Febbraio 2, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Scarlet” del regista italiano Pietro Marcello è incentrato sulla non convenzionale “Principessa”.

"Scarlet" by Pietro Marcello was invited to Gala Presentation section of this year's Busan International Film Festival. [BIFF]

“Scarlet”, diretto da Pietro Marcello, è stato invitato alla sezione di presentazione del Busan International Film Festival di quest’anno. [BIFF]

Busan – Il dramma in costume del regista italiano Pietro Marcello “Scarlet”, che è stato invitato a essere proiettato nella sezione Gala del Busan International Film Festival, è una versione romanzata della popolare serie drammatica “Crash Landing on You”.

La sezione Presentazioni di Gala presenta i nuovi progetti di registi di fama mondiale.

Basato sul romanzo russo del 1923 “Scarlet Sails” di Alexander Green, non è stata la principessa, ma il principe a far atterrare il suo aereo.

Ambientato all’indomani della prima guerra mondiale, il film parla di una giovane donna non convenzionale ma bellissima, interpretata da una cantante di 20 anni diventata attrice, Juliette Joan. Ha un forte rapporto con i suoi genitori, suo padre, interpretato da Raphael Terry e una vedova, interpretata da Noemi Lvovsky.

Il film è stato presentato in anteprima mondiale alla Settimana dei registi del Festival di Cannes di quest’anno. Originariamente regista di documentari, Marcello ha esordito nel cinema con Martin Eden (2019), che ha gareggiato per il Leone d’Oro alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Marcello è stato influenzato dal romanzo russo che ha descritto come “una piccola ma bella storia d’amore” – ​​non solo tra l’eroe e il pilota, rappresentato da Louis Garrel, ma anche il legame dell’eroe tra i suoi guardiani.

“Abbiamo apportato alcune modifiche al romanzo”, ha detto Marcelo durante un evento stampa locale al Teatro KNN di Busan sabato. “[Originally]Era il principe che è arrivato su un cavallo bianco, ma abbiamo voluto mettere in evidenza Giulietta [the protagonist] come essere indipendente.

“Nel romanzo, parlava di una giovane ragazza la cui vita è cambiata per sempre quando incontra un principe infranto”, ha spiegato Joan durante la conferenza stampa. “Ma noi [the staff and the actors] Non pensava a Juliet come a quel tipo di persona, poiché può essere derivato dal suo background e dalla sua infanzia. Quindi abbiamo cercato di trovare il giusto equilibrio [between the film and the novel]. ”

Juliet è descritta come una giovane donna brillante e intelligente che si ritrova e la sua famiglia emarginate dal resto della comunità cittadina. Tuttavia, trova conforto nella poesia, nella lettura e nella musica, nel sognare ad occhi aperti sulla sua libertà e indipendenza finché non incontra il pilota. Tuttavia, alla fine del film, Giulietta non lascia la città e non se ne va con il suo principe azzurro.

“Non credo che Juliet sia un personaggio che aspetta che le succeda qualcosa”, ha detto Marcelo. “È una persona che può decidere da sola in modo indipendente, e penso che sia stata la sua decisione di rimanere in città”.

Un altro fattore che ha plasmato il rapporto di Juliet con suo padre, secondo Thierry.

Giulietta instaura una forte relazione tra una vedova di nome Adeline, interpretata da Noemi Lvovsky, a sinistra, e suo padre, Raphael. [BIFF]

Giulietta instaura una forte relazione tra una vedova di nome Adeline, interpretata da Noemi Lvovsky, a sinistra, e suo padre, Raphael. [BIFF]

Penso che il regista avesse visioni simili [about the film]ha detto Terry in conferenza stampa. La nostra generazione ha una comprensione e un’esperienza simili riguardo alla tradizionale comunità rurale mostrata nel film […] Tuttavia, sebbene la società abbia invaso la società moderna, non credo che il tradizionale fondamento basato sulla famiglia sia cambiato. È intramontabile e tradizionale che un padre voglia donare felicità e condividere con sua figlia il suo sogno, che non è cambiato dal XIX secolo ad oggi”.

READ  Il Paris Film Theatre è stato nominato il più famoso al mondo per il 2022

Scritto da Lee Jae Lim [lee.jaelim@joongang.co.kr]