Ottobre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Scienziati: i dinosauri con le gambe agitavano la coda per correre i dinosauri più veloci

Secondo gli scienziati che hanno modellato i loro movimenti in 3D in 3D, i dinosauri con le zampe potrebbero aver fatto oscillare la coda mentre si schiantavano contro i cespugli, proprio come gli umani hanno oscillato le braccia. Università di Harvard.

Fino ad ora, era opinione diffusa che i dinosauri bipedi (a due zampe) sviluppassero lunghe code per bilanciare il peso delle loro teste, e la coda fosse solo un’estensione rigida del bacino. Ma ora si ritiene che oscillare la coda riduca lo sforzo muscolare necessario per spingersi in avanti, il che significa che potrebbero correre più velocemente.

Per capire meglio come cavità di muggine Un piccolo dinosauro carnivoro che si affidava alla velocità e all’agilità per catturare la sua preda potrebbe essersi mosso in base alla sua fisiologia Peter Bishop dell’Harvard Museum of Comparative Zoology negli Stati Uniti e i suoi colleghi hanno creato una simulazione 3D utilizzando la tomografia computerizzata di ossa di dinosauro e modelli digitali di come la compatibilità scheletrica.

Fondamentalmente, questa simulazione ha permesso loro di prevedere modelli di movimento che massimizzerebbero determinati obiettivi, come correre più velocemente. L’effetto di modificare o rimuovere alcune parti del corpo come la coda. Le simulazioni hanno rivelato inaspettatamente che il dinosauro faceva movimenti chiari con la coda e il collo lunghi e pesanti mentre si muoveva.

“Non è come un cane che scodinzola quando è eccitato”, ha detto Bishop, la cui ricerca è stata pubblicata su progresso scientifico. “Proprio come noi umani facciamo oscillare le braccia quando camminiamo o corriamo, pensiamo che abbia a che fare con il bilanciamento e il bilanciamento del movimento di altre parti del corpo”.

READ  Imporre la prova della vaccinazione per entrare nelle aziende può essere difficile

Il team ha anche studiato l’effetto della rimozione della coda: ciò significava che il dinosauro simulato doveva esercitare il 18% in più di sforzo muscolare mentre si muoveva, suggerendo che anche la coda potrebbe essere stata tagliata. celofisi Dispendio energetico – Un altro motivo per cui gli umani oscillano le braccia quando camminano.

“Quando gli abbiamo tagliato la coda, il dinosauro ha dovuto scuotere i fianchi per compensare la perdita della coda”, ha detto Bishop.

Si ritiene che i risultati potrebbero anche informare come altri dinosauri con le zampe, inclusi giganti come Tirannosauro Rex, lui si è trasferito. “Queste simulazioni ci danno una comprensione molto migliore di come erano queste creature come animali viventi, permettendoci di formare un quadro migliore della storia della vita e un apprezzamento di come siamo arrivati ​​agli animali e alle piante che abbiamo oggi”, ha detto Bishop.

Ha aggiunto che la comprensione dei piani corporei unici ed estinti potrebbe anche fornire ispirazione per nuovi tipi di robot più efficienti.