Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Rapporto esclusivo KFTV: le 10 migliori cose da sapere sulle riprese in Grecia

Rapporto esclusivo KFTV: le 10 migliori cose da sapere sulle riprese in Grecia

Rapporto esclusivo: le 10 migliori cose da sapere sulla fotografia in Grecia

Sceglie diversi grandi progetti da artisti del calibro di Netflix, Disney+, Paramount e registi pluripremiati in Grecia, inclusi i titoli in concorso a Cannes, Future Crimes, diretto da David Cronenberg e Sorrow Triangle di Robin Ostlund.

Negli ultimi due anni, la Grecia ha ospitato quasi 200 progetti di varie dimensioni, tra cui il seguito di Netflix al mistero di omicidio Knives Out, con Daniel Craig; Amazon e la terza stagione di Jack Ryan di Tom Clancy di Amazon e Paramount; crimini futuri; Disney + Move Rise, noto anche come Greek Freak, racconta la vita del giocatore di basket dei Milwauke Bucks Giannis Antetokounmpo e The Bricklayer prodotto da Millennium Media, con Aaron Eckhart.

Anche My Big Greek Wedding 3 di Nia Vardalos sarà girato in Grecia quest’estate, come confermato da KFTV a Cannes.

Qui parliamo con Stavroula Geronimaki, Direttore ad interim Commissione ellenica per il cinema (HFC), su ciò in cui vengono coinvolti questi progetti e le 10 cose più importanti che i produttori internazionali e i location manager devono sapere sulle riprese nel paese.

1/ Siti fantastici

Da siti archeologici e isole a giungle, vulcani e montagne innevate, la Grecia offre ogni tipo di sito, che può moltiplicarsi in qualsiasi parte del mondo.

“Tutti sanno che la Grecia ha siti meravigliosi, che non sono solo le meravigliose isole, ma anche la terraferma con una grande varietà di siti archeologici e storici che abbracciano diversi millenni, dall’Acropoli alle città medievali e ai porti di Venezia”, ​​afferma con entusiasmo Jeronimaki .

Tuttavia, non ci sono dubbi sull’attrattiva delle isole. Robin Ostlund ha filmato la sua commedia oscura The Sadness Triangle, alla premiere In concorso a Cannes 2022 Protagonista Woody Harrelson, sull’isola di Evia, che combina montagne, foreste e fiumi con splendide spiagge che offrono splendidi fondali simili a una giungla.

Un altro titolo in concorso a Cannes, Greek Canadian Physical Horror crimini futuri È stato girato ad Atene e nella regione dell’Attica durante l’estate del 2021. Il regista David Cronenberg è stato fortemente influenzato da…

“Ci siamo proposti di esplorare l’opportunità di girare in Grecia. Osservando gli edifici annessi unici dentro e intorno ad Atene, le straordinarie trame di un’antica città e la presenza ipnotica di un mare antico, la mia visione del film si è improvvisamente avverata. Ho ho abbracciato pienamente i doni che Athena mi stava facendo, e ora il film sembra essere niente che possa incontrare da nessun’altra parte. ”

READ  Primo sguardo a Sam Neill in The Portable Door di Stan

Mentre Spetses, con le sue dimore veneziane, ha ospitato il debutto alla regia di Maggie Gyllenhaal, La figlia perduta, con Olivia Colman e Dakota Johnson. “Erano davvero felici di essere al sicuro su un’isola riparata e priva di Covid”, ha dichiarato entusiasta Jeronimaki. L’isola ha anche ospitato il film successivo Knives Out nell’estate del 2021.

La Grecia continentale e la regione dell’Epiro sono ospitate dalla serie televisiva Netflix Beckett, diretta da Ferdinando Seto Filmarino. Girato tramite Ficus– Aws Geopark Con i suoi panorami pittoreschi di montagne, foreste, fiumi, pianure e valli fertili in catene montuose da nord a sud.

La bellissima isola ionica di Corfù è stata utilizzata anche per la serie ITV The Durrells con la sua architettura e il suo sapore italiano e veneziano.

“Puoi persino girare all’interno del cratere di un vulcano sull’isola ultraterrena di Nisyros, come ha fatto Miguel Angel Jiménez per la sua coproduzione spagnolo-greca, Window to the Sea”, aggiunge Jeronimaki.

Larghezza = 1000

Le riprese di una finestra sul mare in Grecia.

La Grecia è anche un grande punto debole per altri luoghi. La serie TV israeliana Teheran, ad esempio, ha interpretato con successo Atena per l’Iran. “Mentre ha usato la serie della BBC Little Drummer Girl Elefsina per rappresentare il Libano, ha raddoppiato Nikaya ad Atene per la Palestina”, dice Jeronimaki.

Larghezza = 1000

Il film La piccola batterista in Grecia.

2 / Luce e clima

Ci sono 250 giorni di sole splendente ogni anno in Grecia. “Abbiamo il clima migliore d’Europa e molte ore di luce diurna per girare, il che è molto apprezzato dalle nostre troupe televisive e dai cameraman”, afferma Jeronimaki.

3/ Incentivi

A parte le fantastiche location, l’altra grande attrazione delle produzioni internazionali è l’impressionante combinazione del paese di sconti fino al 40% in contanti e 30% di credito d’imposta.

“La Grecia è stata sotto i riflettori per via di questi incentivi, che sono gestiti e gestiti da EKOME (Centro nazionale per i media audiovisivi e le comunicazioni), di cui hanno beneficiato molti prodotti”, afferma Jeronimaki. “La spesa minima per lo sconto in contanti è molto bassa: solo 100.000 euro per i lungometraggi”.

READ  Moni Roy sposa il fidanzato Suraj Nambiar in Italia il 27 gennaio: Report

Le richieste di rimborso in contanti sono consentite durante tutto l’anno e devi solo farlo almeno 10 giorni prima dell’inizio delle riprese. I prodotti internazionali devono superare un test culturale e progredire attraverso una comunità di produzione locale.

Maggiori informazioni possono essere trovate su vengo E Commissione ellenica per il cinema siti.


Prima, durante e dopo il periodo delle riprese in Grecia, la Hellenic Film Commission si impegna a fornirti supporto e guida di prim’ordine in merito a opportunità di finanziamento, location, industria di produzione locale e permessi per le riprese.

“Con decenni di esperienza nel Greek Film Center in varie posizioni, ho acquisito una profonda comprensione della scena delle riprese locali e sono fiducioso che insieme al team HFC possiamo aiutarti a realizzare il tuo progetto fotografico al meglio delle sue capacità”, afferma Jeronimaki.

5/ Maggior sostegno economico/finanziario

Anche la Hellenic Film Commission presenta un nuovo fascicolo Programma di supporto alla navigazione del sito Disponibile per progetti cinematografici e televisivi internazionali che intraprendono l’esplorazione iniziale nel paese. Dovranno fotografare per almeno 15 giorni (7 giorni per i documenti) e spendere almeno 50.000 euro in Grecia. Il beneficio massimo è di € 10.000, a cui si deve accedere tramite una società greca.

Il programma dura un anno e finora abbiamo elaborato e supportato 10 progetti che hanno già terminato le riprese in Grecia o stanno per girare.

“Vogliamo attirare il lavoro di produzione il prima possibile e guidarli attraverso il paesaggio e l’ambiente di ripresa della Grecia”, afferma Jeronimaki.

Il Greek Film Center offre anche molti spettacoli programmi di finanziamento Sostenere e sviluppare il cinema anche con progetti internazionali.

6/ Accordi di coproduzione

Il Centro cinematografico greco (GFC) è il rappresentante ufficiale della Grecia a Eurimages “con diverse coproduzioni di successo attraverso di essa”, afferma Jeronimaki.

La Grecia ha anche firmato l’accordo europeo sulla coproduzione. Sono stati firmati accordi di coproduzione cinematografica con Canada, Israele e Repubblica di Cina. “Pertanto, i produttori e i produttori di questi paesi ne stanno beneficiando, incluso il nuovo progetto di David Cronenberg”, afferma Jeronimaki.

7/ Supporta la scrivania del cinema

Il Commissione ellenica per il cinema Dovrebbe essere il primo outlet di produzione internazionale. Non solo spiegano gli incentivi e il programma di esplorazione della location, ma possono anche fornire alle produzioni che hanno pianificato di girare in Grecia un messaggio per facilitare le riprese, che si è rivelato loro utile quando hanno richiesto alle autorità locali i permessi di ripresa.

READ  Nuovi film e programmi da guardare su Amazon Prime Video questo fine settimana

Una volta che i progetti sono nel paese, l’HFC può anche coordinare i numeri di produzione con le autorità locali e fornire comunicazioni con il personale locale, come i responsabili del sito.

Oltre ad Commissione ellenica per il cinema subordinare Centro cinematografico grecoC’è anche Ufficio Cinematografico Atenache ha aiutato molti prodotti, così come gli uffici regionali Macedonia centraleE EpiroE Isole IonieE Creta E Grecia occidentale.

“Ci sono molti altri in arrivo perché EKOME e noi stiamo lavorando con altre regioni per aiutarli a creare uffici cinematografici e attrarre la produzione, guidandoli attraverso le loro autorità territoriali e luoghi”, afferma Jeronimaki.

8 / Affrontare Covid e protocolli

“Uno dei motivi per cui abbiamo così tanti prodotti in arrivo in Grecia è che abbiamo gestito bene la pandemia e lo abbiamo fatto Protocolli Nel luogo emesso dal Ministero della Cultura”, insiste Jeronimaki.

Quando la Grecia è entrata nel suo secondo blocco a novembre, c’erano ancora alcuni prodotti in fase di lancio nel paese, tra cui ÖIl triangolo del dolore di Stlund. “Mancano solo cinque giorni alle riprese, quindi siamo stati in grado di convincere i funzionari del governo dell’importanza di continuare le riprese con protocolli e procedure aggiuntivi”, aggiunge Jeronimaki.

9 / Equipaggio di qualità

“La Grecia ha uno staff di alta qualità che parla inglese. La maggior parte dei membri dell’equipaggio si trova ad Atene, ma possono lavorare in tutto il paese”, afferma Jeronimaki.

L’aumento del numero di produzioni internazionali girate nel Paese e l’utilizzo di troupe locali negli ultimi anni ha indubbiamente aiutato.

Inoltre, i nostri produttori sono stati riconosciuti a livello internazionale e hanno ricevuto prestigiosi riconoscimenti per il loro lavoro nella produzione internazionale.

10 / Qualità della vita

Abbiamo tempo di qualità, cibo, hotel tutto. Tutti hanno un grande sorriso stampato in faccia quando fotografano qui. “Robin Ostlund ha detto che girare in Grecia gli ha ricordato i motivi per cui amava la sua professione”, dice Jeronimaki.