming live su piattaforme OTT come Voot e Jio. Ci sono collegamenti con l’app video Roposo e Ajio Luxe supporterà i designer disposti a seguire il modello di vendita “Guarda ora, acquista ora”.

La FDCI x Lakme Fashion Week va dal 22 al 28 marzo.

READ  Dopo più di 19 mesi riaprono i club del Milan