Gennaio 23, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Santa Anita fa uno spettacolo d’addio all’amato barista Frank Panza – Horse Racing News

Frank Panza è stato descritto così nel 2014: “Questo uomo panza è ancora una cosa bellissima, però. Guarda i capelli, folti come un sentiero d’erba. Il sorriso, pieno di lucentezza italiana. E ascolta le sue storie di Damon di mezzo secolo Runyon di Santa Anita.”



Il Santa Anita Park porge le sue più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici del barista Frank Panza, morto mercoledì sera all’età di 91 anni dopo una lunga battaglia contro il cancro. Panza, un residente di lunga data di Laguna Niguel, morto a casa con sua sorella Gloria al suo fianco, negoziava 65 miglia al giorno per lavorare in quello che spesso descriveva come un “lavoro da sogno”.

Impiegato per 59 anni a Santa Anita e conosciuto da migliaia di partecipanti nel corso degli anni come un meraviglioso mixologist, caro amico e confidente nell’originale sala Turf Club Chandelier, e in seguito, presso il bar Club House principale della pista, la definizione di culmine -servizio clienti di lusso, ha accolto allo stesso modo clienti abituali e nuovi arrivati ​​con un comportamento solare e un’attenzione instancabile ai dettagli.

Nato il 28 maggio 1930 in Ohio, Panza è venuto a lavorare per la prima volta a Santa Anita nel dicembre 1961 e ha servito alcuni dei più grandi nomi del mondo dello spettacolo e dello sport durante la sua straordinaria carriera che si è conclusa a causa di una chiusura dovuta al COVID l’8 marzo, 2020.

Chris Erskine, editorialista in pensione del Los Angeles Times, ha descritto Panza in una storia che ha scritto il 29 ottobre 2014: “Questo uomo panza è ancora una cosa bellissima. Guarda i capelli folti come un sentiero d’erba. Il sorriso pieno di lucentezza italiana. E ascolta le sue storie, tratte da mezzo secolo del ruolo di Damon Runyon in Santa Anita”.

READ  L'amato panino al pollo originale italiano di Burger King è finalmente tornato nei negozi

Nella stessa storia, Panza ha raccontato il servizio di innumerevoli icone dello sport e dell’intrattenimento come Joe Dimaggio, Marilyn Monroe, Lana Turner, Ava Gardner, Howard Hughes, John Wayne, Gregory Peck, Cary Grant, Rita Hayworth, Elizabeth Taylor, Dean Martin, Jackie Gleeson Walter Matthew sulla sua esperienza.

“Non ci sarà mai un altro bar come questo”, ha detto, riferendosi alla stanza dei lampadari. Non vedevo l’ora di venire a lavorare. Sarebbero venuti in visone, vestiti fino alla fine. Elizabeth Montgomery mi portava relazioni… Non credo che ci sia un salone al mondo con questo tipo di cliente. Ero come un bambino in un negozio di caramelle.”

E poi ha chiesto a Erskine Panza, che lui stesso era un membro pagatore delle quote del SAG e un attore in televisione e al cinema, e che è stato il suo cliente preferito durante i suoi anni di lavoro.

“Il più grande, Sinatra. Mi chiamava Frangy. Il mio soprannome italiano.”

I funerali per Frank Panza si svolgeranno la prossima settimana con una commemorazione che seguirà qui a Santa Anita a febbraio.

Riposa in pace Frank, che tu possa non essere mai dimenticato.