Dicembre 1, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Più di 100 paesi si sono impegnati a porre fine alla deforestazione

Più di 100 paesi si sono impegnati a porre fine alla deforestazione nel primo importante risultato della Conferenza sul clima delle Nazioni Unite COP26 a Glasgow.
Il Regno UnitoL’ospite del vertice ha elogiato l’impegno. Ma gli attivisti dicono che hanno bisogno di vedere i dettagli – tali promesse sono state fatte e pensate prima.
L’Australia è un Il sito sull’impegno. Il governo del Regno Unito ha affermato di aver ricevuto l’impegno da parte dei leader che rappresentano oltre l’85% delle foreste mondiali di fermare e invertire la deforestazione entro il 2030.
Il sole inizia ad apparire sul fiume Clyde fuori dalla sede del vertice delle Nazioni Unite sul clima COP26 a Glasgow, in Scozia. (AFP)
In questa foto di file del 23 agosto 2020, si vedono bovini al pascolo su terreni che gli allevatori hanno bruciato e disboscato vicino a Novo Progresso, nello stato di Pará, in Brasile. (AFP)

Oltre 19 miliardi di dollari (25,4 miliardi di dollari) in denaro pubblico e privato sono stati destinati al piano, che è sostenuto da paesi come Brasile, Cina, Colombia, Congo, Indonesia, Russia e Stati Uniti.

Le foreste sono ecosistemi importanti e un modo importante per assorbire l’anidride carbonica, il principale gas serra, dall’atmosfera.

Ma il valore del legno come merce e la crescente domanda di terreni agricoli e pastorali stanno portando a una deforestazione diffusa e spesso illegale, in particolare nei paesi in via di sviluppo.

Human Rights Watch ha avvertito la campagna che accordi simili in passato non sono stati efficaci.

Una foto pubblicata il 14 novembre 2020 dall’agente Green ONG mostra una sospetta area di deforestazione illegale a Valea Rea, sui monti Fagaras, nel sud-est della Romania. (AFP)

La promozione dei diritti indigeni aiuterà a prevenire la deforestazione e dovrebbe essere parte dell’accordo, ha affermato Luciana Telles Chavez, ricercatrice ambientale del gruppo.

I leader mondiali hanno promesso nel 2014 di porre fine alla deforestazione entro il 2030, “ma da allora la deforestazione ha subito un’accelerazione in molti paesi”, ha affermato Alison Hoare, ricercatrice senior presso il Chatham House Institute for Policy Research.

“Questo nuovo impegno riconosce la gamma di azioni necessarie per proteggere le nostre foreste, compreso il finanziamento, il sostegno ai mezzi di sussistenza rurali e forti politiche commerciali”, ha affermato. “Per avere successo, saranno necessari processi inclusivi e quadri legali equi e i governi devono lavorare con la società civile, le imprese e le popolazioni indigene per concordarli, monitorarli e attuarli”.

Circa 130 leader mondiali stanno partecipando a Glasgow per il vertice COP26, che la Gran Bretagna ospita e afferma che è l’ultima possibilità realistica di mantenere il riscaldamento globale a 1,5°C al di sopra dei livelli preindustriali, un obiettivo che il mondo si era fissato a Parigi sei anni fa.

La regina Elisabetta II d’Inghilterra invia un videomessaggio ai partecipanti al ricevimento serale che segna il giorno di apertura della Cop26. (AFP)

Lunedì, i leader hanno sentito terribili avvertimenti da parte di funzionari e attivisti. Il primo ministro Boris Johnson ha descritto il riscaldamento globale come uno “strumento apocalittico” legato all’umanità. Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha detto ai suoi colleghi che gli esseri umani “si stanno scavando la fossa”. Parlando di stati insulari deboli, il primo ministro delle Barbados Mia Motley ha aggiunto al tuono morale, avvertendo i leader di non “permettere al sentiero dell’avidità e dell’egoismo di seminare i semi della nostra comune distruzione”.

L’attivista per il clima Greta Thunberg ha detto in una manifestazione fuori dalla sede del clima pesantemente sorvegliata che i discorsi al chiuso erano solo “bla bla bla” e non avrebbero ottenuto molto.

“Il cambiamento non verrà dall’interno”, ha detto ad alcune delle migliaia di manifestanti che sono venuti a Glasgow per far sentire la loro voce. “Questa non è leadership, questa è leadership. Ecco come appare la leadership”.

READ  Joe Biden riceve il vaccino di richiamo COVID-19 tra le critiche sull'equità del vaccino