Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Riprendono le pattuglie di frontiera congiunte Italia-Slovenia

Il ministro dell’Interno italiano Louisiana Lamorgi e il suo inviato sloveno Ales Hodges hanno deciso di riprendere i pattugliamenti congiunti della polizia sul confine italo-sloveno entro il prossimo mese.

Il pattugliamento congiunto della polizia sulla rotta balcanica per prevenire le migrazioni verso l’Europa occidentale riprenderà entro il prossimo mese al confine italo-sloveno. La decisione è stata presa durante un incontro tra il ministro dell’Interno italiano Louisiana Lamorgis e il suo inviato sloveno Ales Hodges il 4 giugno vicino a Lubiana. Questa richiesta è stata accettata da Lamorjee e Hodge.

L’Italia si dice pronta a utilizzare droni e visori notturni nelle sue operazioni. Pattugliato durante le epidemie di COVID-19.

Aerei da pattugliamento di frontiera

Durante un incontro venerdì a Puerto Pri Cranju, non lontano da Lubiana, i due ministri dell’Interno hanno discusso le priorità del prossimo presidente sloveno dell’Ue e le varie posizioni sull’accordo europeo su migrazione e asilo.

I ministri hanno guidato in elicottero lungo il confine tra Italia e Slovenia, ma il luogo esatto per il pattugliamento congiunto di frontiera sarebbe stato concordato direttamente tra le due forze dell’ordine.

Il ministro Lamorges ha detto che si aspetta che la maggior parte delle pattuglie si sposti tra Udine e Trieste, dove è detenuto un gran numero di immigrati privi di documenti.

Hodges difende Frontex

In risposta alle domande dei giornalisti, il ministro sloveno ha rilevato irregolarità nel funzionamento dell’agenzia europea della guardia costiera e di frontiera Frontex, accusata di aver deportato illegalmente 10.000 migranti al confine greco-turco.

Hodges ha affermato che il nuovo accordo di ricollocazione e asilo fornirà alla delegazione slovena maggiori risorse e Frontex guidata dal personale, ma non dovrebbe essere condannato.

READ  Scambio emozionante per l'Italia. Valentine Mihila è vicina al Napoli. Interviene Giovanni Beccali

Rispondendo a una domanda sulla questione dei lavoratori transfrontalieri, Lamorjee ha affermato che è possibile facilitare il flusso di persone che vivono oltre confine, a seconda delle condizioni epidemiologiche.

Le recenti ordinanze emesse nei giorni scorsi consentono ai residenti entro 60 km da entrambi i lati del confine di attraversare senza alcuna certificazione. Tutti i ministri dell’Interno dell’UE si incontreranno in Slovenia il 15 luglio nell’ambito della presidenza slovena dell’UE.