Settembre 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Russell P2 ‘indegno’ per il Gran Premio d’Italia dopo una qualifica ‘deludente’

Russell è arrivato sesto nelle qualificazioni di Monza di sabato dopo che il compagno di squadra Lewis Hamilton lo ha superato per il quinto e ha perso il punto di partenza per 1,3 secondi.

Ma le penalità limitate per Carlos Sainz della Ferrari e Max Verstappen e Sergio Perez della Red Bull in testa significano che Russell salirà al secondo posto insieme al Pullman Charles Leclerc.

Il britannico ritiene che questa posizione di partenza non fosse giustificata dalla sua velocità in qualifica poiché non è stato in grado di “portare la macchina in quel punto debole” poiché l’incoerenza nella W13 affligge ancora una volta il fine settimana per la Mercedes.

“Non meritiamo di iniziare il Livello Due dopo la performance di oggi”, ha detto Russell.

“E’ stata ancora una volta una sessione frustrante perché a quanto pare non possiamo mettere la macchina in un posto così bello.

“La macchina è stata fantastica nelle FP1, nelle FP2 e FP3 molto peggio.

“Nel primo quarto la macchina andava benissimo, [we were] Pochi decimi di Ferrari. La Q2 è stata peggiore, la Q3 è stata peggiore.

“Ma alla fine, quello era l’argomento della stagione.

“Al secondo posto in fila, avremo un’auto da corsa più veloce, probabilmente non abbastanza veloce per combattere Max, probabilmente [we can fight] Carlo”.

George Russell, Mercedes W13

Fotografia: Glenn Dunbar / foto di sport motoristici

Il comportamento mutevole della vettura tra le sessioni ha sbalordito sia Russell che Mercedes, e ha trovato “deludente” che nessuna soluzione a questo sia stata trovata a fine stagione.

Russell dice che la Mercedes è in una “zona di divieto” in termini di prestazioni in qualifica, ma ritiene che la macchina sia abbastanza veloce in gara per lottare per il podio a Monza.

READ  Questi marchi di scarpe sostenibili cambieranno il modo in cui indossi le sneakers di lusso

“Vorrei dirtelo”, ha risposto quando gli è stato chiesto se le modifiche all’impostazione hanno causato i suoi problemi.

“Abbiamo i migliori ingegneri del settore che lavorano giorno e notte per capire perché le nostre prestazioni sono oscillate in 15 gare e non sappiamo ancora perché.

Quindi, questo è un po’ deludente.

“Sabato siamo in zona franca in termini di prestazioni perché siamo molto indietro rispetto alla seconda linea d’attacco e un po’ avanti rispetto al centrocampo. Almeno abbiamo una macchina da corsa veloce”.