Gennaio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Questa truccatrice trasforma Jessica Chastain e Lady Gaga

Questa truccatrice trasforma Jessica Chastain e Lady Gaga

La stagione degli Oscar e il prestigioso dramma sui personaggi della vita reale vanno di pari passo. Questa stagione di premi non fa eccezione, portando con sé film in TV predicatore Tammy Faye Packer, icone comici Lucille Ball e Desi Arnaz, e la famiglia dietro la casa di moda Gucci, solo per citarne alcuni. The Envelope ha parlato con alcuni dei parrucchieri e truccatori responsabili della trasformazione di Jessica Chastain (“Gli occhi di Tammy Faye”), che trascorreva circa quattro ore al giorno a truccarsi, Lady Gaga, Jared Leto (“La casa di Gucci”) , Nicole Kidman e Javier Bardem (“Being the Ricardos”) in queste tre biografie per saperne di più sul loro processo e ispirazione:

Gli occhi di Tami Faye

Jessica Chastain nel ruolo di “Tami Faye Baker” in “Gli occhi di Tami Fay”.

(Esploratore fotografico)

Uno degli obiettivi principali del team responsabile della creazione dell’apparizione pubblica di Packer nell’autobiografia del regista Michael Showalter era evitare di presentare il personaggio principale come una caricatura. Come sottolinea Linda Dodds, Head of Makeup, che ha collaborato con Chastain su 15 progetti precedenti, “Tammy Faye aveva un aspetto così creativo ed era davvero importante per Jessica assicurarsi di avere la componente di bellezza giusta. Sapevamo che c’era è sempre una sfida quando si mescolano protesi e trucco. Cosmetici. Abbiamo lavorato a stretto contatto con il nostro stilista, Mitchell Travers, per portare l’elemento di bellezza completamente oltre il limite, ma non oltrepassare mai quella linea in cui diventa una caricatura”.

Dodds e la capigliatura del film, Stephanie Ingram, hanno fatto molto affidamento sull’omonimo documentario del 2000 di Fenton Bailey e Randy Barbato per inventare l’aspetto del personaggio, che nel film ha più di tre decenni. “Più leggevo di lei e guardavo le interviste con lei, più mi rendevo conto che adora andare a comprare il trucco ogni mese”, dice Dodds. “Dovevamo anche assicurarci di ottenere i dettagli d’epoca giusti e di prenderci cura dei dettagli vintage per tutto il film. Per Tammy, abbiamo anche avuto l’elemento aggiuntivo di trovare prodotti che amava e che usava effettivamente: usava molti marchi di farmacie perché amava fare shopping da Target e Marshall’s. Abbiamo guardato la famosa intervista a “Nightline” e abbiamo cercato di abbinare il maggior numero possibile di articoli agli scatti reali”.

Il team di parrucchieri, trucco e protesi ha trasformato Jessica Chastain in Tami Faye Packer

Linda Dowds applica il rossetto a Jessica Chastain per trasformarla in Tammy Faye Bakker, Justin Raleigh, responsabile delle protesi, le lavora sul mento e Stephanie Ingram le liscia i capelli.

(Daniel McFadden/Scout Pictures)

Ingram ha utilizzato più parrucche, tre delle quali realizzate su misura, per creare le acconciature del marchio per la lista TV. Ha anche fatto affidamento su Frost and Tip di Clairol per i suoi riflessi biondi. “Abbiamo guardato dei video per vedere come ha ottenuto il suo look iconico, specialmente durante gli anni ’90, quando i suoi capelli erano crespi e cadevano, e indossava un caschetto sopra”, dice Ingram. “Dovevamo assicurarci che i colori e gli stili corrispondessero all’aspetto di ogni decennio. È stato molto difficile trovare una parrucca che assomigliasse alle sue acconciature degli anni ’80: aveva radici scure e permanenti biondi ricci. Ho dovuto combinare parrucche diverse e usare una alcuni trucchi per ottenere la forma e la pienezza che erano per i capelli di Tammy in quel momento.”

L'attrice Jessica Chastain trasforma il suo team di parrucchieri, trucchi e protesi in Tami Faye Packer

Trasformare Jessica Chastain in Tammy Faye Bakker è un lavoro di squadra.

(Daniel McFadden/Scout Pictures)

Sia Dowds che Ingram affermano di essere rimasti sorpresi da quale fosse un personaggio Bakker interessante e indipendente. “Ho adorato alcune delle sue citazioni”, dice Dodds. Ha detto cose del tipo: “Non devi essere David per essere cristiano” e “Chi dice che non puoi mettere il mascara sulle ciglia finte. Semplicemente non capiva perché le persone la prendessero in giro. Disse anche: “Il mio aspetto è il mio marchio di fabbrica e non possono portarmelo via”. Ecco perché volevamo tutti assicurarci di avere tutto a posto in lei e ‘originalità’ è diventata per noi la parola chiave”.

READ  Mentre i populisti si ritirano, il centrosinistra intravede indizi di un ritorno

“Casa Gucci”

Quando Gana Carboni e Giuliano Mariano si unirono al consiglio di amministrazione per dirigere i reparti trucco e parrucco della “House of Gucci” di Ridley Scott, sapevano che il loro lavoro era il loro. Non solo dovevano far sembrare attori famosi come Lady Gaga, Jared Leto, Al Pacino e Salma Hayek come le persone reali che interpretavano, ma dovevano anche fornire immagini appropriate di come apparivano le icone della moda italiana negli anni ’70, Anni ’80 e ’90. “Per me, è stato sorprendente notare come tutto iniziò a sembrare conservatore e in qualche modo naturale nei primi anni ’70 e continuò a essere più grintoso, più pazzo e più colorato nei decenni successivi”, afferma la truccatrice Carbone.

Lady Gaga interpreta Patrizia Reggiani in LA CASA DI GUCCI di Ridley Scott.

Lady Gaga interpreta Patricia Reggiani in “La casa di Gucci”.

(foto Metro-Goldwyn-Mayer)

Carboni dice di essere stata sollevata quando ha incontrato Lady Gaga e ha scoperto che il colore dei suoi occhi era esattamente lo stesso di Patricia Reggiani, moglie di Maurizio Gucci (interpretato da Adam Driver). “Assomiglia molto alla vera Patrizia, e ha gli stessi occhi viola, simili a Elizabeth Taylor, quindi non devi preoccuparti delle lenti a contatto colorate. La sua trasformazione è stata incredibile e lei, la sua truccatrice, Sarah Tanno , ed ero tutti sulla stessa pagina e abbiamo preso spunto da Superstar come Gina Lollobrigida e Sophia Loren”.

Descrive il look di Patrizia anni ’70 come “molto naturale e color pesca”, ma quando incontra la famiglia Gucci, si sforza di assomigliare a loro ed è accettata. “Tuttavia, quando va a New York con Maurizio, scopre la libertà di essere una donna indipendente, quindi il suo trucco è più brillante. Nell’ultimo atto del film, è tutta una questione di occhi. È molto forte e sa esattamente cosa vuole, quindi abbiamo usato molto trucco, occhi e eyeliner e le abbiamo dato sopracciglia forti”. Mariano dice che Gaga passava almeno tre ore al giorno con capelli, parrucche e trucco.

Lady Gaga interpreta Patricia Reggiani "Casa Gucci."

Lady Gaga interpreta Patricia Reggiani in “La casa di Gucci”.

(Fabio Lovino/MGM Studios)

“Il personaggio di Jared Leto è stata una sfida diversa, con tutto il lavoro di protesi ed estensioni dei capelli. Sembra molto diverso nel film e di solito ci vogliono circa quattro o cinque ore per prepararlo per le riprese”.

Jared Leto interpreta Paulo Gucci in

Jared Leto interpreta Paolo Gucci in “House of Gucci” di Ridley Scott.

(Fabio Lovino/Metro-Goldwyn-Mayer Pictures, Inc.)

Carboni e Mariano approfondiscono le versioni vintage di Vogue Italia, Marie Claire e Amici, oltre a fotografare i costumi di Richard Avedon per ottenere ogni dettaglio perfetto per ogni epoca. Sapevano che Scott voleva che gli attori guardassero il più vicino possibile alle loro controparti nella vita reale. “Sa sempre esattamente quello che vuole”, dice Mariano. “Stava persino disegnando ciò che stava cercando sul posto, quindi non c’era niente di sbagliato in ciò che stava cercando”.

READ  Un produttore ha detto che l'audizione di questa star per lo spettacolo è stata "spaventosa"

Essere i Ricardo

La responsabile del trucco Anna Lozano e la responsabile dei capelli Theresa Hill sapevano quale grande responsabilità fosse creare le apparizioni delle leggende televisive Lucille Ball e Desi Arnaz in “Being the Ricardos” di Aaron Sorkin. “Il nostro compito era farlo sembrare reale”, dice Lozano.

“Per me è stato un sogno tornare indietro negli anni ’40 e ’50 perché all’epoca sembrava tutto così magico. Si vede Lucy Ricciardo che cucina in cucina con un rossetto rosso acceso. In generale, il nostro obiettivo era stare lontano dal cartoni animati. Volevamo che le persone fossero ricordate.” Queste sono le icone originali quando vedono Nicole Kidman e Javier Bardem sullo schermo”.

Il trucco di Kidman per il film è stato creato da Kyra Panchenko e il truccatore sintetico Michael Ornelaz ha aggiunto alcuni pezzi al suo viso, che sono stati applicati principalmente sulle sopracciglia. “Lucille era una grande icona della moda e aveva sopracciglia, ciglia, forma e colore delle labbra molto distinti. A quei tempi c’erano molte donne che la imitavano. Ho usato cosmetici Besame per la colorazione delle labbra, palette di ombretti, fard e falsi ciglia.”

Nicole Kidman e Javier Bardem interpretano il ruolo del protagonista "Essere Ricardo"

Nicole Kidman e Javier Bardem recitano in “Being The Ricardos”

(Glenn Wilson/Amazon Content Services LLC)

Lozano sottolinea che la struttura facciale di Bardem era molto diversa da quella di Arnaz. “Desi aveva una faccia tonda felice, mentre Javier ha una faccia forte e dura. Ho dovuto cambiare la forma delle sopracciglia, degli occhi, del tono della pelle e dei denti. La pelle si è scurita e i denti sono sbiancati. Desi ha usato la matita per le labbra durante le riprese lo spettacolo All’epoca, i ragazzi indossavano molte lozioni Estetiche per la televisione.

READ  L'applicazione dei mandati sui vaccini indoor si è dimostrata irregolare negli Stati Uniti

“Questo film era il sogno di un parrucchiere”, dice Hill. “I capelli di Lucy e Ricky sono iconici come i personaggi stessi. Quindi, non appena mi è stato offerto il lavoro, ho telefonato con parrucche e stilisti. Non solo stavamo girando un film su questi personaggi, ma abbiamo anche dovuto ri- creare lo spettacolo “I Love Lucy” e un set cinematografico “Too Many Girls “1940’s Where They Met”.

Javier Bardem

Javier Bardem in “Essere i Ricardos”.

(Glenn Wilson/© 2021 Amazon Content Services)

Hill dice che Sorkin ha detto alla squadra all’inizio che non aveva ancora un quadro preciso della coppia. “Voleva catturare l’essenza degli artisti sullo schermo”, dice. Comunque, cos’è Ricky senza quei capelli scuri e l’onda grossa nella linea, e Lucy senza i famosi riccioli rossi, il vestito anni Cinquanta e il rossetto e le sopracciglia.Per il film, abbiamo usato quattro parrucche per Nicole e due parrucche per Javier, e tutte le Almeno gli altri attori avevano le parrucche, quindi alla fine della serata avevamo un sacco di parrucche da pulire e vestire.

Per Hill, tutto si è riunito il primo giorno in cui la Kidman è arrivata sul set indossando il suo costume da “I Love Lucy”. “Tutti hanno interrotto quello che stavano facendo e l’hanno guardato”, ricorda. “Eravamo tutti così felici che lei abbia davvero dato vita a Lucille Ball. Era lì quel giorno in cui stavano girando un popolare episodio della serie in cui avrebbero dovuto essere tutti su un treno in Italia. Ero in piedi dietro la telecamera , e ho guardato l’immagine in bianco e nero sullo schermo.” Per un minuto, ho davvero pensato di essere sul set del vecchio spettacolo “I Love Lucy” degli anni ’50.