Luglio 30, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Quando l’Italia torna alla normalità dopo l’epidemia governativa. Il Ministero della Salute vuole vaccinare 240.000 persone al giorno

I funzionari sanitari italiani stimano che il paese potrebbe riprendersi dall’epidemia di COVID-19 in 7-15 mesi, ma questo supporta un tasso di vaccinazioni di 240.000 al giorno, ha detto un funzionario del ministero della salute italiano. Martedì, in Italia sono stati segnalati 376 nuovi decessi correlati a COVID-19, rispetto ai 318 del giorno precedente.

Anche il numero di infezioni è aumentato a 19.749 nelle ultime 24 ore rispetto a 13.902 mesi. Anche il numero di ricoveri ospedalieri è aumentato, da 22.393 di martedì a 21.831 del giorno precedente. Lunedì, 231 nuovi pazienti sono entrati in terapia intensiva e martedì 278, EFE e Reuters hanno citato AerPress come detto.

“Se consideriamo che il vaccino non solo protegge dalla malattia, ma per almeno due anni, la vaccinazione di 240.000 persone al giorno potrebbe tornare alla normalità in 7-15 mesi”, ha detto il direttore a un’audizione del Congresso al riguardo. Ministero della Salute italiano, Gianni Ressa.

Questa valutazione, spiega il funzionario italiano, si basa su uno studio condotto in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e la Fondazione Bruno Kessler, Gianni Ressa, che insiste sul fatto che può funzionare se si cerca di controllare la velocità del vaccino e controllare le infezioni .

“Fermare i ceppi più pericolosi (corona virus) e ridurre la progressione dell’infezione è fondamentale (…) se ora ci impegniamo per proteggere la campagna vaccinale, avrà un effetto positivo in pochi mesi con questa strategia”, ha sostenuto.

Il funzionario italiano ha aggiunto che oltre ai vaccini Pfizer / Bioendech, Moderna e Astrogenega, potrebbero essere approvati altri vaccini nei prossimi mesi, il primo dei quali dovrebbe essere quello prodotto da Johnson & Johnson, che potrebbe ricevere l’accreditamento europeo questa settimana . Medicina (EMA).

READ  La Svizzera rimuove 12 paesi dal suo elenco di paesi ad alto rischio, così come parti dell'Italia e dell'Austria

L’Italia ha più di 100mila morti a causa di Kovit

L’Italia, che lunedì ha superato il limite di 100.000 morti per COVID-19, ha ricevuto finora 5,6 milioni di dosi di vaccino, ma meno di 1,7 milioni di persone su una popolazione di circa 60 milioni hanno ricevuto la seconda dose.

Il nuovo premier italiano Mario Draghi ha avvertito che la situazione sta peggiorando con l’aumento del numero di casi di COVID-19, ma il suo governo ha promesso di “intensificare in modo significativo” la campagna di vaccinazione nei prossimi giorni.

Autore: A.A.