Giugno 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Quello che sappiamo sulle scimmie tamarin dell’imperatore prese dallo zoo di Dallas

Due scimmie sono state trovate in una casa abbandonata il giorno dopo la loro scomparsa dal recinto dello zoo di Dallas, che era stato abbattuto.

Ma non sono stati effettuati arresti, approfondendo il mistero su una serie di recenti eventi allo zoo che includevano il taglio di altre recinzioni, la fuga di un cucciolo di tigre e la morte sospetta di un’aquila in via di estinzione.

La polizia di Dallas ha detto di aver trovato due scimmie tamarin imperatori dopo aver ricevuto una soffiata secondo cui potrebbero trovarsi in una casa abbandonata a Lancaster, appena a sud dello zoo.

Gli animali sono stati collocati in un armadietto, in un luogo sicuro, e poi restituiti allo zoo per la valutazione veterinaria.

Martedì scorso la polizia ha detto che stavano ancora lavorando per determinare se gli incidenti delle ultime settimane fossero collegati.

Nel frattempo, in Louisiana, i funzionari stanno indagando sulla rimozione di 12 scimmie scoiattolo da uno zoo domenica scorsa e stanno esaminando una possibile connessione.

Ecco cosa si sa finora sugli incidenti.

Cos’è successo allo zoo di Dallas?

Lo zoo ha chiuso il 13 gennaio dopo che i lavoratori arrivati ​​quel giorno hanno scoperto che mancava un leopardo nebuloso di nome Nova.

Dopo una perquisizione della polizia, la tigre, che pesava dai 9 agli 11 chili, è stata trovata più tardi quel giorno vicino al suo habitat.

Una scimmia siede su una ringhiera in una casa abbandonata a Dallas.
Gli esperti di fauna selvatica sospettano che le scimmie siano state prese per la vendita.(Reuters: dipartimento di polizia di Dallas)

La polizia ha detto che l’utensile da taglio è stato usato deliberatamente per aprire il buco nel suo petto. La polizia ha detto che una ferita simile è stata trovata in un recinto di scimmie langur, anche se nessuna ne è emersa o sembrava essere infetta.

READ  Uno degli acquedotti più antichi della storia, risalente a 8.200 anni fa, è stato scoperto nella Turchia occidentale

Il 21 gennaio, un’aquila in via di estinzione di nome Pin viene trovata morta all’arrivo dei lavoratori.

Greg Hudson, presidente e amministratore delegato dello zoo, ha definito la morte “molto sospetta” e ha detto che l’aquila aveva “una ferita”, ma ha rifiutato di approfondire.

Hudson ha dichiarato in una conferenza stampa dopo la morte dell’animale che il recinto dell’aquila non sembrava essere stato manomesso.

Quindi, lunedì, ha detto la polizia, si credeva che le due scimmie tamarin imperatori – che hanno lunghi baffi simili a baffi – fossero state prese dopo che qualcuno aveva fatto un buco nel loro recinto.

Il giorno successivo, la polizia ha rilasciato una foto e un video di un uomo con cui diceva di voler parlare delle scimmie.

L’immagine mostra un uomo che mangia patatine mentre cammina, e nel video lo si vede camminare lungo un corridoio.

Qual è il motivo per prendere le scimmie?

Lynn Cooney, fondatrice e presidente di Wildlife Rescue and Rehabilitation a Kendalia, in Texas, ha detto che non sarebbe sorpresa se si scoprisse che le scimmie erano state vendute.

A seconda dell’acquirente, ha detto, una scimmia come quella presa da uno zoo potrebbe essere venduta per “diverse migliaia” di dollari.

“I primati sono animali ad alto reddito nel commercio di animali selvatici in questo paese”, ha detto Cooney.

“Tutti quelli che ne vogliono uno ne vogliono uno per tutte le ragioni sbagliate: non c’è mai una buona ragione per possedere un animale selvatico come animale domestico”.

Ha detto che ci sono una varietà di modi in cui le scimmie in cattività potrebbero essere a rischio, dall’avere una dieta scorretta all’esposizione al freddo.

READ  Australia Post sospende la spedizione della posta in mezzo all'aumento degli articoli vietati | Posta australiana

Le temperature a Dallas sono scese sotto lo zero martedì durante una tempesta invernale.

Cosa si sa dell’aquila?

La morte di Pin è stata difficile per il personale, secondo un funzionario dello zoo.