Aprile 17, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Rocce di plastica “terrificanti” trovate su una remota isola brasiliana

Rocce di plastica “terrificanti” trovate su una remota isola brasiliana

La geologia dell’isola vulcanica brasiliana di Trinidad ha affascinato gli scienziati per anni, ma la scoperta di rocce fatte di detriti di plastica in questo remoto rifugio di tartarughe sta destando preoccupazione.

La plastica fusa si è impigliata nelle rocce dell’isola, situata a 1.140 chilometri (708 miglia) dallo stato sud-orientale di Espiritu Santo, che secondo i ricercatori è la prova della crescente influenza dell’uomo sui cicli geologici della Terra.

“Questo è nuovo e terrificante allo stesso tempo, perché l’inquinamento ha raggiunto la geologia”, ha detto Fernanda Avelar Santos, geologa dell’Università Federale del Paraná.

I ricercatori dell’Università Federale del Paraná hanno scoperto che le reti da pesca in plastica si erano sciolte sulle rocce.Reuters

Santos e il suo team hanno condotto test chimici per vedere che tipo di plastica hanno le rocce, chiamate plastiglumeri perché sono costituite da una miscela di granuli sedimentari e altri detriti tenuti insieme dalla plastica.

La ricercatrice Fernanda Avelar Santos guarda attraverso un microscopio insieme alla collega ricercatrice Giovanna Diorio presso l’Università Federale del Paraná. Reuters

Prepariamo [the pollution] Proviene principalmente dalle reti da pesca, che è un relitto molto comune sulle spiagge dell’isola di Trinidad”, ha detto Santos. [nets] Le correnti oceaniche sono trasportate dalle correnti oceaniche e si accumulano sulla spiaggia. Quando la temperatura sale, questa plastica si scioglie e diventa parte integrante dei materiali naturali della spiaggia. “L’isola di Trindade è uno dei siti più importanti al mondo per la protezione delle tartarughe verdi, o Chelonia mydas, dove migliaia arrivano ogni anno per deporre le uova. Gli unici abitanti umani di Trinidad sono membri della Marina brasiliana, che mantiene una base sull’isola e protegge le tartarughe nidificanti.

READ  Il luminoso segreto che nascondevano i mammiferi

Dove abbiamo trovato questi campioni? [of plastic] È un’area permanentemente protetta in Brasile, vicino a dove le tartarughe verdi depongono le uova.

La plastica è stata trovata sulle rocce dell’Università Federale del Paraná in Brasile. Reuters

Santos afferma che questa scoperta solleva interrogativi sull’eredità degli esseri umani sulla Terra.

“Parliamo molto dell’Antropocene, e basta”, ha detto Santos, riferendosi a un’epoca geologica proposta definita dall’impatto degli esseri umani sulla geologia e sugli ecosistemi del pianeta.

“L’inquinamento e la spazzatura nel mare e la plastica scaricata impropriamente negli oceani sono diventati materiali geologici… conservati nei registri geologici della Terra”.