Novembre 28, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Pronti a riaprire: i cinema di Melbourne guardano con ottimismo

Pronti a riaprire: i cinema di Melbourne guardano con ottimismo

I cinema della metropolitana di Melbourne possono riaprire le porte ai loro clienti completamente vaccinati stasera dalle 18:00, con una capacità del 75% o fino a 1.000 persone. Con Melbourne, la città più chiusa del mondo, IF ha parlato con il direttore generale esecutivo di Village Cinemas Nick Rubin e con Natalie Miller, co-CEO di Cinemas Nova, su come si esibiscono e come vedono la scena teatrale.

IF: Melbourne ha chiaramente subito frequenti blocchi. Com’è stato? La mobilità come impresa, soprattutto dopo la fine di JobKeeper?

Pettirosso: La pandemia è stata una grande sfida per il nostro settore, inclusa la più ampia categoria delle arti e dell’intrattenimento. Le sale cinematografiche, come molte compagnie, sono entrate in modalità sopravvivenza credendo che il futuro sia ancora luminoso per il cinema.

Mugnaio: Quando Nova è uscita dal suo primo blocco lo scorso anno, abbiamo celebrato l’uscita del sindaco Sally Cape e il taglio del nastro a Bhuna. Non molto tempo dopo che abbiamo chiuso di nuovo. Abbiamo superato il periodo natalizio e pasquale e abbiamo avuto alcuni mesi di buon lavoro. Poi arriva la fine di luglio di quest’anno, la peggiore chiusura di sempre, quando potremo finalmente riaprire al 75% della capacità.

JobKeeper è stata un’ottima iniziativa e ci ha permesso lo scorso anno di prenderci cura dei nostri dipendenti. Quest’anno, il sistema retributivo di Centrelink in cui i dipendenti non sono tenuti a lavorare è stato scoraggiante. Penso che le persone vogliano lavorare e ho sentito di alcuni che hanno lasciato il settore a causa dell’incertezza delle azioni del governo.

In termini di riapertura ora per i beneficiari vaccinati, quali sono state le maggiori sfide che hai dovuto affrontare? Ci sono lezioni da chiusure precedenti?

Pettirosso: Le aziende devono rimanere adattabili e agili mentre il panorama continua ad evolversi. Il nostro staff entusiasta e dedicato ha permesso ai Cinema Village di vincere ogni sfida presentata.

READ  Opinione: il modo in cui i registi reagiscono ai conflitti politici e sociali può aiutare a plasmare la storia

Mugnaio: Siamo disposti a far controllare da qualcuno che tutti coloro che entrano sono stati vaccinati. Rispetteremo rigorosamente tutte le regole di sicurezza Covid. Ai nostri primi 50 clienti offriremo un calice di spumante.

C’è un solido elenco di film in uscita da ora fino alla fine dell’anno, tra cui Non c’è tempo per morire. Come navighi nella programmazione di quei film insieme a quelli che il pubblico potrebbe essersi perso?

Pettirosso: La domanda dei consumatori e del mercato per il prodotto porta a una maggiore programmazione dei cinema e alla personalizzazione delle sessioni. Questa strategia incentrata sul cliente consentirà film come shang chi Per giocare con l’interesse pubblico.

Mugnaio: Sì, abbiamo una solida lista di film da riaprire. Agnello, ultimo duello, nitram, maiale, rispetto E attendo con ansia Non c’è tempo per morire, Dune e Spedizione francese che attirerà un vasto pubblico. Abbiamo già forti sviluppi per il film di Bond.

Siamo orgogliosi della nostra reputazione di mantenere i film in esecuzione per molto tempo, quindi siamo entusiasti di riportare molti dei film che abbiamo dovuto interrompere. alcuni sono Negli altopiani, padre, la terra dei nomadi, E minacciati Tra l’altro.

Abbiamo una serie di festival imminenti tra cui l’Italian Film Festival, il Melbourne Queer Film Festival e il Monster Film Festival, tutti con una buona prenotazione anticipata. Abbiamo eventi speciali per il rilascio tardivo Palazzo Kozu E un evento speciale per Spedizione francese Tra le altre specialità. Questi includono il ritorno dell’incredibile long run a tarda notte la stanza e contenuti alternativi, tra cui una nuova stagione di Met Opera in streaming live nei cinema.

A livello internazionale, sembra esserci ancora una volta fiducia nei mercati degli Stati Uniti e del Regno Unito. Quali sono le vostre aspettative per la ripresa del mercato a livello locale? Pensi che i clienti avranno bisogno di un incentivo per tornare nei cinema dopo la chiusura?

READ  Destination Paradise pubblica il film Relax in Italy 4K

Pettirosso: I mercati globali e le vendite anticipate promettenti hanno fornito un incredibile ottimismo. Il team è fiducioso di avere un’enorme lista di prodotti insieme al desiderio e al bisogno intrinseci di Victoria di tornare a una vita “normale”.

Mugnaio: Ho sempre avuto la forte convinzione che gli sponsor del film sarebbero tornati. Non c’è niente come guardare un cinema sul grande schermo e un modo di vedere l’opzione non esclude l’altro dalla convivenza. Iniziare può essere un po’ lento e i piccoli cinema sono un posto sicuro. Sei ancora seduto a guardare di fronte a te, con un’interazione limitata con gli altri. Anche se amiamo i ristoranti e gli auguriamo ogni bene, hanno una maggiore interazione con le persone. Un buon film ti riporterà sempre al cinema.

A livello globale, la pandemia ha visto accorciarsi le finestre cinematografiche e un aumento delle uscite ibride/giorno/data. Cosa ne pensi della prosecuzione di questa pratica con la ripresa del mercato teatrale?

Pettirosso: Village Cinemas crede nell’avere una vetrina per fornire supporto commerciale alle mostre, alla distribuzione e ai registi.

Mugnaio: Sì, le finestre sono sempre state un grosso problema, ma penso che la pandemia abbia cambiato lunghezza nel prossimo futuro. Alla fine, ancora, dico che vincerà la scelta del grande schermo, anche se presto ci sarà la possibilità di guardarlo in tv.

Si può dire che i film locali hanno aiutato gli esercenti a riprendersi all’inizio del 2021 con film come asciuttoe Pinguino in fioree altura ecc., che è il secondo miglior anno registrato per i film nazionali. Con l’afflusso dei film di Hollywood, il mercato sarà più rumoroso nel prossimo anno, rendendo difficile per i film locali metterci le mani sopra. A tal fine, quali sono stati alcuni spunti dai migliori lungometraggi australiani della scorsa settimana?

READ  La casa del regista la fa sentire milionaria

Pettirosso: L’industria cinematografica australiana è una parte importante del mix di prodotti di Village Cinemas.

Village Cinemas spera di vedere una qualità continua dei prodotti dei registi australiani in cui il pubblico può condividere storie australiane uniche.

Mugnaio: È stato fantastico vedere un certo numero di film australiani andare così bene quest’anno. Questo perché erano film molto belli e penso che avrebbero funzionato in tempi normali. Tuttavia, la realtà andando avanti con tutto l’arretrato e lo spazio sullo schermo occupato dai più grandi film di Hollywood, sarà un po’ più complicata. Ma un film davvero buono vince sempre se ha una grande campagna alle spalle.

Quello che ho tratto dall’Australian Film Summit è che è fantastico iniziare la conversazione e continuerà. Credo fermamente nella necessità che gli espositori partecipino al processo decisionale in merito a ciò che viene prodotto, così come i distributori. Diversi anni fa, quando ero membro del primo consiglio di amministrazione di Film Victoria (allora chiamato Victorian Film Commission), i membri del consiglio inclusi esercenti, distributori e professionisti del settore prendevano le decisioni. Non tutti i film sono teatrali, quindi chi sceglie cosa realizzare ha bisogno di un occhio teatrale esperto. La magia è che non sempre lo sappiamo.

Possiamo essere molto orgogliosi della nostra industria cinematografica australiana. Il tasso di sciopero è molto buono, ma ogni richiesta di denaro richiede un numero di giudici esperti molto meticolosi.

Leggi le storie di riapertura passate con Hoyts / Event Cinemas e Foto di Palazzo, Dendy e Haydn Orpheum Palace.